Può succedere di riscontrare un ciclo mestruale scarso, più precisamente ipomenorrea: quando è il caso di preoccuparsi e quali sono le possibili cause?

Naturalmente non è mai facile stabilire un termine di paragone, perché potrebbe darsi che per costituzione o per genetica le vostre mestruazioni non siano particolarmente abbondanti. In questo caso, come negli altri di anomalia o sospetta anomalia, una visita dal ginecologo potrà fugare ogni dubbio o comunque approfondire la situazione con ulteriori analisi e accertamenti.

A puro scopo informativo, noi della redazione abbiamo raccolto le più comuni tra le possibili cause di ciclo mestruale scarso. Se avete costatato un flusso ridotto, la colpa potrebbe essere di:

  • Alterazioni fisiche. Iniziamo dai casi più rari, quelli che prevedono un problema fisico, anatomico, come un’alterazione della struttura uterina o un’ipoplasia dell’utero, cioè un deficit nello sviluppo dell’organo vero e proprio.
  • Patologie. Alcune patologie, malattie o problemi più o meno comuni all’utero, possono portare a mestruazioni scarse. Tra questi polipi, cisti, miomi uterini, sinechie.
  • Aborto spontaneo. Le mestruazioni in seguito a un aborto spontaneo possono risultare irregolari o scarse, anche a causa del trauma e dello stress.
  • Alimentazione errata. Una dieta priva di tutti i nutrienti, il digiuno, disturbi alimentari come anoressia e bulimia, portano a cicli irregolari e scarsi.
  • Attività fisica intensa. Un’attività fisica molto intensa può portare a ciclo irregolare o scarso. Anche in questo caso, ovviamente, è importante parlarne con il proprio medico.
  • Stress. Ansia, un periodo particolarmente stressante, mancanza di sonno sono tra le cause più comuni di un ciclo scarso. Il problema va risolto alla radice, scovando il motivo dello stress ed eliminandolo dalla propria vita prima che possa portare a danni seri e irreversibili.
  • Squilibri ormonali. Gli ormoni giocano un ruolo fondamentale nel ciclo: gli squilibri portano inevitabilmente a un “calendario” alterato o diverso dal normale.
  • Problemi alla tiroide. La tiroide, in quanto legata alla produzione di ormoni, può influenzare il ciclo mestruale, e addirittura la fertilità.
  • Primi cicli. Un caso in cui, generalmente, non c’è da preoccuparsi: i primi cicli mestruali, infatti, sono molto irregolari e spesso scarsi.
  • Menopausa in arrivo. Infine, un altro caso in cui è semplicemente la natura a fare il suo corso: dopo i 40/45 anni, il ciclo potrebbe iniziare a diventare scarso e irregolare perché vi state avvicinando alla menopausa. Come per tutte le altre situazioni, un consulto con il ginecologo fugherà ogni dubbio.

Leggi anche: Dolori mestruali senza ciclo, cause e cure | Dieta, cosa mangiare quando si ha il ciclo