Doppie punte: come prevenire o contrastare la tricoptilosi

Evitare la formazione di fastidiose doppie punte è possibile, grazie a rimedi e accorgimenti utili. Vediamo perché nascono le doppie punte e come prevenirle e contrastarle

Aggiornato il 14 luglio 2020

Sono considerate un inestetismo dei capelli, e la loro presenza dimostra che c’è qualcosa che non va nella salute della chioma. Le doppie punte, chiamate più precisamente tricoptilosi, non rappresentano un problema grave e irrisolvibile, ma se ci sono significa che un comportamento ripetuto o abitudini non corrette hanno danneggiato il capello, rendendolo opaco, secco e soprattutto sfaldato.

I capelli sono formati infatti da tre strati, il più esterno è detto cuticola. Se si rovina quest’ultimo strato, tutto il capello appare rovinato e poco sano, e infatti la chioma risulta spenta, non lucente e morbida. Fenomeno particolarmente diffuso, le doppie punte possono avere diverse cause, ed è difficile contrastarle una volta che si sono formate. È possibile invece prevenirne la formazione, con rimedi, abitudini e prodotti utili, anche naturali.

Doppie punte: cause

Quando si formano le doppie punte significa che la cuticola che avvolge i capelli si è rovinata e ha iniziato a sfaldarsi. Le punte dei capelli risultano così aperte e biforcute, e in generale la chioma appare spenta e sfibrata. Le cause delle doppie punte possono essere diverse, e si riconducono solitamente a:

  • trattamenti chimici, come tinte, decolorazioni, permanenti, che tendono a danneggiare molto il capello, rendendolo più fragile e soggetto a sfaldamento;
  • calore, dato dal phon, dalla piastra e dall’arricciacapelli, tutti strumenti utili a ottenere la messa in piega desiderata, ma che rischiano di bruciare i capelli se usati tutti i giorni e a temperature elevate;
  • predisposizione, ovvero quando una persona ha i capelli fini o particolarmente fragili;
  • lavaggi troppo frequenti e con prodotti inadeguati. Per prendersi cura della chioma è bene infatti scegliere lo shampoo più adatto alle proprie esigenze;
  • uso aggressivo o eccessivo della spazzola o del pettine;
  • agenti esterni come i raggi UV, da cui i capelli andrebbero protetti quanto la pelle, perché possono danneggiarli molto, ma anche cloro e sale specialmente d’estate se si fanno i bagni al mare o in piscina;
  • uno stile di vita e alimentazione scorretti e poco salutari.

doppie punte capelli

Riconoscere le doppie punte

Parlando di doppie punte si intende solitamente quando i capelli si separano alle estremità, diramandosi in due o più punte. Il più delle volte si biforcano, ma si possono formare anche diversamente, tanto che esistono diverse tipologie. Per riconoscere le doppie punte, è sufficiente valutare le punte dei capelli, poiché sono assolutamente visibili.

Si può anche provare a fare una coda di cavallo e vedere se le punte sono a zig zag, o ci sono capelli più lunghi di altri. Alcuni sintomi che di solito si accompagnano alle doppie punte sono la caduta dei capelli, una chioma fragile e spenta, all’apparenza sfibrata e opaca. Per capire se effettivamente si tratta di questo problema, e non solamente di capelli secchi, è bene conoscere i diversi tipi di doppia punta. Le doppie punte possono essere:

  • generiche, ovvero quando il capello si divide in due estremità più sottili con una sola spaccatura al centro;
  • con più ramificazioni, specialmente se non si individua subito, una doppia punta generica può separarsi in altre punte, anche 4 o 5. In questo caso le ramificazioni possono essere su un solo lato, oppure su entrambi i lati, come una piuma;
  • a Y, ossia quando una delle due punte di una doppia punta già formata si separa ulteriormente, creando appunto una serie di Y;
  • con punti bianchi. In questi casi si nota verso l’estremità del capello un puntino bianco ispessito, che talvolta può non avere seguito, e in questi casi la doppia punta non si è ancora formata oppure si è spezzata;
  • incomplete, nel senso che il capello risulta separato, per poi riunirsi e continuare la crescita con una sola punta.

Tutti questi esempi rappresentano la presenza di uno sfaldamento, più o meno profondo e recente, dei capelli, dovuto a una o più cause viste in precedenza. Anche se non è del tutto impossibile rimediare una volta che si sono formate, esistono delle soluzioni per ridare forza e spessore ai capelli rovinati. E soprattutto, ci sono dei comportamenti quotidiani che si possono correggere per prevenire il problema.

