Ricetta faraona arrosto tartufata (foto by: alberghiera.it)

TEMPO PREPARAZIONE E COTTURA:

1 ORA E UN QUARTO

PER PORZIONE:

CALORIE 420

PREPARAZIONE

Preparate la faraona per farla arrosto nel modo consueto con solo busto, cioè vuota, senza il collo e le zampe.

Sbucciate leggermente i tartufi e mettetene qualche fettina cruda nella pancia della faraona e sotto la pelle.

Fate rosolare le restanti fettine per due minuti nel burro, in un tegamino con pepe e sale, bagnandole con il Marsala.

Togliete dal fuoco, lasciate raffreddare, indi farcite con il composto la faraona.

Ricucite la faraona tanto nella parte inferiore quanto nella parte anteriore, dove è stato levato il collo. Avvolgete la faraona in una carta stagnola unta di burro, con una spolverata di sale.

Adagiatela in una teglia e fate cuocere in forno a fuoco medio-alto.

A due terzi di cottura, eliminate la carta stagnola e finite di colorire la faraona.

DOSI PER 4 PERSONE

INGREDIENTI

una faraona giovane

2 tartufi neri di Norcia

30 g. di burro

½ bicchiere di Marsala

sale – pepe

VINI CONSIGLIATI

FRIULI LATISANA REFOSCO DAL PEDUNCOLO ROSSO SUPERIORE

BRUNELLO DI MONTALCINO

CARMIGNANO RISERVA

FRIULI LATISANA REFOSCO DAL PEDUNCOLO ROSSO SUPERIORE

Aree di produzione: Friuli Venezia Giulia provincia UD – affinamento: fino a 3 anni – caratteristiche: fermo – abbinamento consigliato: CARNI BIANCHE, VOLATILI E MAIALE – colore: rubino con riflessi violacei – odore: erbaceo gradevole intenso – vitigni: refosco dal peduncolo rosso (90%%-100%) – sapore: tipico leggermente erbaceo fine asciutto – gradazione alcolica minima 11,5°.

BRUNELLO DI MONTALCINO

Aree di produzione: Toscana – affinamento: 4 anni obbligatori di cui 3 in botti di rovere quindi fino a 10 anni ed oltre – caratteristiche: fermo abbinamento consigliato: ARROSTI, SELVAGGINA, FORMAGGI STAGIONATI – colore: rubino intenso al granato – odore: intenso tipico vitigni: sangiovese (brunello) (100%) – sapore: asciutto caldo un po’ tannico robusto armonico persistente asciutto – gradazione alcolica minima 12,5°.

CARMIGNANO RISERVA

Aree di produzione: Toscana – affinamento: 3 anni obbligatori quindi fino a 6 anni ed oltre caratteristiche: fermo – abbinamento consigliato: ARROSTI, CARNI ROSSE, SELVAGGINA, FORMAGGI STAGIONATI – colore: rosso vivace intenso al granato con l’invecchiamento – odore: vinoso intenso anche di mammola fine con l’invecchiamento – vitigni: sangiovese (45%-70%) canaiolo nero (10%-20%) cabernet franc e/o cabernet sauvignon (6%-15%) trebbiano toscano e/o canaiolo bianco e/o malvasia del Chianti (max 10%) altre (0-5%) – sapore: asciutto sapido pieno morbido vellutato armonico asciutto – gradazione alcolica minima 12,5°.