Ricetta torta di mandorle

TEMPO PREPARAZIONE E COTTURA 1 ORA E MEZZA

PER PORZIONE:

CALORIE 540

PREPARAZIONE

Pelate le mandorle dolci, tritatele (meglio se passate al tritatutto) e sciogliete il lievito in polvere nel latte.

Mettete la farina bianca in una terrina, formate un cratere e versateci il latte con il lievito, lo zucchero, il burro fuso e il miele.

Lavorate il composto con un cucchiaio di legno e aggiungete le mandorle tritate.

Quando il composto sarà amalgamato, versatelo sulla spianatoia infarinata e continuate la lavorazione per altri dieci minuti.

Poi stendetelo con le mani, fino ad ottenere un disco che abbia le dimensioni della tortiera.

Quest’ultima va imburrata e infarinata.

Disponetevi il composto e passate nel forno già caldo per circa 40 minuti. Per controllare la perfetta cottura, infilate nella pasta uno stuzzicadenti di legno che deve uscire asciutto.

Togliete allora dal forno e lasciate raffreddare.

Se volete, potete decorare la superficie della torta, a freddo o quasi, con pezzetti di frutta candita, con preferenza per il cedro e la scorza d’arancia.

DOSI PER 4 PERSONE

INGREDIENTI

450 g. di farina bianca

150 g. di zucchero

200 g. di mandorle dolci

50 g. di miele

100 g. di burro fuso

1 bicchiere di latte

1 bustina di lievito

burro per la tortiera

VINI CONSIGLIATI

BIANCO DELLA VALDINIEVOLE VIN SANTO

VIN SANTO DELL’EMPOLESE

BIANCO PISANO DI SAN TORPÈ VIN SANTO RISERVA

BIANCO DELLA VALDINIEVOLE VIN SANTO (asciutto/dolce/amabile)

Aree di produzione: Toscana – affinamento: 3 anni obbligatori quindi fino a 5 ed oltre – caratteristiche: frizzante – abbinamento consigliato: FUORI PASTO E MEDITAZIONE – colore: dal paglierino all’ambrato più o meno fulvo – odore: etereo intenso tipico – vitigni: trebbiano toscano (70%-100%) malvasia del chianti e/o canaiolo bianco e/o vermentino (0%-25%) altre (0-5%) – sapore: armonico morbido con retrogusto amarognolo tipico asciutto/dolce/amabile – gradazione alcolica minima 12+5° (dolce) 13+4 (semiasciutto) 14+3° (asciutto).

VIN SANTO DELL’EMPOLESE (amabile/asciutto)

Aree di produzione: Toscana – affinamento: 3 anni obbligatori quindi fino a 5 anni ed oltre – caratteristiche: fermo abbinamento consigliato: DESSERT E FUORI PASTO – colore: dal dorato all’ambrato – odore: etereo intenso tipico – vitigni: trebbiano toscano (80%-100%) altre (0-20% con max 8% malvasia) – sapore: armonico morbido con tipico retrogusto amabile/asciutto – gradazione alcolica minima 15° (amabile) 16° (asciutto).

BIANCO PISANO DI SAN TORPÈ VIN SANTO RISERVA (amabile/asciutto)

Aree di produzione: Toscana – affinamento: 4 anni obbligatori quindi fino a 7 anni – caratteristiche: fermo – abbinamento consigliato: DESSERT, MEDITAZIONE – colore: dal dorato all’ambrato intenso – odore: etereo intenso aromatico tipico – vitigni: trebbiano toscano (75%-100%) – sapore: armonico con retrogusto tipico asciutto/amabile – gradazione alcolica minima 14+2° (asciutto) 13+3° (amabile).