Fiocco rosa o azzurro: se avete da poco scoperto di essere incinta, e vorreste già sapere il sesso del bambino, sappiate che esistono diversi modi per capire se è maschio o femmina.

Certo, l’unico metodo sicuro è affidarsi all’ecografia, ma in attesa di un riscontro scientifico, perché non divertirsi un po’ sperimentando qualche sistema alternativo?

Tra credenze popolari e tradizioni tramandate dalle nostre nonne, infatti, esistono singolari metodi per capire se il nascituro sarà un maschietto o una femminuccia.

Per questo non è raro che le future mamme incontrino spesso qualcuno che azzarda un’ipotesi sul sesso del bambino semplicemente guardando la forma della pancia o il loro viso. E questi sono solo alcuni esempi.

Ecco, allora, pescando tra tradizioni e fantasie, 10 modi per capire se è maschio o femmina.

  1. Le voglie. Durante i primi mesi, attenzione alle classiche voglie: pare infatti che se avete voglia di cibi salati e leggermente aciduli, siete in attesa di un maschietto; se invece avete voglia di dolce è una femmina.
  2. La forma della pancia. Anche dalla pancia pare si possa capire molto. Se la pancia è a punta, arriva un maschietto, se invece è più tonda sui fianchi, arriva una femmina.
  3. Le nausee mattutine. Sembra poi che persino dalle nausee di primo mattino si possa intuire il sesso del bambino. Le mamme che le sperimentano da subito sarebbero in attesa di una femminuccia; le fortunate che al mattino non hanno alcuna nausea aspetterebbero invece un maschietto.
  4. Il viso della mamma. Siete più radiose e belle del solito? Con ogni probabilità aspettate un maschio. Se invece vi sentite più sciupate e notate più impurità sul viso, aspettate una femmina.
  5. Il metodo della fede nuziale. Originale e un po’ strambo è anche il metodo della fede nuziale. In cosa consiste? Semplicissimo: basta far oscillare sulla pancia una fede nuziale attaccata a una catenella. Se forma dei cerchi, sarà un maschietto. Se invece oscilla da un lato all’altro, sarà una femmina.
  6. Esposizione del cuscino. Altrettanto bizzarro è il metodo basato sull’esposizione del cuscino mentre dormite: cuscino esposto a nord? Allora è in arrivo un maschietto. A sud, una femminuccia.
  7. L’urina. Ebbene sì, se proprio siete impazienti, potete consultare persino… la pipì. Se aspettate un maschio apparirà giallo brillante, se aspettate una femmina sarà giallo opaco.
  8. Gli odori. Vi capita di percepire gli odori in modo molto più forte del solito? Pare che il super olfatto sia prerogativa delle mamme di maschietti.
  9. Il seno. Anche il seno la dice lunga. Se è un po’ cadente, con areole molto scure, siete in attesa di un maschio. Se invece è decisamente “over”, sarà una femmina.
  10. Frequenza cardiaca. Infine, ascoltate il cuore del bebè. Pare infatti che la frequenza cardiaca dei maschietti sia inferiore ai 140 battiti al minuto, mentre quella delle bimbe sia uguale o maggiore di 140 battiti.