La maggior parte delle persone dà per scontato che creme, shampoo, detergenti, profumi, deodoranti, make up e altri cosmetici siano di sola pertinenza delle grandi aziende che li producono e dei punti vendita che li smerciano.

Invece creare cosmetici in casa si può fare tranquillamente, in certi casi è semplicissimo, in altri un po’ meno infine ci sono delle preparazioni che richiedono una certa esperienza e determinate conoscenze; in ogni caso: creare cosmetici in casa, facendo attenzione agli ingredienti, affinché siano naturali ed efficaci, è certamente la soluzione più sana ed economica.

Produrre un burrocacao ad esempio, se si conosce la giusta ricetta, può essere davvero una banalità, gli ingredienti: 1 cucchiaio di burro di karitè, 1 cucchiaio di burro di cacao (bianco) (oppure 2 cucchiai di burro di karitè), 1 goccia d’olio d’oliva o di mandorle (rende il burrocacao più lucido) o di argan (nutre ulteriormente).

Prendete un vasetto di vetro, versateci dentro i due burri e scioglieteli a bagnomaria, quando il composto sarà semi-liquido togliete il vasetto dal fuoco e aggiungete le gocce d’olio, mescolate energicamente e poi riponete il tutto in frigo per una notte in modo che si rapprenda bene! (Foto by InfoPhoto)

Ovviamente se volete creare un burrocacao in stick vi basterà versare il composto ancora liquido dentro ad uno stick usato in modo che assuma la forma classica del burrocacao.

Ecco un elenco delle materie prime che di solito si comprano per iniziare ad auto produrre cosmetici:

Cera d’api gialla e/o bianca purificata, ecc.

Burro di karitè, burro di mango, ecc.

Olio di mandorle, lino, argan, jojoba, ricino, ecc. (più se ne hanno e meglio è)

Idrolati (di rose, ecc.)

Oli essenziali (tea tree, lavanda, menta, rosmarino, timo, ecc.)

Antiossidante (vitamina E o tocoferolo, ecc.)

Conservante (Cosgard o altri)

Acido lattico e cartine per misurare PH

Tensioattivi (per fare la schiuma nei detergenti, shampoo, ecc.)

Emulsionanti (per creare creme, ovvero emulsioni di parte acquosa e oleosa)

Addensanti/gelificanti (per creare gel o composti meno liquidi e più densi)

Attivi (sostanze funzionali come il pantenolo, l’acido ialuronico, ecc.)

Coloranti (polveri per colorare i nostri preparati)

Fragranze (per profumare i preparati)

Argilla, ossido di zinco, hennè, ecc.

Attrezzature (come bilancina, contenitori di vetro o plastica, spatoline, mixer, ecc.)

Contenitori vuoti per cosmetici (porta creme, porta shampoo, ecc.)

E se vi dovete sposare, ecco qualche consiglio utile sul make up fai da te per il giorno del vostro matrimonio:

Galleria di immagini: Trucco sposa: i consigli utili per il make up fai da te