Illuminante viso: cos'è, a cosa serve, come si applica e i prodotti migliori

Pelle luminosa, come baciata dal sole in ogni momento della giornata? Grazie all'illuminante, il viso appare illuminato, fresco e con riflessi naturali di luce

Pubblicato il 23 luglio 2020
Bellezza

Come dare luce e brillantezza al viso per un effetto sano e glowy da tappeto rosso? Basta usare l’illuminante viso, in grado di esaltare i punti luce del volto e la bellezza naturale, donando un look fresco e riposato. Disponibili in crema, liquidi o in polvere, gli illuminanti sono una soluzione che si adatta a un trucco quotidiano e veloce, o a un make-up più raffinato per una serata o evento in particolare.

Grazie ai tanti benefici e al risultato che si può ottenere, l’illuminante viso è un articolo che piace sempre di più, e per questo oggi è facile trovare tantissimi prodotti in commercio. Ma è bene sapere alcune cose prima di acquistarne uno: quale tonalità usare, quale texture scegliere, come si applica e cosa contiene.

Cos’è e a cosa serve l’illuminante viso?

L’illuminante viso è adatto sia come base del trucco, sia per rifinire il look perché dona luminosità al volto. Come è intuibile dal nome infatti con il termine illuminante viso si intendono tutti i prodotti per il make-up realizzati per esaltare i punti luce naturali del viso, come ad esempio gli zigomi o la punta del naso. E regalano un effetto di pelle sana e lucente, per un aspetto riposato e fresco, anche dopo una giornata faticosa.

A seconda della funzione e del risultato, esistono diverse tipologie di illuminante viso, che si diversificano principalmente per la texture. L’illuminante viso liquido o in crema serve sostanzialmente come base del trucco, per uniformare la pelle in modo da ottenere un look più naturale e illuminato. L’illuminante in polvere è invece più brillante, ideale da applicare sopra la base di fondotinta o primer, per dare luce a punti chiave del volto.

Ma l’illuminante viso svolge anche altre funzioni per il viso, infatti, specialmente gli illuminanti in crema, idratano a fondo la pelle e coprono eventuali discromie. Applicando l’illuminante negli angoli interni degli occhi si riesce anche a nascondere così le occhiaie. Fornendo così un effetto di benessere completo al viso, oltre che illuminato.

Le particelle riflettenti contenute negli illuminanti sono in grado di far apparire più lucente e naturale qualsiasi carnagione. L’importante è scegliere la tonalità giusta per il proprio incarnato. L’unica controindicazione può riguardare le pelli particolarmente grasse, che rischiano di apparire ancora più lucide con l’illuminante, anche se si può optare in questi casi per una soluzione opaca.

trucco occhi blu

Dove applicare l’illuminante viso?

È importante saper applicare l’illuminante viso nei punti giusti, ovvero nelle zone del viso che vengono naturalmente colpite dalla luce. Questo fa sì che, in qualsiasi momento del giorno, e qualsiasi sia la fonte di luce sotto cui ci troviamo, il nostro viso appaia sempre luminoso. Le parti nelle quali bisogna applicare l’illuminante viso sono quindi:

  • sopra gli zigomi;
  • sotto l’arco delle sopracciglia;
  • lungo tutto il naso;
  • sull’arco di cupido, ovvero il punto centrale del labbro superiore;
  • sul mento, se vi vuole risaltare anche questa parte del viso.

Se queste sono le linee guida generali, è bene valutare anche le specifiche caratteristiche e forme di ogni viso. Infatti, bisogna capire quali sono le zone che si vogliono illuminare, in modo da avere un effetto sia naturale che valorizzante. A seconda se si vuole un trucco più o meno illuminato, si può giocare con diversi prodotti e texture.

illuminante viso make-up

7 consigli per mettere l’illuminante viso

Applicare l’illuminante è abbastanza semplice, basta creare la base e aggiungere un tocco di luce nei punti che abbiamo visto. Il make-up deve essere più o meno luminoso a seconda dell’effetto che si vuole ottenere. Per un’applicazione perfetta, ecco 7 consigli per mettere l’illuminante viso nel modo migliore.

1. Usarlo in due modi

Innanzitutto, è bene sapere che l’illuminante è un prodotto versatile, che si adatta perfettamente sia per un look naturale da tutti i giorni, specialmente quando non si ha molto tempo per il make-up. In questi casi si applica prima come base, grazie ad esempio alle creme illuminanti e correttori illuminanti.

