Dieta della mozzarella: menu ed efficacia

La dieta della mozzarella permette di perdere 4 chili in 4 settimane ed è l'ideale per chi è carente di calcio o per chi non vuole perdere troppo tempo in cucina.

Fitness

La dieta della mozzarella è ideale per chi vuole dimagrire in estate, questo alimento fresco si sposa bene con vari piatti, sia con la pasta che con le verdure, ma può anche essere mangiata da sola come secondo piatto, facile, veloce e ricco di calcio.

La mozzarella fa ingrassare?

La mozzarella è ricca anche di proteine facilmente assimilabili dall’organismo e per tale motivo costituisce una valida alternativa alla carne o al pesce, viene considerato da molti come un alimento amico delle donne, soprattutto in menopausa. Una dieta basata su questo tipo di alimento è adatta dunque a chi ha carenza di calcio e a chi vuole perdere peso senza dover preparare piatti troppo complicati.

Quanto si perde con la dieta della mozzarella

Con il regime alimentare proposto qui di seguito, con l’apposito esempio, si introducono circa 1.300 kcal al giorno e si riescono a perdere circa 4 chili in 4 settimane. Un buon risultato, dunque, se si considera che non è una dieta eccessivamente drastica e che rispetto ad altri regimi alimentari non è dannosa per la nostra salute.

La dieta della mozzarella è altamente proteica e va seguita per un mese, ma chi avesse bisogno di dimagrire oltre i 4 chilogrammi può seguirla per un altro mese. Come sempre per qualunque dieta, bisogna bere molta acqua, ovvero circa un litro e mezzo o meglio due litri al giorno, e sono consigliate tisane al finocchio, tè, camomilla da consumarsi nell’arco della giornata.

Bisogna condire con massimo sei cucchiaini di olio extravergine di oliva al giorno, preferiamo insaporire con limone, aceto, erbe e spezie piuttosto che utilizzare molto sale, e quando dobbiamo dolcificare usiamo un dolcificante ipocalorico ed evitiamo lo zucchero.

Dieta della mozzarella: menu settimanale

Di seguito un esempio settimanale di dieta della mozzarella, quando abbiamo raggiunto il peso desiderato stabilizziamo i risultati ottenuti con una dieta di mantenimento.

Lunedì
Colazione: uno yogurt bianco magro (125 g); una fetta di pane (15 g) con 3 cucchiai di marmellata (30 g)
Spuntino: una spremuta di pompelmo senza zucchero
Pranzo: spiedini preparati con 80 g di mozzarelle ciliegine e pomodoro a piacere; 60 g di pane; 2 fette di melone
Merenda: 200 g di ananas
Cena: orata al cartoccio’; insalata di finocchi e carote; una mela (200 g)

Martedì
Colazione: una tazza di latte parzialmente scremato (150 ml); 3 cucchiai di fiocchi di cereali (30 g); 3 cucchiai di miele (30 g)
Spuntino: un succo di frutta senza zucchero
Pranzo: riso con le verdure’; 200 g di ananas
Merenda: uno yogurt bianco magro (125 g)
Cena: 160 g filetto di vitello cotto ai ferri; fagiolini lessati; 40 g di pane integrale.

Mercoledì
Colazione: uno yogurt magro alla frutta (125 g); 3 biscotti secchi con 3 cucchiai di marmellata (30 g)
Spuntino: un succo d’ananas senza zucchero
Pranzo: caprese preparata con 70 g di mozzarella di bufala a fettine, fette di pomodoro maturo, olio extrovergine d’oliva, sale, pepe e origano; 60 g di pane; una spremuta d’arancia
Merenda: una pera (200 g)
Cena: 80 g di bresaola (condita con olio extravergine d’oliva, limone e scaglie di formaggio); spinaci lessati all’agro; 40 g di pone; una mela (200 g).

Giovedì
Colazione: una tazza di latte parzialmente scremato (150 ml); una fetta di pane (15 g) con 3 cucchiai di miele (30 g)
Spuntino: un succo di frutta senza zucchero
Pranzo: un panino (70 g) con 80 g di prosciutto crudo sgrassato; una pera(200g)
Merenda: uno yogurt bianco magro (125 g)
Cena: 150 g di petto di pollo ai ferri; insalata belga; 40 g di pane; una pero (200 g).

Venerdì
Colazione: uno yogurt magro alla frutta (125 g); una fetta di pane (15 g) con 3 cucchiai di marmellata (30 g)
Spuntino: una spremuta di pompelmo senza zucchero
Pranzo: un trancino di pizza margherita (80 g); macedonia preparata con 500 g di frutta fresca mista (pere, mele, melone, kiwi, agrumi) e succo di limone
Merenda: 200 g di kiwi
Cena: insalata di pesce’; carote a julienne; 130 g di ananas.

Sabato
Colazione: uno yogurt bianco magro (125 g); 3 biscotti secchi con 3 cucchiai di miele (30 g)
Spuntino: un succo di frutta senza zucchero
Pranzo: insalata preparata con 3 ciliegine di mozzarella, 40 g di tonno al naturale, un uovo sodo, un cucchiaio di mais, carote, lattuga, cetrioli, pomodorini, radicchio; 60 g di pane; una spremuta di pompelmo senza zucchero
Merenda: uno yogurt magro alla frutta (125 g)
Ceno: 160 g bistecca di manzo cotta alla griglia; asparagi al vapore; 60 g di pane; 200 g di melone.

Domenica
Colazione: uno yogurt bianco magro (125 g); 3 biscotti secchi con 3 cucchiai di miele (30 g)
Spuntino: una spremuta d’arancia senza zucchero
Pranzo: penne con la mozzarella, macedonia preparata con 500 g di frutta fresca mista (pere, mele, melone, kiwi, agrumi) e succo di limone
Merenda: 200 g di frutti di bosco (anche surgelati)
Cena: 150 g di petto di tacchino cotto alla griglia; fagiolini corallo ripassati in padella con passata di pomodoro ma senza soffritto; una mela (200 g).