Primer viso: a cosa serve, come si usa e quali sono i migliori

Per una pelle uniforme, idratata e pronta ad accogliere il make-up, il primer viso è la soluzione ideale. In diverse versioni per tutti i tipi di pelle e le necessità, questo prodotto è utile e versatile, meglio se bio

Pubblicato il 2 settembre 2020

Per una base che idrata e uniforma la pelle prima del make-up, il primer viso è l’ideale, un prodotto versatile e utile. Disponibile in diverse texture e tonalità, il primer prepara la pelle del viso ad accogliere il trucco dopo aver applicato la crema idratante e prima di passare tutti gli articoli abituali.

Vediamo meglio tutti gli utilizzi del primer viso, le tipologie per tipo di pelle e i migliori bio e senza siliconi da acquistare anche online.

Primer viso: a cosa serve?

Il primer viso ha la funzione principale di creare una base per il make-up, infatti ha il compito di uniformare la grana della pelle, eliminare eventuali discromie, pori dilatati o piccole rughe. Inoltre, permette di mantenere più a lungo e in maniera più efficace l’effetto del trucco che si applica dopo il primer, specialmente il fondotinta o il correttore.

L’azione del primer viso si può inserire a metà tra quella della crema idratante e i make-up di base veri e propri che sono più coprenti e lavorano sulla tonalità della pelle, cosa che il primer non fa. Questo prodotto contiene comunque efficaci proprietà vitalizzanti ed elasticizzanti per la pelle, oltre che idratanti. Infatti penetra più in profondità rispetto ai trucchi che rimangono sulla superficie dell’epidermide. Per questo motivo il primer è utile a far assorbire meglio il make-up anche se non è sufficiente a sostituire la crema viso.

Esistono diverse tipologie di primer, che rispondono a tutte le esigenze:

  • illuminante per pelli secche e spente;
  • opacizzante e seboregolatore per le pelli grasse o impure;
  • elasticizzante per pelli mature o per rivitalizzare le cellule della pelle;
  • correttivo, che svolge un’azione leggermente più coprente, in grado nascondere eventuali macchie;
  • colorato, adatto a risolvere qualsiasi problema legato a discromie: quello verde copre rossori e brufoletti, quello giallo illumina le zone più scure e così via.

primer viso come si usa

Primer viso: come si usa? 5 consigli

Il primer viso è molto semplice da applicare, proprio perché non copre particolarmente e viene poi a sua volta coperto dal make-up. Di conseguenza non è possibile commettere errori o sbavature, e viene trattato proprio come una crema. La sua consistenza è fluida e cremosa, e permette quindi di stendere il prodotto su tutto il viso con le mani o con l’aiuto di un pennello grande. Affinché il risultato sia efficace e ottimale, vediamo alcuni consigli da seguire su come si usa.

1. Prima di applicarlo

Il principale consiglio riguarda quando applicare il primer, ovvero dopo aver deterso e idratato per bene il viso. Per farlo è sufficiente seguire la propria routine di skincare, usando il detergente preferito, acqua micellare o struccante bifasico, e applicando, quando la pelle è ben asciutta, la crema idratante adatta alla propria pelle.

2. Stenderlo bene

Il primer viso deve andare bene in profondità per avere la miglior presa sulla pelle e prepararla ad accogliere meglio il make-up. Di conseguenza, è bene, una volta steso con le mani su guance, fronte e mento, assicurarsi che arrivi in tutte le zone del viso, anche quelle più difficili come ai lati del naso o intorno alle labbra. Prima di applicare il trucco, è bene aspettare qualche minuto che si asciughi del tutto.

3. Usare quello giusto

Importante è anche saper scegliere il primer viso giusto, che sia il più adatto possibile al proprio tipo di pelle. Ma anche ad esempio non utilizzando il primer viso sul contorno occhi, prediligendo per questa zona il primer occhi. È un prodotto dalle funzioni analoghe a quello per il viso, ma risulta più delicato e realizzato appositamente per coprire le discromie legate al contorno occhi, come occhiaie o borse.

Persino per le labbra esiste il primer specifico, che prepara una parte così sensibile e particolare rispetto alla pelle del viso all’applicazione del gloss o di un rossetto.

4. Attenzione all’Inci

Un consiglio che spesso si legge riguardante il primer viso è quello di non usarlo tutti i giorni ma solo in occasioni ed eventi. Questo in realtà è dato dal fatto che la maggior parte dei primer in commercio fino a qualche anno fa conteneva siliconi. Sono delle particelle usate in cosmetica per mantenere cremosa la consistenza dei prodotti, in modo che il primer riuscisse a penetrare meglio nelle fessure della pelle.

