Sara Tommasi porno: dopo il film, il live sex show a Firenze

Sara Tommasi si esibirà in un live sex show a Firenze: decadono, così, le tesi del porno girato a sua insaputa sotto l'effetto di droghe?

Sara Tommasi pronta per uno show hard. Almeno è così che titola un manifesto di un celebre locale di Firenze, il Sexy Disco Excelsior a Campi Bisenzio. Nello stesso locale si sono esibite altre performer nel campo dell’hard, come Zelica Martinelli, Ginevra Hollander, Amandha Fox e anche Nadia Macrì, la ragazza del bunga bunga.

Sara Tommasi, alla vigilia della presunta uscita del suo film porno il 7 luglio, aveva dichiarato di essere stata drogata per girare la pellicola, ma a questo punto la dichiarazione non assume grande valore, anche alla luce della smentita del produttore Federico De Vincenzo: in altre parole, se la Tommasi si dà a un sex show, perché negare il proprio coinvolgimento nell’hard?

Il sexy show con Sara Tommasi, che dovrebbe contestualmente presentare il suo film porno, si dovrebbe tenere il 30 giugno. Sul manifesto si legge:

«Direttamente dall’Isola dei Famosi e da Coming Soon Television, Sara Tommasi special guest con il suo primo sexy show dal vivo.»

Una delle spiegazioni plausibili è in Alfonso Luigi Marra. La soubrette è stata con l’avvocato per un periodo, sostenendolo nella sua lotta contro il signoraggio bancario: poi la fine della storia, un video su YouTube in cui lei appariva poco lucida e chiedeva a gran voce l’amore di Marra, infine l’annuncio che sarebbero tornati insieme. Ma in un’intervista a Marra nei giorni scorsi, il legale affermava che la Tommasi assumesse droghe – cocaina nello specifico – suffragando la teoria del porno sotto effetto di stupefacenti. L’ipotesi più plausibile dietro questo giallo è che la Tommasi non voglia deludere e perdere Marra, com’è naturale che sia per una donna innamorata, mentendo sulle sua attività. Donna che, tuttavia, non è esente da errori e cadute di stile: spogliarsi contro il signoraggio è una cosa, anche se forse non si condivide la tesi, ma farlo per un pubblico mosso da ben altri ideali è un’altra.