La gravidanza è un momento importante e bello nella vita di una donna ma dopo la nascita del bambino occorre affrontare il problema della pancia post parto e di un corpo che potrebbe essere diverso rispetto a quello di qualche mese prima. La gestazione, infatti, porta il corpo della futura mamma a subire tutta una serie di cambiamenti, primo fra tutti quello dell’aumento di peso. Basta però seguire alcuni semplici consigli e si può tornare in forma piuttosto in fretta.

Per eliminare un fastidioso problema come quello della pancia post parto, ad esempio, si può contare su almeno dieci consigli per mandarla via. In questo non si tratta soltanto di perdere i chili in più accumulati sul ventre ma anche di donare nuovamente tonicità alla pancia.

Pancia post parto: come mandarla via

  1. I primi consigli riguardano ovviamente la cura dell’alimentazione, a cui si deve prestazione particolare attenzione non soltanto, ed eventualmente, per l’allattamento al seno del bambino ma anche per tornare in forma il prima possibile. Il periodo successivo al parto può essere molto stressante: è per questo che l’alimentazione va curata: mangiare in modo sano, privilegiando frutta e verdura fresche, è già un buon punto di partenza per recuperare la forma fisica precedente alla gravidanza.
  2. Vanno quindi evitati tutti quei cibi grassi, non sani e che contribuiscono a far prendere peso piuttosto che a perderlo: cibi fritti, salumi, cibi grassi, abuso di dolci.
  3. Assumere molti liquidi. Il che si traduce, nella maggior parte dei casi, a bere molta acqua (almeno un litro e mezzo al giorno).
  4. Un altro consiglio inerente l’alimentazione per perdere la pancia post parto è quello di consumare i pasti sempre a orari regolari, evitando di non mangiare fuori pasto o al massimo di fare spuntini leggeri (con la frutta ad esempio).
  5. La seconda tranche di consigli riguarda invece l‘esercizio fisico. Tornare subito in palestra o fare esercizi fisici impegnativi potrebbe non essere consigliato alla neo mamma. Per cominciare, invece, si possono fare delle passeggiate (almeno mezz’ora al giorno).
  6. Dopo qualche tempo si potrà cercare di perdere la pancia post parto sostituendo o integrando le passeggiate con la corsa (bastano anche pochi minuti al giorno, che possono aumentare con il passare del tempo). La corsa aiuta non solo a far perdere la pancia post parto ma anche a far recuperare tono ai muscoli del ventre, messi a dura prova nel corso della gravidanza.
  7. Prima di elencare alcuni esercizi che si possono svolgere per perdere la pancia post parto, è bene ricordare che si possono utilizzare anche delle creme elasticizzanti e rassodanti (che contengono elastina, collagene o principi attivi antismagliature) mentre per combattere gli accumuli adiposi si possono utilizzare creme che contengono alghe marine oppure fitoestratti. Si raccomanda in ogni caso di controllare se la crema può essere impiegata durante l’allattamento.
  8. Per perdere la pancia post parto si possono effettuare anche alcuni semplici esercizi fisici. Il primo prevede di stendersi a pancia in giù, appoggiare i gomiti a terra – allineandoli alle spalle-, alzare e distendere le braccia e poi restare in questa posizione per almeno 15 secondi (ripetete per 5 volte).
  9. Il secondo esercizio che si può svolgere prevede che ci si stenda a terra, con le ginocchia piegate e i piedi a terra, vicino ai glutei. Una mano va posta dietro i lombari mentre l’altra si posiziona sulla pancia. In questa posizione iniziale i muscoli trasversali vanno contratti e le ginocchia si posizionano sopra le anche; la gamba destra scivola a terra e va poi fatta distendere (l’esercizio va poi ripetuto alternando le gambe, per almeno trenta volte in tutto).
  10. L’ultimo esercizio che si consiglia prevede una posizione iniziale in cui le braccia sono distese in avanti, all’altezza delle spalle, mentre la schiena è ben dritta. Inspirando si abbassa il petto verso il pavimento e poi si stende un braccio indietro. Si torna poi alla posizione iniziale e si ripete con l’altro braccio, per almeno quindici volte.