Avere sempre un trucco perfetto a qualsiasi ora del giorno è possibile grazie al trucco permanente.

Il trucco permanente è  un tatuaggio particolare, realizzato con aghi supersottili muniti di un sistema di blocco che non penetra nel derma profondo. Gli aghi iniettano nella parte superficiale della pelle, al di sopra dei piccoli vasi sanguigni, dei pigmenti, minerali o sintetici. (foto by infophoto)

Questa tecnica puo’ servire a ridisegnare sopracciglia diradate o labbra troppo sottili e poco definite, a sottolineare il contorno occhi, a nascondere una cicatrice o a farsi aggiungere un neo.

Dopo aver tracciato il segno a matita sulla pelle, l’estetista introduce con un ago i pigmenti millimetro per millimetro, sotto anestesia locale. E’ necessario un ritocco dopo 2 settimane. Dopo l’intervento, la pelle è rossa e leggermente gonfia per 8-10 giorni. In questo periodo bisogna pulire bene le zone trattate con un antisettico.

Galleria di immagini: Disney Make Up: quando i cartoni animati si disegnano sugli occhi

Quando si parla di Permanente ma non definitivo si intende un make up adatto a tutti i giorni, quindi molto naturale. Questo non impedirà di ritoccarlo e renderlo più evidente, in seguito, con l’aggiunta di un make up tradizionale.

Mano a mano che il tempo passa e che l’epidermide si esfolia naturalmente, i pigmenti vengono eliminati e il colore si attenua.

La sua tenuta dipende dalla velocità alla quale la pelle si rinnova, dai colori applicati e dallo stile di vita (ad esempio, il sole altera i pigmenti). Il trucco è quindi permanente ma solo per 2 o 3 anni, il che non è necessariamente negativo: la moda cambia e anche le tendenze make up.

Il trucco permanente è sempre a posto, non sbava, non cola ed è impeccabile anche al mattino, dopo la palestra o una giornata al mare.

Prima di procedere al trucco permanente, pensaci bene: il risultato può essere bello o brutto se realizzato male.

Scegli un professionista riconosciuto, un dermatologo o un estetista specializzato.

Attenzione: sempre più istituti si lanciano nel trucco permanente con prezzi molto bassi utilizzando spesso apparecchiature poco sicure e pigmenti di scarsa qualità, i cui colori cambiano dopo pochi mesi.