Duroni ai piedi: come eliminarli?

Un fastidioso ispessimento della pelle antiestetico che può anche causare dolore: come liberarsene e prevenire il problema

Pubblicato il 2 luglio 2020

I duroni ai piedi, insieme ai calli, sono causa di fastidi, dolori e anche un fattore antiestetico da non sottovalutare, soprattutto in tempo di sandali come in estate: capire come eliminarli vuol dire liberarsi di un problema comune, con cui prima o poi bisogna fare i conti.

Ma cosa sono i duroni? Non si tratta che di ispessimenti della pelle causati dall’ipercheratosi, una produzione eccessiva di cellule cutanee  dovuta a una sollecitazione e a uno sfregamento continuo sullo steso lembo di pelle.

Spesso vengono accomunati ai calli, perché con origine e trattamenti simili, ma ci sono delle differenze tra duroni e calli. Il durone, infatti, generalmente è più piccolo del callo ed è caratterizzato da una zona centrale più dura circondata da una porzione di pelle infiammata. Tende a svilupparsi sul piede e, se schiacciato, risulta doloroso. Il callo, invece, di solito si sviluppa sulla pianta dei piedi e sotto i talloni, ma anche sul palmo delle mani o sulle ginocchia, e raramente provoca dolore.

Tra le cause dell’ispessimento cutaneo che dà vita ai duroni troviamo:

  • Scarpe troppo strette;
  • Calzature della misura sbagliata;
  • Scarpe col tacco;
  • Scarpe nuove;
  • Calzature poco confortevoli.

Naturalmente, l’ideale sarebbe prevenire calli e duroni scegliendo scarpe della misura giusta, confortevoli, con un buon appoggio del piede e magari un plantare interno.

Se proprio non si vuole rinunciare al proprio paio di décolleté tacco 12” preferite, è possibile proteggere la pelle con appositi cerotti, plantari o cuscinetti in gel trasparente.

È troppo tardi e il durone è già comparso? Vi diciamo noi come eliminarlo.

Come eliminare i duroni ai piedi

I duroni si posso eliminare grazie a una pedicure professionale, ma anche grazie al fai da te, con un pediluvio e gli attrezzi giusti.

Se, invece, la zona è particolarmente infiammata e dolorante, il consiglio è quello di rivolgersi direttamente a un esperto, a un’estetista o meglio ancora da un podologo per una pedicure medica. Quando, infatti, il problema è continuo e persistente, è opportuno chiedere consiglio per capire come non peggiorare la situazione o come evitare la formazione degli ispessimenti.

Pedicure fai da te

Una volta a settimana, un pediluvio con pedicure fai da te può prevenire o limitare l’insorgenza e la gravità del fastidio.

Occorrente

  • Bacinella
  • Acqua
  • Bicarbonato di sodio
  • Pietra pomice
  • Crema idratante piedi

Mettete in una bacinella abbondante acqua tiepida e aggiungete 3 cucchiai di bicarbonato. Se lo gradite, potete unire anche qualche goccia dell’olio essenziale preferito per coccolarvi con un po’ di aromaterapia. Lasciate i piedi in ammollo per 10/15 minuti. A questo punto, i duroni si saranno ammorbiditi, e potrete lavorare con la pietra pomice molto delicatamente per rimuovere la pelle in eccesso. Una volta levigate le punte e le piante dei piedi, sciacqua teli, asciugateli bene e passate la crema idratante con un massaggio vigoroso e piacevole. A fine procedura, ricordate di detergere sotto l’acqua corrente la pietra pomice e di metterla ad asciugare all’aria.

Potrebbe dover essere necessario ripetere il pediluvio per più settimane per rimuovere completamente i duroni con questa procedura, ma si tratta di una coccola piacevole, in grado di prevenire altri problemi in futuro.

Seguici anche su Google News!