L'{#estate} è il periodo di tempo ideale non solo per godersi il meritato relax dopo un anno di lavoro, ma anche per trovare (o ritrovare) una buona forma fisica. L’attività fisica svolta all’aperto può rivelarsi uno stratagemma oltremodo efficace per rimodellare il proprio corpo godendo al contempo delle belle giornate.

Che fare quando non si riesce a mettere in pratica questi buoni propositi, vuoi per la pigrizia vuoi per le temperature afose? L’ideale è fare ginnastica divertendosi, grazie ad alcuni semplici accorgimenti lanciati da una personal trainer statunitense. In particolare, esistono ben 21 modi per praticare attività fisica senza essere assalite dal tedio e dalla fatica.

Anzitutto, niente scuse. La cosa più importante nell’approcciarsi al fitness è smettere di cercare scuse per non praticarlo: è vero, siamo stanche, magari ci sono figli di cui occuparsi e poi c’è caldo. Nessuna scusa è però sufficiente per non prendersi cura del proprio corpo. Ecco quindi la prima regola: predisporsi bene nei confronti dell’attività fisica.

Seconda regola: flessibilità. Non c’è bisogno di concentrare tutta la ginnastica entro uno spazio temporale limitato, ad esempio un’ora al mattino o al pomeriggio. Possiamo allenarci con due o più microsessioni nell’arco dell’intera giornata, in modo da far lavorare i muscoli senza trascurare le responsabilità lavorative e familiari.

Terza regola: fare comunque qualcosa. La maggior parte delle donne, se non possono dedicare almeno un’ora all’attività fisica, rinunciano del tutto. Qualora si abbiano a disposizione solo venti minuti al giorno, è bene sfruttarli comunque, perché faranno la differenza. Fare qualcosa è sempre meglio che non fare niente.

Quarta regola: farne un’abitudine. Il fitness non è un lusso, è una necessità. Convincersi che la ginnastica è una delle abitudini più importanti per la nostra {#salute} farà in modo che praticare attività fisica diventi naturale come lavarsi i denti.

Bisogna poi stabilire degli obiettivi. Per iniziare o continuare a fare attività fisica, la chiave è la motivazione. Possiamo mettere per iscritto i nostri obiettivi su un foglietto di carta da apporre sullo specchio del bagno, per focalizzare la mente sui risultati che intendiamo raggiungere.

Altre cinque regole importanti sono: libertà riguardo alla scelta di attrezzi ed esercizi, essere coerenti rispettando la routine che si decide di fare, stimolare i propri sensi per non annoiarsi (ascoltando musica o guardando la TV mentre si fanno gli esercizi), iniziare gradatamente a fare attività fisica, tenere una traccia scritta di ciò che si fa (minuti di corsa, etc.).

E ancora, qualche consiglio utile è quello di indossare l’abbigliamento giusto che fa per noi, che ci faccia stare comode e a nostro agio; non sottoporre a sovrallenamento i muscoli, fissare piccoli obiettivi, ricompensarsi per gli sforzi compiuti coccolandosi un po’, trovare un amico con cui condividere le ore dedicate alla ginnastica, in quanto condividere le fatiche con qualcuno che ci è simpatico allevia lo sforzo.

Regola numero sedici: andare oltre, cimentandosi in una gara, perché un pizzico di competizione può spronarci per fare del fitness uno stile di vita. Regola numero diciassette: mescolare gli esercizi in modo vario, per non lasciarsi sopraffare dalla noia, che è sempre dietro l’angolo specialmente quando ci si allena in solitudine.

Le ultime quattro regole, non meno importanti, sono: divertirsi mentre ci si allena, ascoltare della musica che ci piaccia e che ci stimoli, associarsi a un gruppo per fare ginnastica insieme, e cambiare scenario ogni tanto, concedendosi luoghi alternativi per rinverdire la propria voglia di muoversi in libertà. Seguendo questi semplici consigli si potrà vivere l’estate come un momento da dedicare al benessere psicofisico, guadagnandone in passione e divertimento.