L’aumento di peso in gravidanza è assolutamente normale, tuttavia molte donne fanno fatica a tornare nella forma ideale dopo il parto. Secondo gli esperti le cause sono da individuare proprio nelle abitudini e comportamenti mantenuti durante i nove mesi di gestazione.

Sebbene pressoché tutti i ginecologi raccomandino alle donne in attesa una certa attenzione all’alimentazione, succede spesso che non si riesca a rimanere entro i chili in più consigliati.

Galleria di immagini: Gravidanza e sport

Si dice infatti che più si aumenta di peso durante la gravidanza, più sarà difficile eliminarlo dopo il parto. Secondo Jennifer C. Lovejoy, specialista del Pennington Biomedical Research Center di Baton Rouge, è ad esempio fondamentale il grasso accumulato nel primo trimestre, che non è assolutamente finalizzato alla crescita del feto ma si accumula inesorabilmente sul corpo della futura mamma.

La situazione è resa ancora più difficile dai cambiamenti ormonali, che spesso possono rendere difficile il controllo delle calorie che si assimilano dopo la nascita del bambino. In presenza di due parti molto ravvicinati, inoltre, le cose si complicano maggiormente, infatti una donna che ha due figli in meno di due anni non ha il tempo di riacquisire la sua costituzione così com’era prima della gravidanza.

Anche l’allattamento al seno può influire sul controllo del peso: una mamma che allatta per meno di sei mesi ha più problemi a dimagrire, perché è proprio in questa fase che si ha maggiore possibilità di ridurre i depositi adiposi.

Esiste un’altra teoria, molto recente, secondo la quale sarebbe lo stress a determinare l’aumento di peso di una neo mamma. Ad affermarlo sono gli esperti della Georgia Health Sciences University, secondo i quali questo malessere molto comune dopo il parto è più dannoso della mancanza di attività fisica.

Lo studio ha coinvolto sessanta donne diventate madri da poco, delle quali è stato analizzato l’indice di massa corporea precedente alla gravidanza, l’aumento di peso durante i nove mesi, lo stato di stress del momento e l’eventuale attività fisica svolta nelle 24 ore precedenti il questionario.

“Uno stile di vita sedentario, o una scarsa attività fisica, sono stati influenzati dal tipo stress legato alla genitorialità delle madri. Lo stress dei genitori, soprattutto la depressione, è stata associata a una minore attività fisica e un più alto indice di massa corporea post-partum”.

La correlazione appare abbastanza logica, tuttavia sembra che anche l’interazione sociale delle neo mamme sia strettamente legata all’ingrassare dopo il parto: ciò avviene perché le donne socializzano in modo sedentario, prevalentemente al telefono o in casa propria, evitando di uscire. Lo stress dei genitori sembra quindi avere conseguenze sulla vita post partum di molte donne.

Che cosa si può fare per evitare di ingrassare troppo dopo il parto?

Praticare esercizio fisico durante la gestazione può aiutare a dimagrire più velocemente, e in modo duraturo, dopo la nascita del bimbo. Sembra inoltre che anche rientrare al lavoro abbastanza presto dopo la maternità impedisca di accumulare ancora più chili, perché facilita la ripresa delle solite abitudini anche alimentari.