Ci sarebbe anche un bacio saffico agli atti del processo controNicole Minetti, Lele Mora ed Emilio Fede.

Secondo i magistrati, la minorenne Karima El Mahroug, in arte Ruby Rubacuori, sarebbe stata spinta ad atti sessuali con la stessa Nicole Minetti, e forse anche con altre partecipanti alle feste nella villa di Silvio Berlusconi.

Galleria di immagini: Le ragazze de L'Olgettina

La confessione è giunta dalla stessa Ruby Rubacuori nei primissimi colloqui con i magistrati milanesi, quando ancora la ragazza appariva entusiasta di raccontare le sue amicizie importanti, la sua relazione con il Presidente Berlusconi, e la sua partecipazione a festini hard.

Secondo i racconti di Ruby, che per i magistrati sono poi stati confermati dalle deposizioni rese da altre ragazze coinvolte, Silvio Berlusconi avrebbe apprezzato lo scambio di baci e carezze lesbo tra le ragazze del bunga bunga. Come risulta dalle parole del procuratore aggiunto Pietro Forno:

“Ruby racconta di essere stata coinvolta in un bacio saffico con la Minetti, e sappiamo da tutta una serie di fonti assolutamente indipendenti che il fruitore finale aveva interesse per questo tipo di condotte, quindi non è una invenzione della ragazza”.

Il fruitore finale, come chiarito in altri atti, sarebbe proprio Silvio Berlusconi. Nicole Minetti, che in questo processo è accusata di sfruttamento della prostituzione minorile, avrebbe secondo i PM spinto Ruby ad accontentare i desideri del padrone di casa, anche orientandola su atteggiamenti lesbo.

Questo dettaglio emerge in effetti anche nei racconti di altre testimoni, tra cui Chiara Danese, Ambra Battilana e la famosa “testimone M.”, amica riminese di Nicole Minetti che andò via da Arcore dicendosi scandalizzata. Sono quindi numerosi i racconti che parlano di orge e atti sessuali omosessuali ad Arcore, in cambio dei quali le ragazze coinvolte avrebbero ricevuto del denaro e dei regali.

Sarà il processo a chiarire se si trattava effettivamente di prostituzione, se qualcuno era incaricato di organizzarla, e se a tutto ciò partecipò effettivamente anche la minorenne Ruby.