Negli ultimi anni si sente parlare sempre di più della cheratina per capelli e dei trattamenti professionali a base di questo ingrediente. Ma che cos’è e, soprattutto, a cosa serve la cheratina per capelli?

Prima di tutto va ricordato che la cheratina è una proteina che si trova naturalmente nell’organismo dell’uomo e si trova concentrata in particolar modo nelle unghie, smalto dei denti e soprattutto nei capelli. Proprio questi ultimi sono particolarmente composti dalla sostanza e si può notare quando questa è presente in buone quantità, in quanto la chioma risulterà lucente, forte e bella folta lasciandola ben nutrita e sana. Questa viene sintetizzata all’interno delle cellule cheratinociti legando insieme  una sequenza precisa di amminoacidi.

A cosa serve la cheratina per capelli?

Con il passare del tempo la produzione di cheratina inizia a diminuire sempre di più, sia per il processo di invecchiamento ma ancora di più per determinati fattori legati all’ambiente come l’inquinamento e lo smog, ma anche vizi come il fumo, l’alcol e una dieta poco equilibrata (in particolar modo se risulta ricca di grassi animali ed eccessivamente proteica o, al contrario, povera di fibre e sali minerali), stress psicologico e trattamenti definiti troppo aggressivi per i capelli stessi. A peggiorare questa situazione anche lunghe esposizioni al sole (per questo in molti casi vengono utilizzati delle acque o oli nutrienti che contengono, anche questi, una protezione solare) o anche con il cloro delle piscine.

Una volta che la produzione di questa sostanza inizia a diminuire i capelli rimangono per la maggior parte sempre secchi, sfibrati e privi di lucentezza, e in alcuni casi iniziano anche a diventare sempre più fini, con un rimpicciolimento del bulbo del capello stesso per arrivare, se bene a lungo termine, anche alla calvizie. Questo trattamento, a base dell’ingrediente, quindi, servirà per cercare di ritrovare la lucentezza naturale del capello, tornando a nutrirlo e a ringiovanirlo perché man mano va ad integrarsi nella stessa struttura del capello insieme alla cheratina naturale – che in questi casi sarà ben poca – iniziando a ristabilire il benessere del capello.

Questi prodotti professionali sono proposti e utilizzati dai parrucchieri come un trattamento perché oltre alla sostanza possono essere aggiunti altri ingredienti che vanno a enfatizzare l’effetto finale e che possono essere oli essenziali e aminoacidi che, in ogni caso, non sono estranei al corpo umano perché in genere sono presenti in esso naturalmente. Questo trattamento, proprio grazie ai numerosi ingredienti naturali contenuti (ovviamente dipende dalla marca scelta) risulta essere indicato proprio per tutti perché non dovrebbe contenere controindicazioni particolari.

Un trattamento alla cheratina in generale può risultare anche più rapido di una tipica tinta ai capelli: tramite questo prima verranno tolte tutte le cellule morte all’interno dei capelli con uno shampoo dall’effetto “chelante”, dopodiché si passerà ad un prodotto specifico volto a ristabilire il naturale pH dei capelli procedendo poi con il trattamento vero e proprio con il prodotto a base di cheratina. Questo in genere verrà lasciato in posa per almeno  minuti, tempo ritenuto necessario per donare nuovamente tutte quelle proprietà benefiche per propri capelli andando a nutrirli particolarmente. Una maschera finale andrà poi a fissare la cheratina nei capelli. I risultati miracolosi dovrebbero notarsi sin da subito, dopo l’asciugatura, e il suo effetto nutriente e lucido – se fatto bene – dovrebbe durare qualche mese.

Non solo per i capelli

In molti casi, però, con il passare dell’età, alcuni trattamenti sbagliati, e sempre fattori legati all’ambiente, iniziano a verificarsi perdite di tono della pelle. Anche in questo caso la cheratina risulta particolarmente efficace specie se – sempre in un trattamento specifico – viene affiancata al collagene: questo mix, definito assai miracoloso, aiuterà la pelle a ritrovare e mantenere la sua elasticità persa.