Adele perde 30 chili con la dieta Sirt

Il regime alimentare seguito dalla cantante britannica sfrutta dei geni considerati dei super regolatori del metabolismo

Pubblicato il 8 gennaio 2020

Ancora una volta Adele è tornata a far parlare di sé a causa di uno sconvolgente cambiamento fisico. La cantante britannica, che per inaugurare il 2020 si è concessa una vacanza con Harry Styles e James Corden ad Anguilla nei Caraibi, è stata immortalata in alcune foto in cui appare drasticamente dimagrita. Negli scatti indossa un vestitino a pois mentre si diverte in spiaggia e si concede un cocktail sul bagnasciuga.

Secondo i bene informati, la 31enne avrebbe perso ben trenta chili grazie all’aiuto di Camila Goodis, una preparatrice atletica molto famosa a Los Angeles e che è addirittura soprannominata “maga del corpo brasiliano”. La Goodis, che segue da tempo la moglie di Robbie Williams, ha conosciuto Adele proprio a casa della popstar inglese tanto da assegnare a entrambe un piano di allenamento congiunto. Stando ad ulteriori indiscrezioni, i veri fautori del cambiamento fisico di Adele sarebbero state altre due personalità molto famose tra i vip: il guru del fitness Joe Wicks, noto anche come “The Body Coach”, e l’allenatore delle celebrità Dalton Wong, trainer di artisti del calibro di Jennifer Lawrence, Gwendoline Christie e Olivia Colman.

Attività fisica a parte, pare che l’enorme trasformazione fisica di Adele sia dovuta al 90% ad un regime alimentare miracoloso ideato da due medici nutrizionisti, Aidan Goggins e Glen Matten. Si tratta della dieta Sirt ovvero un programma che sfrutta il Sirtuine, un gruppo di sostanze nutritive in grado di attivare gli stessi geni della magrezza sollecitati dal digiuno. Questi geni sono considerati dei super regolatori del metabolismo tanto da influenzare la capacità di bruciare grassi. La dieta Sirt si divide in due fasi: la prima è più restrittiva e dura sette giorni, mentre la seconda dura quattordici giorni e prevede il mantenimento con determinati cibi solidi.

Adele ha affermato di essere grata a questa dieta grazie alla quale ha perso trenta chili in un anno ma, in più di un’intervista, ha voluto sottolineare che la decisione di perdere peso non è dipesa da un cattivo rapporto con il suo corpo. Il suo obiettivo è sempre stato quello di salvaguardare ed utilizzare al meglio la sua voce, soprattutto dopo l’emorragia vocale subita nel 2011. La cantante, oggi più che mai, continua quindi a battersi contro il body shaming: “Mi vengono sempre poste domande sul mio corpo, il mio peso, le mie dimensioni, il mio stile di vita e cose del genere […] Io non faccio musica per gli occhi, faccio musica per le orecchie. Non vedi musica, ascolti musica, quindi che importanza ha?“.

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Vip

Credits foto:

  • Adele | Instagram