Il mese di nascita svela la durata della vita

Secondo alcuni scienziati, il mese di nascita indica la salute futura del bambino, e persino se avrà una vita più o meno lunga.

Dimmi in che mese sei nato e ti dirò quanto vivrai. Non è l’approccio di di una maga, ma la provocazione scientifica di un giornale inglese, che ha stilato la classifica dei malanni e dei problemi delle persone a seconda del mese in cui sono nate.

La redazione è partita dalle ricerche fatte in Scozia e a Oxford da alcuni scienziati, che hanno ricondotto le più diverse patologie (fisiche e psicologiche) al mese di nascita, ipotizzando che l’esposizione al sole della mamma, in gravidanza, e il clima a cui il neonato è stato esposto nei primissimi momenti della vita, contribuiscano a farne emergere alcune e non altre.

Così, i bambini nati in primavera – lo diciamo subito, il periodo peggiore – saranno probabilmente asmatici, avranno più chance di ammalarsi di Alzheimer e in generale vivranno di meno (ora potete fare gli scongiuri).

Va meglio per quelli nati in autunno e inverno, in particolare ottobre, novembre e dicembre, destinati a quanto sembra alla longevità, non di tanto, di 16 mesi in più della media. A questo punto, tutti quelli nati in primavera, sono giustificati nell’augurare agli altri che in quell’anno e mezzo piova per tutto il tempo.

Ma come si è arrivati a questi risultati e su quale base? I ricercatori hanno notato che questi valori si invertono se si va dall’altra parte dell’emisfero, quello australe, così si sono convinti che questa teoria abbia a che fare con il Sole, cioè ci sarebbe una relazione con la quantità di luce solare che ha preso la mamma durante la gravidanza.

Chi nasce in primavera è stato concepito in estate, dunque è probabile che la mamma, per evitare problemi, abbia preso poca luce. Mentre i nati in inverno sono stati nella pancia della madre in mesi pieni di luce solare, che avrebbe effetti benefici sul destino del nascituro.

Statistiche da prendere con le molle, ovviamente, ma, visto che ci siamo, ecco l’elenco preciso delle sfighe che ci aspettano a seconda del mese in cui siamo nati. Con l’augurio di smentirle.

Gennaio
Alzheimer, epilessia, disordini bipolari.

Febbraio
Disturbi alimentali, morbo di Hodgkin, morbo di Crohn, narcolessia, epilessia.

Marzo
Alcolismo, Alzheimer, asma, autismo, disturbo bipolare, diabete, disturbi alimentari, epilessia, narcolessia.

Aprile
Alcolismo, Alzheimer, asma, autismo, disturbo bipolare, diabete, disturbi alimentari, epilessia, narcolessia, glaucoma, morbo di Parkinson, basso quoziente intellettivo.

Maggio
Alcolismo, autismo, diabete, disordini alimentari, disturbi della personalità, disturbi nervosi, basso quoziente intellettivo, morbo di Parkinson.

Giugno
Alcolismo, autismo, asma, sindrome di Down, miopia, glaucoma, basso quoziente intellettivo, sclerosi multipla, morbo di Parkinson.

Luglio
Alcolismo, autismo, asma, sindrome di Down, miopia, disturbi nervosi e motori.

Agosto
Autismo, asma, sindrome di Down, disturbi neuro-motori.

Settembre
Asma.

Ottobre
Asma.

Novembre
Asma.

Dicembre
Morbo di Crohn, schizofrenia.