Punti neri: i migliori prodotti del 2022 per liberarsene

Ecco una carrellata di buoni consigli e trattamenti efficaci per liberarsi una volta per tutte dei fastidiosi punti neri

Pubblicato il 22 luglio 2022
Bellezza

I punti neri sono uno di quegli inestetismi che durante l’estate si accentua a causa del sudore, soprattutto sulle pelli più grasse e impure, che soffrono di questi problemi durante tutto l’anno. Liberarsene del tutto e in profondità non è un obiettivo facile da raggiungere: alcuni prodotti sono troppo aggressivi, altri non abbastanza efficaci, con la conseguente perdita di tempo che consegue dall’usare i prodotti sbagliati. I punti neri affliggono soprattutto la zona T, quella costituita da fronte naso e mento, con la creazione dei comedoni all’interno del follicolo pilifero.

L’acne o l’età non sono fattori che determinano per forza la presenza dei punti neri, sono infatti un problema che affligge soprattutto la pelle grassa e può comparire in qualsiasi momento. Come fare quindi per liberarsene del tutto? La beauty routine gioca un ruolo fondamentale e deve essere studiata in base alle caratteristiche della propria pelle.

Punti neri, liberarsene con la giusta beauty routine

Al contrario di quello che si potrebbe pensare, i prodotti sgrassanti e più aggressivi non sono quelli più adatti per questo tipo di problema, perché potrebbero scatenare esattamente l’effetto contrario, occludendo i pori: la pelle, infatti, potrebbe reagire producendo sebo in eccesso. Quindi:

  • Sì a prodotti delicati che rispettano la barriera cutanea naturale.
  • Sì alla doppia detersione, ovvero quella caratterizzata da due step e due prodotti, optando per il primo oleoso (capace di sciogliere persino il trucco) e uno schiumoso (che porti via qualsiasi residuo di make up e sporco).
  • Via libera anche a trattamenti purificanti come la maschera all’argilla: tra tutte, quella bianca è quella più indicata per la pelle del viso.
  • Approvati anche i cerottini anti impurità, che una volta applicati sulla zona da trattare vanno rimossi, e con essi vengono asportati anche i punti neri più superficiali.
  • Infine, optare per creme, lozioni sieri senza oli (oil free), e a base di acido salicilico.

Quanto ai trattamenti estetici, esistono i peeling chimici effettuati da professionisti che possono accelerare il turn-over cellulare, dando dei benefici tangibili anche sulle pelli più impure.

Anche il peeling enzimatico può giocare il suo ruolo in questa partita: si tratta di scrub e gommage a base di enzimi della frutta, che possono essere effettuati anche a casa come trattamento beauty fai da te, grazie alle formulazioni cosmetiche messe in commercio dai brand più in voga in questo settore.

Liberarsi dei punti neri, alcuni prodotti da provare nel 2022

Visti i trattamenti e i tipi di prodotti da usare, vediamo ora insieme alcuni cosmetici lanciati recentemente che danno risultati efficaci contro la lotta ai punti neri.

Fenty Skin – Cookies N Clean

A proposito di maschere, la maschera di Fenty Skin è a base di argilla, acido salicilico e carbone, e promette di disintossicare la pelle, agendo sui pori occlusi con la sua texture leggera. Si applica uno strato di crema sulla pelle, evitando il contorno occhi e le labbra, la si lascia asciugare per circa 10/15 minuti e poi si sciacqua con acqua corrente. Il carbone assorbe il sebo e le impurità, l’acido salicilico schiarisce le macchie della pelle, e gli estratti di rabarbaro e zenzero leniscono il viso.

Caudalíe – Vinopure

Il tonico di Caudalie Vinopure è dedicato proprio alle pelli più impure e ha il compito di migliorare la texture e di liberare i pori. Si tratta di una lozione purificante a base di acido acetyl-salicilico.

Miamo – Enzyme Peel O2 Masque

A proposito invece di peeling enzimatico da fare a casa, c’è la maschera di Miamo in gel che a contatto con l’acqua diventa una mousse leggera con cui massaggiare il viso, liberando i pori della pelle dalle impurità con un’azione efficace ma delicata.

Seguici anche su Google News!