Esistono sempre più articoli senza siliconi, con un Inci migliore e più naturale. Se il primer viso acquistato contiene ingredienti buoni e non nocivi, si può tranquillamente applicare ogni giorno ottenendo un risultato ottimale e anche nutriente.

5. Provare la miscela

Alcuni primer si prestano bene anche ad essere miscelati insieme al fondotinta. Significa sostanzialmente unire e mescolare i due prodotti in un unico composto che sfrutti le proprietà e l’azione di entrambi. L’unica accortezza importante da prendere è usare due articoli con la stessa consistenza, altrimenti si crea un miscuglio che lascia delle macchie sulla pelle. Devono insomma fondersi bene e non lasciare residui più o meno densi.

Beauty advisor: prodotti travel size

Primer viso: cosa mettere dopo

Il primer viso costituisce la base per il make-up: grazie all’applicazione di questo unico prodotto la pelle risulta già in partenza uniformata, senza discromie e altre piccole imperfezioni. In questo modo emerge il tono della pelle, così da riuscire a scegliere anche i prodotti di trucco più adatti alle proprie tonalità. Dopo il primer si possono applicare tutti gli articoli di make-up che si usano solitamente, seguendo l’ordine per truccare il viso per avere l’effetto desiderato a lunga durata.

Il primo prodotto che segue il primer viso è il correttore, specialmente nel contorno occhi, che corregge ulteriormente le discromie, specialmente con un primer non colorato. Successivamente si passa al fondotinta, se si è solite usarlo, che permette di ottenere il risultato desiderato a seconda delle esigenze e del tipo di pelle, che risulta opaco o lucido, scuro o chiaro, e dà la tonalità preferita.

Una volta applicati questi due primi trucchi, si può passare al resto in base al look che si vuole ottenere. Quindi con la cipria per fissare meglio il fondotinta e dare punti di luce, la terra o il blush per dare colore o riscaldare l’incarnato. Passando anche per gli occhi, dopo aver applicato il primer occhi specifico, si può passare alla stesura di ombretti, eyeliner, matita e mascara.

primer viso
Foto di Andrea Piacquadio da Pexels

Primer viso e tipi di pelle

Come abbiamo visto, esistono diverse tipologie di primer viso, pensate per tutti i tipi di pelle e tutte le esigenze. A seconda se una persona ha una pelle più o meno chiara ad esempio, oppure secca e sensibile, oppure grassa o mista. Insomma, esattamente come la crema idratante e i detergenti, allo stesso modo il primer viso, per dare l’effetto migliore e non causare problemi alla pelle e irritazioni deve essere studiato per il proprio tipo di pelle. Vediamo quali sono le diverse opzioni di primer viso.

Primer per la pelle grassa

Per una pelle grassa, con eccesso di sebo, oppure impura, serve un primer viso in grado di regolare la produzione di sebo, ridurre i pori e opacizzare la pelle. Pertanto il primer opacizzante è la scelta migliore, dall’effetto mat. Non è un prodotto che cura e copre completamente brufoletti e punti neri tipici di questo tipo di pelle, ma permette di togliere lucidità e donare un effetto più uniforme alla pelle oleosa.

Primer per la pelle secca

La pelle secca necessita invece di nutrimento e idratazione, e risulta particolarmente sensibile. Il primer viso ideale in questo caso è quello idratante, che, dopo la crema, lenisce e ammorbidisce maggiormente la pelle. Il make-up, così come gli agenti esterni, possono rovinare e irritare ancora di più le pelli secche, con rischio di arrossamenti.

Primer per la pelle mista

Le pelli miste sono quelle teoricamente più versatili, anche se talvolta significa che chi ha questo tipo di pelle può soffrire dei diversi inestetismi che hanno sia le pelli grasse che secche. Esiste il primer viso perfetto anche per loro, che può avere diverse funzioni a seconda delle esigenze. Sicuramente un primer opacizzante è ottimo nella zona della T di fronte e naso, che chi ha la pelle mista spesso presenta lucida. Se la pelle invece è poco luminosa o opaca è ottimo un primer illuminante.

Ma anche un primer colorato può minimizzare le discromie senza essere troppo aggressivo su questo tipo di pelle. Esistono oggi i primer totalizzanti con filtranti ottici, realizzati proprio per fondersi con la cute e dare colore rimanendo molto leggero. Sono primer pigmentati, che possono essere versatili: i primer viola donano luce, quelli verdi attenuano eventuali rossori, quelli pesca sono ottimi per dare colore uniforme sulla pelle chiara.

