Gli smokey eyes sono uno dei trucchi base che non passeranno mai di moda: questa tecnica, puntualmente rivisitata, aggiornata secondo gli ultimi trend e reinterpretata con le tonalità del momento, rappresenta uno degli effetti più d’impatto e che maggiormente valorizza lo sguardo; è uno dei make-up più sexy, adatto non solo alle occasioni speciali, poiché è possibile sfruttarlo e adeguarlo a qualsiasi esigenza.

Tuttavia è importante ottenere un risultato preciso, in modo da evitare un “effetto macchia” o lo stile occhi da panda: ecco tutte le dritte per realizzare smokey eyes perfetti. Innanzitutto è bene sapere che l’esito non dipende dal colore, ma dall’abilità e dal metodo nello sfumare il trucco: serve quindi pazienza, soprattutto all’inizio, per prendere confidenza con questa tecnica.

Lo smokey eyes tradizionale si presenta come un’ombra monocromatica, cioè dello stesso colore: non è obbligatorio infatti un trucco buio e “fumoso”, nero o grigio, ma è possibile scegliere la propria tonalità preferita, selezionando tre diverse gradazioni dello stesso tono: chiaro, medio e scuro. Per rendere l’applicazione e la sfumatura più semplici è bene cominciare dal colore più chiaro, stendendolo sull’intero occhio, dalla palpebra mobile fino all’area inferiore delle sopracciglia, preferibilmente con un pennello morbido e non troppo grande.

Si prosegue poi con un pennello più piccolo per tratti più definiti e con il tono medio da applicare sulla palpebra sfumandolo col colore precedente, marcando soprattutto la piega dell’occhio. Per finire occorre poi stendere la terza tonalità, quella più scura, la quale andrà posta vicino le ciglia; più strati di ombretto verranno applicati, più carico e drammatico sarà l’effetto del {#make-up}, facendo sempre attenzione al segreto degli smoky eyes: sfumare, sfumare e sfumare ancora.

Per un risultato ottimale, infatti, è necessario fondere le tre gradazioni in un’ombra morbida e graduale, senza stacchi o bordi visibili fra le tonalità. In futuro, a seconda della propria abilità in questa utilissima tecnica, si potrà decidere di utilizzare anche un unico tono fino ad attenuare gradualmente il colore all’inverso, dalle ciglia verso l’esterno.

Successivamente, al fine di sottolineare ancora di più lo sguardo, è possibile utilizzare l’eyeliner, marcare la rima interna dell’occhio con la matita oppure tratteggiare una sfumatura lungo la palpebra inferiore: la scelta dipende principalmente dai propri gusti e dalla forma dei propri occhi; per completare al meglio il trucco basta poi passare per bene il mascara, in modo da aprire lo sguardo, o applicare le ciglia finte. Risultato? Un look impeccabile.