Ricetta coniglio del cacciatore

Pubblicato il 18 luglio 2012

Ricetta coniglio del cacciatore

TEMPO PREPARAZIONE E COTTURA:
DUE ORE CIRCA

PER PORZIONE:
CALORIE 298

PREPARAZIONE
Tagliate a pezzi il coniglio e, dopo averlo ben lavato, mettetelo in un recipiente che possa essere chiuso.
Aggiungete una carota pelata e tagliata a pezzi, un gambo di sedano, una grossa cipolla steccata con qualche chiodo di garofano, 4 foglie di alloro, pepe, una spruzzata di noce moscata e un litro di buon vino rosso.
Lasciate il coniglio a bagno tutta la notte, riponete in frigorifero il fegato e il cuore puliti e lavati. La mattina successiva, in una capace casseruola fate rosolare burro, olio e le verdure della marinata.
Appena la cipolla comincerà a colorirsi, aggiungete il coniglio. Fate insaporire e coprite con il vino della marinata.
Lasciate cuocere lentamente, facendo consumare pian piano il vino.
A metà cottura aggiungete un cucchiaio di salsa di pomodoro, il fegato e il cuore del coniglio e controllate la salatura.
Ora togliete il coniglio dal sugo di cottura, passate il sugo, con cuore e fegato, al passaverdura.
Raccogliete il sugo e il coniglio nella casseruola e fate scaldare lentamente. Servite ben caldo con pane casereccio tipo pugliese.

DOSI PER 4 PERSONE

INGREDIENTI
1 coniglio
1 carota – 1 gambo di sedano
1 cipolla – 4 chiodi di garofano – alloro,
pepe – noce moscata – sale
1 litro di vino rosso
1 cucchiaio di salsa di pomodoro
burro – olio

VINI CONSIGLIATI
CONTROGUERRA CABERNET
ALTO ADIGE PINOT NERO RISERVA
TRENTINO PINOT NERO RISERVA

CONTROGUERRA CABERNET
Aree di produzione: Piemonte, vari comuni – i Bastia, Belvedere Langhe, Clavesana, Ciglié, Dogliani, Farigliano, Monchiero, Rocca di Ciglié ed in parte dal territorio dei comuni di Roddino e Somano, in provincia di Cuneo – affinamento: fino a 5 anni e oltre – caratteristiche: tranquillo asciutto – abbinamento consigliato: SI SPOSA IN PARTICOLARE CON I PIATTI TIPICI E CON CIBI ABBASTANZA ROBUSTI – colore: rosso rubino pieno – odore: intenso di fiori e frutti freschi, come la mora e la ciliegia selvatica, ampio e suadente, fine ed elegante di aromi. – vitigni: Dolcetto 100% – sapore: secco, deciso, armonico, piacevole per quel suo retrogusto finemente mandorlato, fragrante, armonico, invitante sempre, la sua moderata acidità regala un tocco di singolare vivacità – gradazione alcolica minima 13°.

ALTO ADIGE PINOT NERO RISERVA
Aree di produzione: Trentino pr. BZ – affinamento: 2 anni obbligatori quindi fino a 4 anni – caratteristiche: fermo – abbinamento consigliato: CARNI ROSSE SELVAGGINA – colore: rubino con sfumature arancioni se invecchiato – odore: gradevole tipico etereo – vitigni: pinot nero (95%-100%) – sapore: asciutto morbido pieno con retrogusto amarognolo armonico asciutto – gradazione alcolica minima 11,5°.

TRENTINO PINOT NERO RISERVA
Aree di produzione: Trentino pr. TN – affinamento: 2 anni obbligatori quindi fino a 4 anni – caratteristiche: fermo – abbinamento consigliato: CARNE – colore: rubino più o meno intenso – odore: delicato gradevole tipico – vitigni: pinot nero (85%-100%) – sapore: piacevolmente amarognolo con sentore di legno asciutto – gradazione alcolica minima 12°.

Seguici anche su Google News!