Ma è un trucco ideale anche per occasioni speciali, dove si vuole ottenere un effetto luminoso e riflettere le luci della serata. L’illuminante viso va allora applicato anche al termine del trucco, per rifinirlo. Si passa sulle zone giuste, con l’aiuto di una cipria illuminante o di un blush, per donare alla pelle un aspetto sano e brillante, perfetto anche come trucco da sposa.

2. Quale usare

Prima dell’applicazione dell’illuminante viso è bene scegliere il prodotto da usare a seconda del tipo di pelle e del risultato che si vuole ottenere. Esistono infatti moltissimi prodotti, con texture diverse. Con la pelle del viso secca, l’illuminante ideale è quello in crema, oppure si può ottenere un buon risultato aggiungendo una goccia di illuminante liquido alla propria crema idratante.

Anche per la pelle mista l’illuminante in crema si presta bene, oppure in alternativa sono ottimi gli illuminanti in polvere o gel, facendo attenzione a non applicarlo nelle zone che risultano già lucide. Con la pelle grassa invece, l’illuminante è preferibile con texture opaca, in polvere senza glitter ad esempio, oppure un correttore illuminante chiaro che non dà ulteriore lucidità.

3. Scegliere la tonalità

Scegliere l’illuminante giusto significa anche scegliere la tonalità corretta, e per farlo è necessario conoscere il sottotono della pelle, ovvero il tono della pelle appena sotto la carnagione visibile. Che può quindi essere caldo, freddo o neutro. Per una pelle chiara con sottotono rosato vanno bene gli illuminanti dalle tonalità fredde, dal bianco al rosa confetto.

Per pelli chiare ma dal sottotono più giallo-aranciato, gli illuminanti ideali hanno tonalità calde, dal bianco dorato al color champagne. Infine, per le pelli più scure e ambrate, sono ottimi gli illuminanti viso dalle tonalità molto calde, come il caramello o l’oro, che dona un effetto bronze.

4. Pennelli

Un consiglio utile per applicare l’illuminante viso è quello riguardo gli strumenti da usare. Si tratta infatti di un prodotto che lascia la pelle illuminata, pertanto, si possono usare anche le dita, ma si rischia di avere le mani brillanti. Inoltre, per un risultato più uniforme e professionale, è consigliabile utilizzare un pennello. Quello che si adatta meglio anche perché deve applicare il prodotto su zone particolari e precise, è il pennello a testa piatta e/o angolata.

5.  Illuminanti abbronzanti

Per chi desidera un effetto abbronzatura, esistono anche gli illuminanti abbronzanti, ovvero delle terre che uniscono gli effetti riflettenti e tonalità bronze. Il risultato è ottimo, specialmente su pelli che hanno già una base di abbronzatura, o comunque naturalmente olivastre e ambrate. Da utilizzare soprattutto d’estate, ma anche in inverno, questi prodotti riflettono le luci del sole o artificiali, donando un effetto non luminoso e freddo, ma caldo e dorato.

6. Contouring o strobing

L’illuminante viso è usato per due dei make-up più di tendenza negli ultimi anni, che rappresentano un po’ gli opposti. Il trucco che sfrutta le luci e la luminosità, proprio come una palla stroboscopica, è lo strobing, che si avvale principalmente di prodotti illuminanti. Crema, correttore, illuminante liquido, in polvere e in crema, cipria, blush: tutti i passaggi del trucco strobing contengono particelle riflettenti per un look super brillante.

Ma l’illuminante è fondamentale anche per il contouring, che sfrutta invece i giochi di ombre e luce del viso. Portato alla notorietà da Kim Kardashian, il trucco contouring usa l’illuminante in contrasto con la terra o il fondotinta più scuri e opachi, per esaltare il chiaroscuro. Nelle palette per contouring infatti è inserito anche l’illuminante, accompagnato dalle sue controparti, ovvero la terra e il bronzer o il blush a seconda dell’effetto desiderato.

7. Pulizia del viso

Prima di applicare qualsiasi tipo di trucco, è importante effettuare un’adeguata pulizia del viso. In questo modo la pelle appare detersa e idratata, così che il make-up non la rovini o appesantisca. Con l’illuminante inoltre l’effetto migliore è garantito soltanto da un viso ben pulito e pronto ad accogliere i riflessi della luce in maniera naturale. Allo stesso modo, è bene detergere il viso sempre dopo il trucco, per eliminare residui e impurità, e proteggere i pori della pelle.

