Calcolare le calorie, prima di consumare un qualsiasi pasto, sia esso sostanzioso o ridotto, può essere un buon metodo per mantenere sotto controllo il peso forma: una caloria è la quantità di energia ceduta da un alimento all’organismo, fondamentale per svolgere qualsiasi attività, compreso dormire e respirare. È necessario un perfetto equilibrio fra energia assunta ed energia spesa; il bisogno di calorie aumenta o diminuisce a seconda del dispendio energetico.

Di solito le tabelle nutrizionali che troviamo sulle confezioni degli {#alimenti} riportano il valore kcal/100, vale a dire le calorie contenute in 100 grammi di prodotto. Esistono tuttavia alimenti, come biscotti, barrette di cereali, gelati ecc. che accanto al valore per 100 gr, riportano le calorie contenute nel singolo pezzo.

Indubbiamente questo calcolo non è piacevole, sembra quasi una forzatura che ci impedisce di mangiare con serenità. In realtà esiste una formula precisa per dedurle; se ci si abitua diviene man mano più semplice sapersi giostrare in tale impresa. Per capire come funziona dobbiamo, però, prima fare una distinzione fra parte edibile, cioè realmente commestibile di ogni cibo, e scarti – per scarti si intende, ovviamente, bucce, semi, torsoli, lische, ossa ecc. – che vanno stornati dal calcolo sulle quantità effettivamente consumate.

Facciamo un esempio: data la formula generale calorie espresse per 100 gr x peso dell’alimento/100, possiamo ricavare le calorie di altre quantità di cibo. Se mangiamo, ad esempio, una mela di 150 gr, sapendo che le calorie per ogni 100 gr del frutto sono 45,  la formula sarà: 45×150/100 = 67,5. Da ciò si deduce, anche, che avendo di fronte due frutti uguali ma di peso diverso avremo due calorie differenti.

In soccorso di coloro che hanno bisogno di sapere con estrema precisione cosa fa ingrassare, o meno, e in quali quantità è possibile cibarsene, arrivano anche dei siti che calcolano all’istante le calorie di determinati alimenti, compresi quelli da fast food. Inoltre qui è possibile determinare, in base a peso, sesso, altezza ed età, il reale fabbisogno giornaliero. 

Qui si aggancia un altro discorso molto importante: le Gda. Per Gda s’intende “Quantità Giornaliere Indicative di energia e nutrienti”, indispensabili per un'{#alimentazione} equilibrata: calorie, carboidrati, grassi, zuccheri, proteine ecc.

Conoscere questi parametri, ci consente di imparare la nostra quota energetica giornaliera necessaria e i nutrienti specifici presenti in ogni alimento. Nelle tabelle presenti sulle confezioni è ben evidenziata la percentuale delle Gda, calorie comprese. Se il calcolo delle calorie serve a salvaguardare anche la {#salute}, allora ben venga.