Balsamo per capelli, tutto ciò che devi sapere per usarlo al meglio

Come si utilizza nel modo corretto il balsamo per capelli e come fare per rendere questo prodotto un vero alleato per la salute e la bellezza della chioma? Scopriamolo

Pubblicato il 1 agosto 2022
Bellezza

Chiunque ami la sua chioma, lunga o corta che sia, sa che uno dei passaggi fondamentali per una perfetta hair routine riguarda l’utilizzo del balsamo per capelli, un prodotto in grado di idratare, nutrire, districare i nodi e aumentare la resistenza a la forza della propria capigliatura. Ma non solo.

Perché il balsamo fa molto di più ed è bene imparare a usarlo nel modo corretto, al momento giusto e scegliendo la tipologia più adatta in base alla caratteristiche della propria chioma, assorbendone tutti i benefici e donando ai capelli la massima luminosità, forza e bellezza.

Ma quali sono le “regole” da seguire per usare al meglio questo prodotto cosi comune ma di cui in pochi saranno realmente lo scopo?

Quando usare il balsamo?

Come detto, la funzione principale del balsamo per capelli è quella di nutrire la chioma, idratarla, proteggerla e aiutare a mantenere le fibre del capello sane e forti, schermandole da eventuali aggressioni esterne. Garantendo ai capelli la massima morbidezza, lucentezza e setosità possibili, e liberandoli da eventuali nodi che possono indebolire le fibre fino a portare alla rottura del capello stesso.

Insomma, una serie di benefici molto importanti per mantenere sana la chioma e che si possono raggiungere solo usando il balsamo per capelli nei tempi e nei modi corretti.

Anche a seconda della tipologia di capelli, infatti, il balsamo deve essere utilizzato in modo diverso, applicandolo con più o meno frequenza. Per esempio, se i capelli sono particolarmente secchi o rovinati,  è bene usarlo due o tre volte alla settimana, passando ad una volta quando la chioma è tornata alla sua naturale bellezza e forza. Nel caso in cui, però, i capelli siano naturalmente crespi, il balsamo può essere utilizzato anche dopo ogni shampoo, cosa che può essere fatta anche nel caso in cui si abbiano i capelli particolarmente lunghi.

Ovviamente prestando attenzione al modo in cui si usa e alla quantità che si applica sulla chioma.

Balsamo per capelli: come si usa

Anche se per  molti di noi è un gesto meccanico, infatti, anche l’utilizzo del balsamo per capelli ha le sue regole. Per esempio per quanto riguarda la posa, che deve essere di circa due o tre minuti, per consentire al prodotto di agire e di essere assorbito dai capelli; solo dopo sarà possibile risciacquare il tutto. Sul quanto usarne, poi, dipende molto dalla lunghezza dei capelli stessi.

Se i capelli sono lunghi occorrerà una dose di prodotto maggiore, mentre se la chioma è corta ne servirà meno. In generale, però, il riferimento usato corrisponde a una noce di prodotto da applicare nella parte centrale della chioma e fino alle punte, non sulle radici. Seguendo questi step:

  • per prima cosa si procede con il normale shampoo, sciacquando con cura la chioma con acqua tiepida o fredda, favorendo la chiusura delle cuticole;
  • una volta fatto si tamponano i capelli per eliminare l’acqua in eccesso e subito dopo si applica il balsamo per capelli. Per farlo sarebbe meglio mettersi a testa in giù, utilizzando una noce di prodotto da passare sulle lunghezze della chioma ed evitando di arrivare alle radici, poiché si andrebbe ad aumentare la produzione di sebo;
  • a questo punto si procede a massaggiare con delicatezza la chioma, districando eventuali nodi dai capelli con le dita, aspettando due o tre minuti prima di risciacquare il tutto, sempre che non si sia scelto un balsamo senza risciacquo.

E ovviamente optando per il balsamo per capelli più adatto alla propria chioma.

Le tipologie di balsamo per capelli

La scelta è davvero molto ampia e questo anche perché in commercio esistono tantissimi prodotti diversi, fatti con ingredienti dalle innumerevoli proprietà che agiscono in modo mirato sulla chioma. In linea generale però, prima di scegliere il prodotto che fa per noi è bene considerare la tipologia di capelli che si vogliono andare a trattare, preferendo:

  • un balsamo per capelli a base di aloe vera o semi di lino, ingredienti ottimi per donare volume senza appesantire la chioma, per i capelli normali, sottili, ricci, lisci, grassi;
  • olio di Argan, di cocco o burro di Karité per capelli sfibrati, molto secchi, colorati e danneggiati (per esempio con le classiche doppie punte);
  • a base di oli essenziali di limone o rosmarino per ravvivare una chioma spenta e opaca, rendendola nuovamente lucente e piena di vitalità.

