Deboli, tendenti a spezzarsi e opache: allora è il caso di scoprire da vicino i rimedi per curare le unghie rovinate.

Alla base di questo problema molto comune possono esserci diversi fattori: la mancanza di vitamine, l’utilizzo di prodotti troppo aggressivi o anche cattive abitudini tra cui sicuramente quella di mangiarsi le unghie per allentare tensione e stress.

Cercare di mascherare la fragilità delle unghie con smalti o nail art d’effetto non serve ed anzi può avere effetti ancora più deleteri sulla loro salute: per una manicure impeccabile, infatti, la prima regola è quella di curare le unghie e adottare le strategie giuste per renderle più forti e sane. Non servono trattamenti costosi o prodotti di lusso: per unghie al top esistono infatti degli ottimi rimedi naturali, facilissimi da provare anche a casa.

Da dove cominciare? Ecco i migliori rimedi per curare le unghie rovinate.

  1. Olio d’oliva. L’olio è un ottimo alleato per la salute delle unghie. Se appaiono deboli o particolarmente sottili, allora, può essere utile immergere le unghie in una bacinella di olio extravergine d’oliva e tenerle in ammollo per 10-15 minuti al giorno per un mese, poi due volte la settimana dopo. Un trattamento casalingo di sicuro effetto.
  2. Utilizzare una crema per le cuticole. Un’altra strategia di bellezza per le unghie è quella di utilizzare tutti i giorni, prima di andare a letto, una buona crema specifica per le cuticole e a base di vitamina E: questo consentirà di nutrire le cuticole secche e fragili, riparando le unghie danneggiate.
  3. Non abusare delle unghie. Spesso si cade nell’errore di usare le unghie per fare qualsiasi cosa: aprire lattine, rimuovere etichette e via dicendo. Tuttavia per non rischiare di danneggiarle ulteriormente è bene evitare questi gesti in apparenza banali ma che in realtà hanno effetti dannosi sulle unghie.
  4. Indossare i guanti per i lavori domestici. Altra regola d’oro per preservare la salute delle unghie è quella di ricordarsi di indossare sempre dei guanti quando si lavano i piatti, si fa giardinaggio o si utilizzano detersivi aggressivi. Molti prodotti infatti possono danneggiare le unghie, rendendole secche e fragili.
  5. Fare scorta di vitamine. Spesso la fragilità delle unghie è causata da una mancanza di vitamine, in particolar modo di Vitamina A e C. In tal caso può essere utile assumere per un certo periodo un integratore multivitaminico.
  6. Limitare l’uso dell’acetone. Anche la classica operazione di rimozione dello smalto andrebbe limitata il più possibile per curare le unghie fragili. L’ideale sarebbe cercare di usare l’acetone solo una volta o due al mese.
  7. Massaggiare le unghie. Il massaggio può essere un’ottima strategia di bellezza anche per le unghie perché stimola il flusso del sangue, facendole crescere più forti e sane. Se poi massaggiamo le unghie con una crema idratante l’effetto benefico sarà doppio.
  8. Bere molta acqua. Infine, mai dimenticarsi una corretta idratazione, indispensabile per la salute in generale ma anche per il benessere delle unghie, perché aiuta a combattere secchezza e fragilità.