Come prendersi cura dei capelli afro. 7 tips e prodotti indispensabili

Belli tanto quanto fragili. Ecco una carrellata di tips e accessori indispensabili per prendersi cura dei capelli riccissimi

Pubblicato il 9 giugno 2022
Bellezza

Voluminosi, folti e irresistibili: sono i capelli afro, unici nel loro genere e belli tanto quanto difficili da domare. Questo tipo di capello è senz’altro particolare da trattare e allo stesso tempo può essere delicato e fragile. Al contrario di quello che si potrebbe pensare infatti, il capello così riccio ha una struttura molto sottile che rende altrettanto facile la rottura. Il capello afro è infatti piatto e si arrotola su se stesso in spirali via via sempre più strette.

I capelli afro inoltre non sono tutti uguali, così come non sono uguali i tipi di capello riccio. Quelli più fitti hanno angoli acuti sui capelli, quelli più morbidi invece sono caratterizzati da ricci più tondi. Nonostante questo, chi ha i capelli afro gode di una capigliatura molto elastica: caratteristica che diventa evidente quando li si stira in acconciature lisce, possono infatti diventare lunghi più del doppio!

Il principale nemico dei capelli è afro è l’effetto crespo e per evitare l’effetto “spugna” e secco, hanno bisogno di essere costantemente idratati. Questo permetterà ai ricci una maggiore definizione.

Capelli afro
La bellezza dei capelli afro. Foto: Pexels

Come prendersi cura dei capelli afro

Vediamo insieme una carrellata di buoni consigli per gestire al meglio i capelli afro:

1. Si parte dalla detersione

La prima regola è quella di strofinare il cuoio capelluto e non le ciocche durante lo shampoo. In questo modo si eviterà di creare nodi difficili (se non quasi impossibili) da sciogliere.

2. Non rinunciare mai al balsamo

Mai come con i capelli afro il balsamo non è un’opzione, bensì una scelta indispensabile, da applicare dopo il consueto shampoo. Meglio optare per un prodotto districante, disciplinante e cremoso.

3. Sì a burri e olii

Abbiamo detto che i capelli afro hanno bisogno di essere nutriti e idratati, per questo sono assolutamente ammessi prodotti a base di burri e olii “grassi”, come l’olio di cocco e di mandorla: quest’ultimo è noto per le sue proprietà nutritive e idratanti, ed è capace di contrastare proprio la secchezza tipica dei capelli riccissimi. Oppure si possono eseguire trattamenti professionali e specifici a base di acido ialuronico, ideali per prendersi cura del fusto del capello.

Capelli afro: i prodotti indispensabili

4. No alla spazzola, si al pettine a denti larghi

Con questo tipo di capelli, meglio scordarsi le classiche spazzole che si userebbero su qualsiasi altro tipo di capello. La scelta ideale è un pettine a denti larghi e possibilmente in legno: ne esistono alcuni progettati proprio per i capelli afro.

5. Il panno in microfibra è meglio dell’asciugamano

Dopo lo shampoo inoltre, sarebbe una buona abitudine evitare di strofinare i capelli con il classico asciugamano: si spezzerebbero e si favorirebbe l’insorgenza dei nodi. Meglio optare per un panno in microfibra col quale tamponarli leggermente, in modo da eliminare e asciugare l’acqua in eccesso.

6. Usare il diffusore (solo sulla nuca)

Un altro accessorio molto utile per definire i ricci afro è il diffusore, da applicare sulla bocca del phon: servirà ad eliminare l’umidità in eccesso sul cuoio capelluto. Meglio evitare però di usarlo sul resto delle lunghe e tantomeno le punte.

7. Capelli afro: i supplementi per curarli dall’interno

Qualora si riscontrassero problemi nel farli crescere oltre una determinata lunghezza perché portati a spezzarsi molto prima, si può pensare di integrare la propria alimentazione con dei supplementi che aiutino la crescita dei capelli, come ad esempio degli integratori a base di vitamine del gruppo B o di ferro, zinco e germe di grano.

Seguici anche su Google News!