"Mai più sarò Samantha Jones di Sex and The City", parola di Kim Cattrall

In un'intervista a Variety, l'attrice ha ribadito l’importanza del sapersi fermare al momento giusto e ha spiegato il perché non è più interessata a ricoprire il ruolo della travolgente amica di Carrie Bradshaw: tra i motivi un personaggio che non si evolveva e il suo no alle scene di sesso sul set. Inoltre per lei Sarah Jessica Parker & co. non era "amiche" ma "colleghe".

Pubblicato il 5 maggio 2022
News

Mentre i fan di tutto il mondo di Sex and The City sono in attesa della seconda stagione di And Just Like That, la grande assente di questo sequel della serie cult, Kim Cattrall ha rotto il silenzio sul suo rifiuto di rivestire i panni di una delle storiche protagoniste, Samantha Jones.

In una lunga intervista al magazine Variety, ha ribadito l’importanza del sapersi fermare al momento giusto e ha spiegato il perché non è più interessata a ricoprire il ruolo della travolgente amica di Carrie Bradshaw:

“È saggio sapere quando è abbastanza. Inoltre non volevo compromettere ciò che lo show è stato per me. La strada da seguire sembrava chiara”.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Kim Cattrall (@kimcattrall)

Tra le decisioni di Kim Cattrall c’è anche un categorico no alle scene di sesso sul set: “Non voglio più essere nuda. Ho 65 anni. Sono in ottima forma. Ma non sono interessata”. Inoltre, ha precisato l’attrice, nessuno le chiesto di prendere parte a And Just Like That, probabilmente per tutti i no che aveva espresso al film Sex and the City 3:

“Non mi è mai stato chiesto di far parte del reboot. Ho chiarito i miei sentimenti dopo il possibile terzo film, quindi ho saputo del ritorno come tutti gli altri – sui social media. La serie è fondamentalmente il terzo film che mai è stato fatto”.

Il rifiuto di Kim Cattrall al terzo film sulla serie cult era arrivato perché secondo lei il personaggio di Samantha Jones non si evolveva:

“Non ho abbandonato nessuno. Riesci a immaginare di tornare a fare un lavoro che hai già fatto 25 anni fa? E il lavoro non è diventato più facile; è diventato più complicato nel senso di come andrai a progredire con questi personaggi? Tutto deve crescere, o muore. Quando la serie è finita, ho pensato che fosse finita in modo intelligente. Poi è arrivato il film per porre fine a tutte le questioni in sospeso. E poi un altro film. E poi un altro film?”.

“Ne ho sicuramente sentito parlare”, dice il volto del reboot Queer as Folk, parlando di And Just Like That, che ammette di non aver voluto vedere e ribadendo di non voler tornare nei panni di Samantha: “Questo è un no. È potente poter dire di no”. E poi conclude dicendo che sul set lei e Sarah Jessica Parker, Cynthia Nixon e Kristin Davis non erano “amiche”:

“Immagino dipenda da come definisci gli amici. Penso che fossimo colleghe. I miei colleghi non sono miei amici. Era un rapporto professionale”.

Seguici anche su Google News!