Primer per la pelle sensibile

La pelle sensibile è ancora più fragile di quella secca, e necessita di una cura particolare. Il primer migliore in questo caso è sicuramente quello idratante. Inoltre, le pelli sensibili e stanche sono più inclini ad arrossamenti e al crearsi di macchie. Il primer correttivo è ottimo in questi casi, perché risulta colorato e dunque riesce a nascondere le discromie ma è più delicato rispetto al correttore.

Primer viso fai da te

Il primer viso è un prodotto versatile, come abbiamo visto ne esistono diverse tipologie adatte a ogni esigenza. La loro particolare composizione, a metà fra una crema e un articolo di make-up, fa sì che è possibile realizzarlo anche a casa, utilizzando ingredienti che possiamo già avere in casa o procurarci facilmente. Vediamo allora come fare un primer viso fai da te adatto a tutti i tipi di pelle, anche le più sensibili.

Primer viso fai da te per tutti i tipi di pelle

Realizzato con tea tree oil, questo prodotto fai da te è ottimo per qualsiasi tipo di pelle, perché contiene ingredienti ognuno con un’azione importante. Il tea tree oil è opacizzante poiché astringente e purificante, chiude i pori e regolarizza il sebo in eccesso. Per pelli secche o più sensibili si può fare a meno di questo ingrediente, e godere invece delle proprietà dell’amido di riso e degli altri prodotti in grado di illuminare, idratare e far durare di più il trucco.

Ingredienti:

  • 40 gr di crema viso;
  • 1 goccia di tea tree oil;
  • 1/2 cucchiaino di cipria;
  • 1/2 cucchiaino di amido di riso.

Procedimento:

  1. versare in una ciotola tutti gli ingredienti nell’ordine elencato;
  2. mescolare in modo costante;
  3. fermarsi quando si ottiene un composto omogeneo, fluido ma non troppo denso;
  4. conservare il prodotto in un barattolo ermetico, meglio se di vetro.

Crema depilatoria: come applicarla e migliori prodotti

Primer viso: i 4 migliori bio e senza siliconi

Per un risultato più efficace e un’azione delicata i migliori primer viso sono i prodotti biologici e senza siliconi. Ne esistono diversi in commercio, hanno un costo a volte maggiore, ma grazie alla loro ottima qualità basta una piccola dose di prodotto alla volta per un risultato ottimale e una più lunga durata. Insomma, un investimento sia per il portafoglio che per la salute della pelle, che risulta più morbida e protetta già dopo i primi utilizzi. Vediamo i 4 migliori primer viso bio e senza siliconi.

1. INIKA Certified Organic Matte Perfection Primer

primer viso
INIKA Certified Organic Matte Perfection Primer

Uno dei migliori prodotti organici certificati disponibili in profumeria è il primer Matte Perfection di INIKA. Ideale per pelli grasse e impure, aiuta a opacizzare il viso, a chiudere i pori ed eliminare la patina oleosa sulla pelle. Tutto questo con ingredienti ottimi e senza appesantire la cute. Ha inoltre proprietà calmanti e anti-infiammatorie, per mantenere la pelle protetta e il trucco perfetto più a lungo.

Disponibile su Lookfantastic a 39,95 euro Acquista ora

2. Ren Clean Primer

primer viso
Ren Clean Primer

Anche Ren è un brand che realizza prodotti buoni, senza siliconi, come il Clean Primer, che rimpolpa la pelle, opacizza e riempie le linee della pelle uniformandola e levigandola, pronta all’applicazione del make up, che dura più a lungo. Contiene inoltre estratti in grado di equilibrare i batteri riducendo infiammazioni senza irritare.

Disponibile su Douglas a 45,00 euro Acquista ora

3. Too Faced Hangover Replenishing Face Primer

primer viso
Too Faced Hangover Replenishing Face Primer

Il primer viso Hangover di Too Faced è ideale per pelli secche, sensibili e miste, in grado di idratare e illuminare il viso. Contiene anche acqua di cocco e altri ingredienti che rivitalizzano la pelle promuovendone l’elasticità. Si tratta di un ottimo prodotto anche perché vegan, cruelty-free, privo di parabeni, siliconi e glutine.

Disponibile su Lookfantastic a 29,45 euro Acquista ora

4. Photo Finish Crystalized Primerizer Primer

primer viso
Crystalized Primerizer Primer

Il primer idratante e illuminante Crystalized Primerizer Primer idrata e fissa il makeup grazie alla sua texture super leggera e delicata. Contiene quarzo rosa che dona alla pelle un finish perlato. Si può utilizzare anche da solo per donare una leggera illuminazione alla pelle stanca e opaca. Vegan e cruelty-free, non unge, si asciuga subito, leviga e rimpolpa tutti i tipi di pelle.

Disponibile su Douglas a 36,95 euro Acquista ora

Seguici anche su Google News!