Dermaplaning o Oilplaning? Come è meglio depilarsi il viso

La depilazione del viso è una faccenda senza dubbio delicata: quali sono le differenze tra Dermaplaning e Oilplaning? E qual è quella più adatta alle proprie condizioni?

Pubblicato il 19 gennaio 2023
Bellezza

Il Dermaplaning è una procedura di bellezza sempre più popolare, che consiste nell’utilizzo di una lama sterilizzata per rimuovere delicatamente la peluria del viso e le cellule morte della pelle. La procedura solitamente è eseguita da un estetista o da un medico specializzato e dura in media 30 minuti a seduta. In questo articolo capiremo la differenza tra Dermaplaning e Oilplaning, quest’ultimo di più recente diffusione.

Il Dermaplaning è un trattamento efficace per migliorare l’aspetto della pelle, rendendola più liscia e levigata. La rimozione dei peli facciali superflui può anche aiutare a ridurre l’aspetto delle rughe e delle linee sottili e migliorare la texture generale della pelle. Inoltre, rimuovendo la pelle morta, si aumenta l’assorbimento dei prodotti per la cura della pelle.

Come si effettua il dermaplaning

Il Dermaplaning è anche utilizzato come preparazione per trattamenti successivi come peeling chimici o trattamenti laser. Rimuovendo la pelle morta e i peli facciali superflui, infatti, i trattamenti successivi possono penetrare più in profondità nella pelle e quindi risultare più efficaci.

Per quanto riguarda gli strumenti per praticare questo tipo di rasatura del viso, vengono utilizzati rasoi specifici, con una lama progettata appositamente per il Dermaplaning. Sono sostanzialmente composti da lame di alta qualità e micro protezioni per aiutare a proteggere la pelle dalla rasatura.

Per chi decide di sperimentare il Dermaplaning autonomamente, ecco i passaggi da seguire:

  • Lavare il viso in modo che la pelle sia pulita e preparata per il trattamento
  • Applicare uno strato sottile di olio per il viso
  • Usando il rasoio specifico per il Dermaplaning, compiere tratti brevi e leggeri mentre si tiene la pelle tesa e tirata. Può essere utile tenere a portata di mano un batuffolo di cotone per pulire la lama durante il processo.

Attenzione: la lama deve passare solo su aree specifiche del viso ed evitare assolutamente le palpebre, le labbra e altre aree vicino all’attaccatura dei capelli. Bisogna evitare di passare sopra anche a irritazioni cutanee dovute dall’acne, da dermatiti o da altri disturbi, come la rosacea.

Dopo aver finito la rasatura:

  • Lavare di nuovo il viso con un detergente delicato.
  • Applicare una crema idratante e riparatrice.

Dermaplaning sì o no? Gli aspetti da considerare

Il Dermaplaning è generalmente considerato sicuro per la maggior parte delle persone, tuttavia, non è raccomandato per chi soffre di acne o infiammazioni in corso. Inoltre, chi sta assumendo farmaci che possono rendere la pelle più sensibile dovrebbe parlare con il proprio medico prima di sottoporsi a un trattamento di Dermaplaning.

È comunque bene specificare che, in generale, si tratta di una procedura sicura ed efficace per migliorare l’aspetto della pelle e prepararla come abbiamo visto a trattamenti successivi. Se si è interessati a questo trattamento, meglio parlare con un medico specializzato per capire se è la procedura più adatta alle proprie esigenze e caratteristiche della pelle.

Oilplaning, la variante della depilazione viso per le pelli più sensibili

Su TikTok si è diffuso l’Oilplaning, che consiste nell’applicazione di un olio per il viso sulla pelle prima della rasatura, e rappresenta quindi una nuova versione del Dermaplaning. I dermatologi consigliano questa variante di depilazione per il viso specialmente se la pelle è secca.

In questo modo si aggiungerà alla pelle uno strato ulteriore di protezione, migliorando inoltre la scorrevolezza della lama. Non solo, si ridurrà anche il rischio di irritazioni e tagli. L’Oilplaning è dunque particolarmente indicato per chi ha la pelle più sensibile. Tra gli oli più usati per questo scopo, ci sono quelli vegetali e le varianti arricchite ad esempio con squalane e rosa canina.

Seguici anche su Google News!