Lampade da terra di design famose

Oggetti di qualità che non passano mai di moda e regalano stile a ogni ambiente: ecco le nostre preferite

Pubblicato il 2 marzo 2020

Le lampade da terra di design famose sono tra gli oggetti che hanno fatto la storia dell’arredamento di casa e ufficio. Pezzi dalle caratteristiche riconoscibili, imitatissimi. Con il loro stile e il disegno minimal permettono di esaltare anche l’ambiente più easy.

Scegliere una lampada da terra di design famosa vuol dire anche fare un investimento. Non sono certo soluzioni di arredo low cost, ma ripagano negli anni. Realizzate con materiali di qualità da mani esperte, non passano mai di moda, si inseriscono facilmente in stanze dagli stili diversi e regalano grande prestigio con il loro design unico.

Le proposte sono tantissime. Abbiamo selezionato le nostre preferite in una gallery virtuale personalissima delle lampade da terra di design famose che ogni appassionati di arredo dovrebbe conoscere.

6 lampade da terra di design famose

  1. Lampada Arco di Flos

    Lampada Arco Flos di Achille & Pier Giacomo Castiglioni (1962). Forse la più celebre lampada da terra di design, ha rivoluzionato il mondo dell’illuminazione permettendo di puntare la luce direttamente sull’area interessata grazie all’ampio stelo telescopico in acciaio inossidabile satinato che parte dal basamento in marmo di Carrara. Il riflettore è orientabile, regolabile in altezza, e realizzato in alluminio stampato, lucidato e zapponato.

  2. Lampada Pallucco Fortuny

    Lampada Fortuny Pallucco di Mariano Fortuny y Madrazo (1985). Ideata per la prima volta nel 1907 da Mariano Fortuny, prende ispirazione dal treppiede della macchina fotografica, con la gamba centrale regolabile, e dai paralumi dell’epoca invertiti per orientare la luce. È considerata un’icona contemporanea e intramontabile, e la nuova versione con tessuto Silver della famosa tessitura Rubelli ne è ulteriore testimonianza.

  3. Costanza di Paolo Rizzatto

    Lampada Costanza Luceplan di Paolo Rizzatto (1986). Eterea ed essenziale, è l’archetipo dell’eleganza moderna, con il diffusore in policarbonato sostenuto dalla struttura in alluminio su due soli punti di appoggio. Vi proponiamo, tra le versioni, Costanza Friends of Hue, dotata di una lampadina e un bridge Philips Hue che, mediante l’utilizzo della Hue App installata su smart device, consente di riprodurre tutte le tonalità della luce bianca e dell’intero spettro colori.

  4. Artemide Tolomeo

    Lampada Tolomeo Artemide di Michele De Lucchi e Giancarlo Fassina (1987). Ispirata alla classica lampada a molla, la Tolomeo da tavolo è capostipite di una famiglia che comprende versioni da parete e, ovviamente, da terra. Riconoscibile e sempre innovativa, oggi è disponibile anche con dimmer per regolare l’intensità della luce.

  5. Foscarini Tuareg

    Lampada Tuareg Foscarini di Ferruccio Laviani (2014). Disponibile in arancio, nero e bianco, la sua struttura è ispirata alle architetture realizzate dall’uomo ma legate al mondo della natura, in materiali come rami e canne, con struttura dinamica e istintiva. Una presenza totemica, realizzata con elementi tubolari in alluminio dall’accensione indipendente e orientabili fino a 350°.

  6. Kabuki Kartell

    Lampada Kabuki Kartell di Ferruccio Laviani (2016). Sofisticata, stupefacente, è una delle novità più convincenti degli ultimi anni. Realizzata ad iniezione  in un tecnopolimero termoplastico trasparente o colorato in massa, ha una struttura a trama che riproduce il pizzo. La superficie traforata diffonde la luce. Disponibile nelle versioni indoor e outdoor.

Seguici anche su Google News!

Credits foto: