Palette ombretti: come scegliere i colori adatti a occhi e incarnato

A ogni tipologia femminile, il suo make-up: conoscere toni, sottotoni e nuance per valorizzare lo sguardo.

Bellezza

Storia

A ogni donna la sua palette di ombretti: le nuance di una palette ombretti, infatti, devono accordarsi con incarnato e colore degli occhi, per valorizzare i proprio tratti con il make-up.

In linea di massima, chi ha la pelle ambrata o scura, quindi se la tipologia è mediterranea, è meglio optare per prodotti di bellezza dalle tonalità calde come i marroni e gli aranciati. In presenza di carnagione chiara e occhi azzurri o verdi, i colori dovrebbero essere invece freddi, dal verde al blu fino all’azzurro e al grigio.

Via libera a finish mat, iridiscenti o metallizzate a seconda delle occasioni e a texture in crema o in polvere a seconda delle preferenze personali.

Per un utilizzo dalla mattina alla sera, i colori contenuti nella palette ombretti dovrebbero essere un mix tra discreti e classici e più brillanti. Ad esempio, con i marroni potrebbero abbinarsi gli oro, i bronze e gli arancioni. Con le nuance fredde, oltre al grigio e ai blu, i verdi brillanti e gli azzurri possono costituire un buon complemento per look più stravaganti e un trucco da sera, magari.

Ecco qualche tip della redazione per scegliere le palette ombretti più adatte a seconda del colore degli occhi e della tipologia di incarnato.

Occhi nocciola: la palette ombretti consigliata

  • Chi ha carnagione chiara tendente all’avorio o al beige e con un sottotono caldo e occhi nocciola, un marrone con una componente di giallo, viene valorizzata da colori caldi e tenui, come l’arancione, il marrone, il cammello, il terracotta, il giallo luminoso e il rosso.
  • Perfetti anche ombretti azzurri, nelle tonalità cielo e verde-acqua, il blu cobalto e il turchese, il grigio, il verde oliva, mela e lime e il viola nelle tonalità del pervinca.
  • Via libera tutti i colori pastello, mentre sono da evitare i colori scuri e opachi.

Palette ombretti per occhi azzurri

  • Le donne con capelli chiari, occhi azzurri, grigi o ghiaccio (ma anche nocciola tendente al verde) e la pelle molto chiara con un sottotono freddo si armonizza con tutti i toni del rosa chiaro, dal cipria al rosa pastello, le tonalità dell’azzurro, celeste e pervinca.
  • Perfetti anche il lavanda, il lampone, il bianco perlaceo, il grigio, il blu, perla, il giallo limone, il rosso fragola, e il rosso ciliegia.
  • Gli ombretti dai colori freddi, a base blu, grigia e rosata sono i migliori, mentre da evitare sono le tonalità calde, come il marrone e l’arancione.

Occhi marroni: le palette ideali

  • Chi ha occhi marroni, ma anche colori che vanno dal nocciola al verde, con una forte componente di giallo e ha la carnagione ambrata si valorizza con colori caldi come l’arancione, il rame, il bronzo e il marrone,
  • Gli ombretti consigliati sono anche il giallo, il senape, il prugna, il crema, l’avorio e il verde.
  • Le nuance da evitare accuratamente? Il viola, il rosa confetto, il grigio e il nero.

Gli ombretti per occhi neri

  • Carnagione chiara, capelli scuri e occhi neri sono caratteristiche perfette con il bianco, il nero, il grigio antracite e il grigio chiaro, il blu (nelle tonalità del navy, blu elettrico, blu di Prussia), il verde (sia smeraldo che menta)
  • Ottimi anche gli ombretti rosso acceso, il rosa shocking ma anche il rosa chiaro, il bordeaux, il giallo limone, il magenta, l’indaco, il viola e tutte le tonalità intense e vivace.
  • Meglio soprassedere sui colori caldi, il verde scuro e l’arancione.

Occhi verdi: la palette ombretti

  • Carnagione chiara e  occhi verdi che tendono al nocciola richiedono colori saranno leggermente più freddi, quindi il melanzana, tutte le tonalità del prugna, il viola e il rosa confetto.
  • Le donne con i capelli scuri possono puntare su un color prugna sfumato con un matitone nero effetto smokey, mentre le bionde possono esaltare i propri occhi verdi utilizzando colori metallici come il grigio-argento o il grigio-ferro.
  • Decisamente da scartare sono invece le tonalità dell’azzurro, del celeste e affini, i quali rimangono freddi e troppo spenti, smorzando così la bellezza dell’occhio verde.