Laura Pausini commossa: "Vorrei rendere omaggio alla Carrà durante l’Eurovision"

La cantante durante un'intervista per un'emittente spagnola ha parlato del suo rapporto d'amicizia con l'ormai scomparsa collega, del loro amore per la Spagna e di quanto avrebbe desiderato condurre con lei il contest.

Pubblicato il 7 maggio 2022
Spettacolo

Momento di commozione per Laura Pausini. La cantante durante un’intervista per una televisione spagnola è tornata a parlare dell’Eurovision e ha teneramente parlato del suo rapporto con Raffaella Carrà, collega che avrebbe voluto al suo fianco nella conduzione del contest.

A pochi giorni dal suo inizio, Laura Pausini ha raccontato quello che si aspetta dall’esperienza come conduttrice dell’Eurovision Song Contest 2022, in programma dal 10 al 14 maggio a Torino. La cantante, infatti, sarà al fianco di Mika e Cattelan a presentare gli artisti. Durante il programma della TVE La matematica del espejo, Pausini ha parlato della conduzione dell’evento come di “una sfida“, essendo tra l’altro in inglese: “Voglio viverla come una nuova avventura“.

La cantante ha poi proseguito parlando del suo rapporto con Raffaella Carrà, scomparsa nel luglio 2021. Laura Pausini è scoppiata in lacrime quando il conduttore le ha posto davanti una parrucca bionda, ricordando di come, al suo pari, anche Carrà fosse particolarmente apprezzata in Spagna e di quanto gli spagnoli le abbiano dimostrato il suo affetto. Il discorso si è poi fatto più intimo, con Pausini che ha raccontato della loro amicizia:

Non sto piangendo di dolore, ma perché sono emozionata. Quando è nata mia figlia lei mi chiamò subito per poterla vedere. Il primo viaggio della piccola è stato proprio da Raffaella, che era emozionata di conoscere Paola. Devi sapere che la Carrà era molto legata a noi, conosceva mio marito da prima di me. Lui è un musicista e ha lavorato con Raffaella in alcuni suoi programmi. Quando sono andata da lei abbiamo parlato del fatto che poche donne italiane possono comprendere quello che significa ‘essere di altri’ anche fuori dal proprio paese. La sensazione di appartenere a un’altra nazione che non è la tua è straordinaria ed è difficile da spiegare. Sentirsi così amati fuori dal tuo paese è meraviglioso e io e lei ci comprendevamo perché l’abbiamo vissuto.”

Laura Pausini ha poi proseguito nel discorso Eurovision, mettendo in luce il suo desiderio, ormai irrealizzabile, di condurre il programma proprio insieme a Raffaella Carrà. Infine, il suo sogno ancora presente: “Mi piacerebbe fare un omaggio a Raffaella durante l’Eurovision“.

Seguici anche su Google News!