Arancia meccanica compie 50 anni e torna al cinema in 4K

Il capolavoro di Stanley Kubrick, una delle opere più controverse della storia del cinema, torna nelle sale in versione restaurata dal 29 novembre all’1 dicembre.

Pubblicato il 29 novembre 2021

Era il 1971 quando Arancia Meccanica (A Clockwork Orange) debuttò nelle sale. Sono trascorsi, ad oggi, 50 anni esatti e per l’occasione la pellicola torna nelle sale cinematografiche in versione restaurata 4K, dal 29 novembre all’1 dicembre.

Il film, diretto da Stanley Kubrick, è diventato una delle opere più famose e controverse della storia del cinema, nonché una delle più censurate, a causa delle immagini di estrema violenza. La narrazione, infatti, (tratta dall’omonimo romanzo distopico di Anthony Burgess, pubblicato nel 1962) parla dei “Drughi”: una gang criminale che prova piacere nel drogarsi, picchiare, rubare e commettere ogni tipo di azione efferata e spietata.

40 anni di Arancia Meccanica

Il protagonista è Alex DeLarge (Malcolm McDowell), il capo del clan, un ragazzo che ama la musica classica e la cosiddetta “ultraviolenza”. Arancia Meccanica ci presenta quindi un mondo crudo, stomachevole, crudele. Specchio di una società civilizzata che nasconde, in realtà, il vero istinto primordiale degli uomini, quello che li spinge alla prepotenza e alla prevaricazione.

Anche il titolo, del resto, trae spunto proprio da questo concetto. L’espressione A Clockwork Orangefa parte di un modo di dire londinese: “Strano come un’arancia ad orologeria”. La frase si riferisce a qualcosa che ci appare naturale soltanto all’esterno, ma che all’interno cela un aspetto bizzarro e inaspettato.

Il film, inserito dall’American Film Institute tra i migliori 100 film statunitensi di tutti i tempi, torna finalmente sul grande schermo, come annunciato da un post Instagram della Warner Bros Italia: “Un evento imperdibile per tutti gli amanti della settima arte”.

Seguici anche su Google News!