Illuminante viso e fondotinta

Se l’illuminante viso può fungere anche da base per il trucco, cosa lo differenzia dal fondotinta? I due prodotti sono diversi, realizzati per ottenere effetti specifici e di conseguenza non sono interscambiabili. L’illuminante viso, dal momento che si trova in commercio in diverse texture e tonalità, che rimangono tutte relativamente chiare, può essere applicato prima e dopo il fondotinta.

Infatti, se si vuole partire con una base già brillante, si può applicare una crema illuminante, o in alternativa una crema idratante a cui aggiungere una goccia di illuminante liquido. Successivamente si stende il fondotinta, che deve essere della tonalità simile al proprio incarnato, e può essere a sua volta liquido, cremoso o in polvere. In ogni caso non è illuminante, e la sua funzione è quella di uniformare la pelle, nascondere discromie, opacizzare o lucidare la pelle a seconda del risultato che si vuole ottenere. E amalgamare gli altri prodotti di base, come il primer e il correttore.

Per completare il make-up, è necessario poi applicare dopo il fondotinta l’illuminante viso vero e proprio, che come abbiamo visto può essere in polvere, glitterato o satinato, oppure liquido o in crema. In alternativa, se si vuole rendere il fondotinta brillante, in modo da ottenere una pelle uniformemente più luminosa, si può miscelare una goccia di illuminante liquido al fondotinta, che quindi deve essere liquido o in crema, in modo da ottenere un prodotto comodo da stendere.

Come creare la base trucco con la BB cream

Illuminante viso: attenzione all’INCI

Come per gli altri articoli di make-up e cura del corpo, è bene fare attenzione all’inci di ciò che si acquista, ovvero a cosa contiene. Gli illuminanti contengono delle microparticelle riflettenti, in grado di donare luce e riflessi. Oggi c’è un’ampia scelta di prodotti illuminanti per il viso, sia di marchi più noti che soluzioni più low cost.

La maggior parte di essi contengono tuttavia sostanze sintetiche, che possono nuocere alla salute della pelle, ed è meglio quindi scegliere prodotti più naturali. Ad esempio, molti illuminanti in commercio contengono glicoli, materiali sintetici plastificanti e fissanti, siliconi e parabeni, ma anche ad esempio Synthetic fluorphlogopite, una polvere sintetica non biodegradabile. E anche emollienti di origine petrolifera e poco ecologici, tra cui l’olio di palma.

Tutte queste sostanze, tendono ad alterare il pH della pelle, ad appesantire o aggredire il viso, che risulta così idratato e sano solo all’apparenza. Ma a lungo andare, illuminanti con inci sintetici rendono la pelle secca o grassa, e favoriscono l’insorgenza di inestetismi. Sono inoltre prodotti che non fanno bene all’ambiente, inquinanti e non biodegradabili. Meglio allora preferire prodotti dall’inci naturale, ecologico e bio. Ne esistono diversi, specialmente online dove si ha a disposizione una scelta più ampia di articoli.

7 idee per la nail art di San Valentino 2019

I migliori illuminanti viso

Una volta compreso tutto ciò che c’è da sapere sull’illuminante viso, è possibile arrivare alla scelta più preparate. Diverse case di cosmetici hanno realizzato prodotti illuminanti biologici e naturali, che non contengono sostanze nocive. Tra queste troviamo Lavera e Purobio, quest’ultimo marchio italiano.

Per avere la migliore qualità non serve necessariamente pagare di più, tanto che tra i migliori illuminanti del 2020 troviamo anche soluzioni che non superano i 15 euro come l’illuminante liquido Glow Mon Amour di L’Oréal Paris. Dalla texture fluida e molto pigmentata, con olio di cocco, ideale usato da solo o miscelato al fondotinta, ottimo da sfumare.

Disponibile su Lookfantastic a 11,45  euro Acquista ora

illuminante viso
Glow Mon Amour L’Oréal Paris

Anche per prodotti con un inci più sano a un prezzo abbordabile, non è necessario andare lontano, perché online si trovano ottimi articoli, come Skin Glazin di Nabla, che contiene ingredienti buoni, è vegan e cruelty-free. Un illuminante questa volta in polvere, dalla consistenza quasi impalpabile e delicata, perfetto da stendere come rifinitura di un make-up luminoso.

Disponibile su Sephora a 22,00 euro Acquista ora

illuminante viso
Skin Glazing di Nabla

Insomma, le opzioni sono tante, si può optare per marchi di fiducia, di cui si conosce la qualità, o provare prodotti biologici. Oppure ancora lasciarsi ispirare dalla lista dei migliori illuminanti viso realizzata dalla nostra Redazione.

Seguici anche su Google News!

Credits foto: