Alessia Marcuzzi: auguri social al marito Paolo Calabresi Marconi

In occasione del compleanno del compagno, la conduttrice ha condiviso una serie di scatti dolcissimi

Aggiornato il 7 maggio 2020

Alessia Marcuzzi e Paolo Calabresi Marconi sono una delle coppie più affiatate dello showbiz, anche se non amano apparire sui social come altri colleghi.

La conduttrice ha fatto uno strappo alla regola in occasione del compleanno del marito con cui è sposata dal 2014. Su Instagram ha condiviso una serie di scatti in cui sono immortalati sorridenti durante le vacanze estive. Nella didascalia alle immagini, Alessia ha lanciato i suoi auguri dolcissimi al compagno: “Ma come funziona ‘sta storia che noi umani invecchiamo e tu ringiovanisci? Auguri amore. Ti vogliamo tutti un mondo di bene“.

I due vivono a Roma insieme ai figli di lei, Tommaso avuto da Simone Inzaghi nel 2001 e Mia nata dall’amore con Francesco Facchinetti nel 2011. Si tratta, quindi, di una vera famiglia allargata in cui l’imprenditore e produttore televisivo si è calato nei panni di padre premuroso e sempre presente così come ha dichiarato poco tempo fa la Marcuzzi: “Tommaso e Mia sono molto sereni e mio marito Paolo è un santo. Lui è molto complice dei miei figli“.

Visualizza questo post su Instagram

Ma come funziona sta storia che noi umani invecchiamo e tu ringiovanisci???🧐🤪 Auguri amore. Ti vogliamo tutti un mondo di bene😍❤️

Un post condiviso da Alessia Marcuzzi (@alessiamarcuzzi) in data:

In una delle ultime puntate di Domenica In, la presentatrice ha anche svelato qualche particolare sul suo rapporto ammettendo di essere innamorata come il primo giorno: “Paolo è l’unico uomo che è riuscito a sposarmi. Mi ha addomesticata. Mi ha conquistata lasciandomi libera. Non è geloso, mi permette di fare quello che voglio. Io posso fare le vacanze da sola con le amiche, lui no!“.

Visualizza questo post su Instagram

Quando usciremo di casa, faremo la gara di baci 😂😂😂

Un post condiviso da Alessia Marcuzzi (@alessiamarcuzzi) in data:

Articolo originale pubblicato il 20 aprile 2020

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Francesco Facchinetti