E avendo cura di scegliere la formulazione migliore di balsamo per capelli:

  • classico, il cui compito è quello di levigare e rimpolpare la superficie del capello aumentandone la setosità;
  • condizionante, che aiuta a proteggere la chioma dalla disidratazione e dall’elettricità statica creando un sottile strato protettivo;
  • in crema che aiuta a ripristinare il livello di pH del cuoio capelluto dopo il lavaggio con lo shampoo.

Optando per il prodotto migliore e che ben si adatta alle proprie esigenze.

Il balsamo per capelli fai da te

E magari provando a creare un balsamo per capelli in autonomia, mixando tra loro ingredienti 100% naturali e super efficaci.

Per creare un buonissimo prodotto al miele, per esempio, vi serviranno un uovo, un cucchiaino di miele e 3 o 4 cucchiaini di olio di cocco o di mandorle dolci. Unendo il tutto e mescolando bene, avrete un composto ottimo per la cura quotidiana dei vostri capelli.

Altra possibilità, poi, è quella di aggiungere a due cucchiaini di miele, una banana matura e una tazza di latte tiepido, applicando il composto sui capelli asciutti e lasciando in posa per trenta minuti, come fosse una maschera.

Un’ottima soluzione per i capelli secchi, invece, è un balsamo per capelli a base di avocado. Per farlo dovrete unire tra loro 1/2 avocado maturo, un cucchiaino di olio di cocco e 3 o 4 cucchiaini di olio essenziale di lavanda o rosmarino, quindi bene la polpa dell’avocado e mescolare tra loro i vari ingredienti fino a formare una crema omogenea da applicare sulle lunghezze e tenere in posa anche per venti minuti prima di risciacquare.

Se non volete fare il vostro balsamo in casa, potete optare per una delle tante formulazioni disponibili in commercio, sempre prestando attenzione alla tipologia di prodotto migliore e agli ingredienti di cui è composto.

Balsamo per capelli: i migliori prodotti

Ecco, quindi, qualche esempio tra cui scegliere, per garantire alla vostra chioma tutta la bellezza e il benessere desiderato, grazie a un prodotto irrinunciabile della vostra hair routine.

Balsamo Capelli Danneggiati, Pantene Pro-V Balsamo 3 Minute Miracle, Rigenera e Protegge, Trasforma Capelli Danneggiati in Rigenerati e Lucenti, 150ml

Balsamo Capelli Danneggiati, Pantene Pro-V Balsamo 3 Minute Miracle, Rigenera e Protegge, Trasforma Capelli Danneggiati in Rigenerati e Lucenti, 150ml

Il balsamo di Pantene Pro-V Balsamo Miracle, agisce in soli tre minuti per donare la massima protezione e morbidezza alla chioma, oltre che una lucentezza senza fine. Aiutando i capelli danneggiati a risanarsi tornando forti e al loro naturale splendore e benessere.
2 € su Amazon
3 € risparmi 1 €
OGX Balsamo Rigenerante, Olio di Argan del Marocco, per Capelli Secchi e Danneggiati 385 ml

OGX Balsamo Rigenerante, Olio di Argan del Marocco, per Capelli Secchi e Danneggiati 385 ml

Il balsamo all'olio di Argan è perfetto per rafforzare e ammorbidire i capelli, donandogli massima luminosità e leggerezza. Proteggendoli dai raggi UV e dagli agenti esterni che possono danneggiarli.
5 € su Amazon
7 € risparmi 2 €
Botanicals Balsamo per capelli secchi

Botanicals Balsamo per capelli secchi

Questo balsamo, che combina lo speciale complesso di principi attivi Botanicals con l'effetto nutriente dei fiori di zaffiro, è in grado di far diventare i capelli visibilmente più morbidi e lisci.
15 € su Amazon
Pro
  • Ottimo rapporto qualità/prezzo
  • Profumo delicato
Contro
  • Nessuno
Seguici anche su Google News!