Ricetta antipasto di carne alla contadina

TEMPO PREPARAZIONE E COTTURA:

1 ORA

PER PORZIONE:

CALORIE 315

PREPARAZIONE

Tagliate a fiammifero la lingua salmistrata (la si trova facilmente nei supermercati), tagliate a fiammifero la fetta di prosciutto cotto privata del grasso, fate a pezzi piccolissimi la carne di vitello lessata (potete usare anche il petto di pollo), e tritate finemente la parte interna di un sedano bianco e il carciofo avendo cura di eliminare le foglie dure.

Preparate una buona tazza di maionese con due tuorli, un bicchiere di olio d’oliva, limone, sale e pepe.

Mescolatela agli ingredienti preparati come sopra, e ponete tutto in una ciotola capace. Mettete in frigorifero per un paio d’ore.

Foderate poi un piatto ovale di portata con foglie di lattuga lavate e ben asciugate, capovolgete la ciotola con gli ingredienti tenuti in frigorifero sopra le foglie di lattuga, poi ricoprite tutto con un velo di gelatina intiepidita, che avrete preparato con un dado per gelatina.

Mettete di nuovo in frigorifero.

Al momento di servire rassodate le uova, raffreddatele e tagliatele a fette sottili; decorate con le uova la sommità della preparazione.

Ponete attorno olive e cetriolini a piacere e portate in tavola.

DOSI PER 4 PERSONE

INGREDIENTI

70 g. di lingua salmistrata in una sola fetta

70 g. di prosciutto cotto tagliato in una sola fetta

70 g. di vitello lesso o petto di pollo lesso

1 sedano

1 carciofo novello

1 tazza di maionese

foglie di lattuga

1 dado per gelatina

2 uova

sottaceti per decorare

VINI CONSIGLIATI

BARDOLINO SUPERIORE

PINOT GRIGIO “COLLIO GORIZIANO O COLLIO” (Venezia Giulia)

CASTEL TAGLIOLO (Piemonte)

BARDOLINO SUPERIORE

Aree di produzione: Veneto provincia VR (zone di antica tradizione) – affinamento: 1 anno obbligatorio quindi fino a 3 anni – caratteristiche: fermo o leggermente frizzante – abbinamento consigliato: TUTTO PASTO, CARNI BIANCHE – colore: rubino chiaro al cerasuolo e al granato con l’invecchiamento – odore: vinoso con leggero profumo delicato – vitigni: corvina veronese (35%-65%) rondinella (10%-40%) molinara (10%-20%) negrara (0-10%) eventualmente barbera e/o rossignola e/o sangiovese e/o garganega (0-10%) – sapore: asciutto sapido leggermente amarognolo armonico sottile – gradazione alcolica minima 11,5°.

PINOT GRIGIO “COLLIO GORIZIANO O COLLIO” (Venezia Giulia)

È un vino generoso, di corpo armonico, con profumo abbastanza intenso, persistente; ha colore giallo dorato tendente la ramato. Gradazione alcolica: 12,5/13,5°. Va servito a 12° circa con minestre sostanziose, risotti di carni leggere, lessi di carni o di pollo.

CASTEL TAGLIOLO (Piemonte)

Vino tipico ottenuto con uve ”Cortese” e, in minima parte, con altre uve. Si presenta con un colore giallo paglierino e ha un profumo delicato e caratteristico; il sapore è asciutto e fresco; la gradazione alcolica si aggira intorno agli 11° circa. Servitelo come vino da TUTTO PASTO e in particolare con ANTIPASTI MAGRI, Temperatura di servizio 10-12° circa.