Per la mia oral beauty routine dovrei usare anche un idropulsore come questo?

Dallo studio dentistico all'esperienza completa a casa: l'idropulsore potrebbe essere il prossimo dispositivo da aggiungere alla nostra oral beauty routine

Pubblicato il 20 gennaio 2023
Bellezza

Abbiamo già visto come l’oral beauty routine rappresenti l’insieme di pratiche volte a prendersi cura dell’igiene orale e dell’estetica del sorriso. Non si ferma al classico spazzolino ma comprende l’utilizzo di strumenti e prodotti specifici per pulire i denti, le gengive e la lingua, e per rimuovere la placca e il tartaro. Tra gli strumenti più utilizzati a livello professionale per curare bocca, gengive e denti c’è l’idropulsore.

Che cos’è un idropulsore

Un idropulsore è un dispositivo che emette un getto d’acqua ad alta pressione per pulire i denti e le gengive. Solitamente è usato negli studi dentistici dai professionisti. Può essere utilizzato per:

  • rimuovere la placca e il tartaro
  • migliorare la salute delle gengive
  • prevenire la formazione di carie e malattie gengivali.

Utilizzare un idropulsore è un’ottima alternativa all’utilizzo del filo interdentale, soprattutto per le persone che hanno difficoltà nell’utilizzo di quest’ultimo. Attualmente ci sono molti idropulsori disponibili sul mercato per l’utilizzo domestico.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Philips Italia (@philipsitalia)

Alcuni dei migliori idropulsori in commercio sono:

  • Philips Sonicare Airfloss: è un idropulsore ad aria e acqua che utilizza tecnologia brevettata per rimuovere fino al 99,9% della placca in zone difficili da raggiungere con uno spazzolino manuale o uno spazzolino elettrico.
  • Waterpik WP-660: funziona ad acqua e utilizza una pressione regolabile per pulire i denti e le gengive. Offre una vasta gamma di ugelli per soddisfare diverse esigenze di igiene orale.
  • Oral-B Pro 3000: è un dispositivo ad acqua che utilizza la tecnologia di pulizia 3D per rimuovere fino al 100% di placca in più rispetto a uno spazzolino manuale tradizionale. Include 5 modalità di pulizia e un timer per aiutare a mantenere una corretta igiene orale.

Non va dimenticato che, oltre agli idropulsori, esistono anche altri strumenti per la pulizia dei denti, come gli spazzolini elettrici, i fili interdentali e i collutori. Tuttavia, l’utilizzo di un idropulsore di ultima generazione, soprattutto in combinazione con questi altri strumenti, può essere un’ottima soluzione per migliorare l’igiene orale e l’estetica del sorriso. In generale, il suo utilizzo può essere un’ottima aggiunta alla propria oral beauty routine.

Idropulsore nella propria oral beauty routine, sì o no?

L’idropulsore è uno strumento sempre più utilizzato anche tra le mura domestiche, tanto che questo tipo di dispositivo è stato messo in commercio per essere utilizzato a casa come complemento all’utilizzo dello spazzolino.

Incorporare un idropulsore nella propria routine di igiene orale può aiutare a migliorare la salute delle gengive e prevenire la formazione di carie. Il suo pregio più grande, forse, è proprio quello di essere in grado di raggiungere anche gli spazi interdentali difficili da pulire con le setole di uno spazzolino tradizionale. Può quindi essere utile per le persone che soffrono di problemi gengivali o che hanno difficoltà nell’utilizzo del filo interdentale.

Tuttavia, è importante notare che l’utilizzo di un idropulsore non sostituisce la necessità di una corretta igiene orale, comprensiva di spazzolamento e utilizzo del filo interdentale. Inoltre, è sempre consigliabile consultare il proprio dentista prima di utilizzare un idropulsore in modo autonomo. È infatti importante determinare se sia adatto alle proprie esigenze e ricevere istruzioni su come utilizzarlo correttamente. In generale, l’utilizzo di un idropulsore può essere un’ottima scelta per migliorare la propria oralcare, ma deve essere utilizzato in combinazione con una corretta routine di igiene orale e visite regolari dal dentista.

Seguici anche su Google News!