SOS colorazione: i consigli per farla in casa (senza combinare disastri)

Per alcune può apparire semplice, ma la colorazione fai-da-te nasconde delle insidie che si possono affrontare grazie ad alcuni accorgimenti e seguendo correttamente tutti i passaggi per tingere i capelli

Pubblicato il 3 dicembre 2020
Bellezza

Come fare una colorazione fatta in casa e avere un risultato perfetto, come dal parrucchiere? Non sono pochi gli ostacoli che si possono incontrare ma, senza farsi scoraggiare, è bene pensare singolarmente a ogni step e ad eseguirlo in modo corretto. In questo modo, si possono evitare gli errori più comuni che vanno dalla scelta del colore alla colorazione applicata in modo non uniforme su tutte le radici (come quelle laterali o all’attaccatura della fronte). Quindi, se la tinta fai-da-te è l’unica strada percorribile è bene conoscerne tutti i segreti.

Come fare la tinta in casa: scegliere il colore giusto

Il primo passo per la tinta fai da te è quello di scegliere il colore giusto. In che modo? Affidandosi ai principi dell’armocromia, oppure regolandosi in base ai consigli e ai suggerimenti del parrucchiere di fiducia o, semplicemente, acquistando il colore già provato in passato e che, di conseguenza, si pensa possa stare bene.

Dopo aver deciso il colore, lo step successivo prevede la scelta tra una colorazione permanente, semipermanente o temporanea (a seconda delle esigenze e dell’effetto finale desiderato). La prima è quella che dura più a lungo e offre una copertura totale del colore della chioma; la seconda ha, invece, una durata minore (tendenzialmente intorno alla decina di lavaggi); infine, la temporanea va via con un semplice shampoo. Solitamente quella più complicata da fare, anche perché è quella più resistente e di “lunga durata”, è la tinta permanente che, se eseguita male, può avere un risultato poco gradevole poiché il colore risulterebbe troppo compatto. La colorazione permanente Belle Color, disponibile sul sito della Garnier, grazie alla ricca gamma di tinte e nuance effetto naturale consente di ottenere un colore della chioma naturale e, al tempo stesso, ricco di riflessi e sfumature.

Come fare la tinta: i passi da seguire

Prima di fare la tinta in casa, è bene ricordare di eseguire sempre un test allergico, almeno 48 ore prima di fare la colorazione, applicando un po’ di prodotto dietro l’orecchio e aspettare per vedere se si hanno delle reazioni indesiderate. Prima di passare a pennellino e colori, inoltre, è bene ricordare di proteggere occhi e viso applicando una crema idratante (a mo’ di barriera) che contorni l’attaccatura dei capelli sulla fronte. Questo accorgimento vi consentirà anche di rimuovere facilmente l’eccesso della colorazione che, inevitabilmente, finisce sulla pelle. Dopo aver osservato queste prime precauzioni, si possono indossare i guanti per iniziare a tingere i capelli seguendo questi pochi ma essenziali passaggi:

  • leggete attentamente le istruzioni riportate sul prodotto;
  • appoggiate una mantellina o un asciugamano vecchio sulle spalle;
  • dividete i capelli in ciocche e applicate il prodotto partendo dalle radici e dall’attaccatura dei capelli; ricordate di spostare le ciocche per arrivare a coprire tutta la testa, fin dalle radici, con la colorazione;
  • una volta applicato il colore uniformemente sulla testa, massaggiate il resto della tinta sulle lunghezze così da coprire tutto il capello con la tinta;
  • rispettate, scrupolosamente, i tempi di posa;
  • sciacquate via il prodotto con un normale shampoo (continuate a lavare fino a che l’acqua non sarà chiara e completamente pulita)
Pubbliredazionale
Seguici anche su Google News!