Come farsi lasciare in 10 mosse e senza sensi di colpa

Pubblicato il 26 settembre 2010

A molte di noi almeno una volta nella vita è capitato di trovarci immischiate in una relazione scomoda che, per un motivo o per un altro, non riusciamo a chiudere.

Come si fa a lasciare una persona? Non è una cosa semplice e delle volte non si ha il coraggio di farlo, per paura dei sensi di colpa. A venirci in soccorso è Ulrike Dahm, psicoterapeuta e autrice del libro “Come rovinarsi l’amore con successo”. Ecco quindi 10 consigli utili a riguardo.

Cambia il tuo uomo o almeno provaci. Non sarà difficile farlo, le donne per questo hanno una sorta di vocazione innata. Cercare di cambiare una persona non è cosa facile, per non dire impossibile e, nonostante le donne siano crocerossine, in questo gli uomini sono davvero dei cocciuti. Per infastidirlo criticalo spesso, soprattutto su ciò che a lui piace fare di più. Pretendi atteggiamenti che non fanno parte del suo carattere e che invece tu vorresti che avesse e vedrai che lui non sopporterà a lungo la situazione.

Una regola d’oro per far funzionare un rapporto è cercare di mantenere degli spazi proprio, fare tutto insieme avrà invece l’effetto opposto. Quindi marcalo stretto, invadi i suoi spazi e se proprio lui non ti volesse, chiamalo continuamente. In una parola sola sii appiccicosa, gli uomini lo odiano.

Cerca di essere accondiscendente e di soddisfare ogni suo desiderio. In questo modo il tuo lui senza accorgersene incomincerà a sentirsi in colpa, perché si sentirà di non fare mai abbastanza. Da qui la frustrazione e l’allontanamento da parte di lui.

Se essere accondiscendente non fosse servito, fai l’opposto, diventa una bisbetica indomabile, lamentati sempre e comunque. Fagli capire che non ne azzecca mai una. La pazienza non è iscritta nel DNA degli uomini o per lo meno non è la loro qualità migliore

Dormire per gli uomini è un diritto sacrosanto e inviolabile a meno che non si tratti di buttarsi nelle gioie del sesso. Ma visto che questo non è il tuo intento, fagli passare qualche notte in bianco, lamentandoti per qualsiasi cosa: il caldo, il mal di schiena, lui che russa.

Oltre a invadere i suoi spazi, azzarda di più e controllalo: posta elettronica, SMS, telefonate. Fagli capire che non ti fidi più di lui. E si sa, la fiducia è alla base di un buon rapporto, quindi quando questa manca la fine è vicina.

La casa deve essere sempre ordinata, guai a lasciare cose fuori posto. Quando lui vuole riposarsi è il momento ideale per fargli fare qualche pulizia domestica e, se non fosse d’accordo, saprai già cosa fare.

Utilizza la tattica del “bla, bla, bla“, parla più che puoi e di tutto, anche in questo le donne sono delle campionesse. E gli uomini che stupidi non sono, hanno pensato bene di usare la mossa del far finta di ascoltare. Ed è qui che devi agire: interrogalo, cerca di farlo interagire e lo coglierai nel sacco. Dopo di che dai libero sfogo alle tue lamentele.

Se non dovesse mollare, colpiscilo nel suo orgoglio sessuale. Mostrati insoddisfatta e paragonalo ai tuoi ex più capaci di lui.

L’ultimo consiglio è quello di essere sincere con voi stesse e con il vostro partner. Dire le cose come stanno è sempre la cosa migliore. Stargli vicino anche quando non lo ami più non farà altro che accrescere il tuo malessere. Quanto ai sensi di colpa, passeranno col tempo.

Seguici anche su Google News!