Messy bun, chic e spettinata!

Come realizzare lo chignon spettinato perfetto in poche semplici mosse

Pubblicato il 29 ottobre 2020

Si chiama messy bun, ed è l’acconciatura più trendy del momento tra tutte le proposte: per questo la nostra redazione ha deciso di raccontarvi cos’è, a chi sta bene e come realizzarla.

Il messy bun non è altro che uno chignon alto spettinato, e deve il suo nome alla forma. Se messy, infatti, vuol dire disordinato, negli Stati Uniti il bun è un panino tondo e morbido. Deve senz’altro il suo successo ai social. Infatti, non c’è influencer o fashion blogger che non si sia fatta un selfie o non si sia fatta fotografare con questa acconciatura rilassata.

I motivi della messy bun mania non mancano: questo finto scompigliato chignon è simbolo di uno stile effortless chic; è casual ma adatto a diversi stili; è semplice da realizzare; regala una forte personalità; permette di scoprire collo e viso a vantaggio dell’obiettivo. Il più importate? Sta bene a tutte!

Messy bun DIY
Messy bun, tutorial (foto: Pinterest)

Il decalogo dell’acconciatura perfetta

Avete provato a realizzare questa acconciatura ma con scarsi risultati? Ecco i consigli per un messy bun perfetto e i passaggi da seguire.

  • Se avete paura che lo chignon rovini i vostri capelli, non dovete far altro – se scegliete di portarlo per più giorni di seguito – che spostarlo leggermente. Un po’ più alto, un po’ più in basso, come preferite voi. Si tratta dello stesso consiglio utile per chi sceglie la coda tutti i giorni. In questa maniera, infatti, l’elastico non insisterò sul medesimo punto e si eviteranno capelli spezzati o danneggiati.
  • Per controllare i capelli più corti all’attaccatura della fronte, che formano piccoli e selvaggi riccioli, è opportuno utilizzare un prodotto apposito. Si può puntare su mousse, lacca per capelli o gel, meglio se bio, con ingredienti naturali o un buon INCI.
  • Si può realizzare un messy bun anche con capelli molto sottili, avvalendosi dell’aiuto di uno spray texturizzante.
  • Questa acconciatura viene meglio (per resa e tenuta) se i capelli non sono appena stati lavati. Il secondo giorno dopo lo shampoo è ideale.
  • Il bun si può realizzare con forcine ed elastico, ma anche senza forcine. L’importante è che l’elastico sia robusto e morbido, per tenere l’acconciatura senza strappare i capelli.
  • In alternativa alle forcine si possono utilizzare le spin hair pin, forcine dalla forma elicoidale che non solo tengono compatto lo chignon, ma hanno anche il pregio di mantenerlo fermo e saldo nel punto in cui lo avete realizzato.
messy bun tutorial
Messy bun, tutorial (foto: Pinterest)

Come realizzare il messy bun

Per questa acconciatura bastano pochi minuti, e anche le meno esperte potranno ottenere un buon risultato.

  1. Pettinate con una spazzola a denti i capelli, assicurandovi di eliminare tutti i nodi.
  2. Raccogliete i capelli sulla testa e realizzate una coda di cavallo molto alta, lasciando l’elastico morbido.
  3. Arrotolate i capelli intorno alla base della coda, senza stringere troppo né curarvi delle ciocche che tendono a sfuggire.
  4. Inserite la fine della coda nell’elastico per fermarla e, se volete, fissate con alcune forcine lo chignon.
  5. Sfilate qualche ciocca sottile dallo chignon o dalla fonte o, ancora, ai lati del viso per un effetto finto spettinato.
  6. Per fermare l’acconciatura è possibile utilizzare una passata di lacca naturale.
Seguici anche su Google News!