Tonalizzante capelli: a cosa serve e 5 prodotti

Come prevenire le doppie punte

Quando si formano le doppie punte, diventa complicato riuscire ad eliminarle, ed è quindi preferibile prevenirne la formazione. Per farlo, è sufficiente adottare comportamenti e abitudini che aiutano non solo a evitare che nascano doppie punte, ma anche a garantire la salute del capello. Per prevenire la tricoptilosi è consigliato:

  • usare il phon, la piastra e gli altri strumenti a calore come l’arricciacapelli, a temperature medio-basse, non troppo alte. Inoltre, meglio non utilizzarli tutti i giorni e troppo spesso, preferendo invece un’asciugatura naturale;
  • per asciugare i capelli dopo il bagno o la doccia, non strofinarli, piuttosto tamponarli con un asciugamano asciutto in modo da non frizionare e rovinare la chioma;
  •  non pettinare i capelli quando sono bagnati, e preferire un pettine in legno con i denti larghi rispetto a una spazzola, poiché aiuta a sciogliere i nodi, che possono favorire la formazione di doppie punte;
  • evitare il più possibile i trattamenti chimici, specialmente tinte e decolorazioni, mentre sono preferibili prodotti il più possibile naturali e senza sostanze nocive per il capello;
  • proteggere i capelli dal sole, specialmente in estate, poiché la sua azione è particolarmente forte sui capelli, tendendo a seccarli e sfaldarli;
  • al mare o in piscina sciacquare i capelli subito con acqua normale, in modo che la salsedine e il cloro siano eliminati subito e non abbiano tempo di agire.

Spazzola per capelli, come scegliere quella adatta

I rimedi contro le doppie punte

Combattere le doppie punte non è sempre semplice, specialmente quando si tratta di un fenomeno ricorrente. In questi casi significa che si sta adottando uno o più comportamenti scorretti o comunque da modificare, per prevenire il più possibile la comparsa di tricoptilosi.

Vediamo 7 principali rimedi contro le doppie punte, tutti consigli facili da mettere in pratica e prodotti semplici da reperire.

1. Tagliare

Quando in un capello compare la doppia punta, non si può eliminare, se non tagliandola. I capelli infatti continueranno a crescere divisi nelle due estremità, salvo le rare occasioni in cui la punta si riunisce, ma che rimane comunque aperta in mezzo al capello. La soluzione quindi è tagliare: una semplice e piccola spuntatina riesce a togliere la maggior parte di doppie punte e permette di non intaccare troppo la lunghezza.

Anzi, i capelli con le doppie punte crescono molto meno e più lentamente rispetto ai capelli intatti e sani. Per un risultato più completo, è meglio un taglio più deciso che va a rimuovere anche le doppie punte più profonde e rinforza maggiormente i capelli.

2. Prodotti per doppie punte

In commercio esistono diversi articoli utili a prevenire le doppie punte o migliorare l’aspetto dei capelli. Si possono infatti acquistare anche online dei prodotti per doppie punte efficaci, che contengono ingredienti anche naturali. Si tratta solitamente di maschere che aiutano ad ammorbidire e proteggere le punte dei capelli, da usare sui capelli bagnati, e lasciare riposare.

Anche l’olio per capelli è un ottimo alleato per la lucentezza e la salute dei capelli. Tutti questi prodotti rinforzano la chioma, la rendono allo stesso tempo più forte e morbida, e proteggono i capelli dalla formazione di doppie punte. La scelta è ampia, anche se è consigliato prediligere oli e maschere naturali, che non contengono tensioattivi pesanti, oltre che sostanze aggressive come parabeni e siliconi.

3. Integrare

Oltre a prodotti che si applicano direttamente sui capelli, esistono in farmacia o in erboristeria degli integratori per capelli. Ne esistono di vario genere, tra cui quelli specifici per rinforzare e illuminare la chioma, cosa che previene e aiuta a curare il fastidio delle doppie punte. Contengono principalmente proteine, minerali tra cui ferro, zinco e magnesio, e vitamine, specialmente vitamina C e vitamina E. Tra le altre cose importanti sono anche i flavonoidi e l’acido eolico.

4. Un aiuto sotto la doccia

Un aiuto contro capelli spenti e doppie punte da usare direttamente in doccia, è il balsamo per capelli o la maschera per rendere i capelli più morbidi ed evitare la formazione di nodi. Spazzolando i capelli annodati si rischia di spezzarli e di indebolirli ulteriormente, tanto che si dividono e si separano.

5. Maschere e impacchi casalinghi

Anche senza acquistare prodotti già pronti, si possono realizzare impacchi utili ed efficaci comodamente a casa, con ingredienti naturali, che vedremo più nel dettaglio nel prossimo paragrafo. Si tratta di elementi che solitamente usiamo in cucina che contengono tantissimi nutrienti e antiossidanti, vitamine, proteine e minerali che, esattamente come al nostro corpo, fanno molto bene anche ai capelli. Da provare quindi maschere e impacchi casalinghi da applicare direttamente sui capelli, asciutti o umidi prima della doccia.

6. Attenzione alla spazzola

Spazzolare i capelli fa bene, perché riattiva la circolazione del cuoio capelluto, elimina eventuali, ed rimuove i capelli già staccati che appesantiscono la chioma. Tuttavia, usare troppo spesso la spazzola o il pettine errati con spazzolate troppo vigorose può portare alle doppie punte. Meglio quindi usare spazzole con setole naturali e più delicate o, meglio ancora, pettini a denti larghi, ed evitare di spazzolare in maniera aggressiva.

7. No a troppo calore

Uno dei peggiori nemici dei capelli è il calore, poiché se da una parte aiuta ad asciugare prima, o a dare la piega con piastra o arricciacapelli, dall’altra tende a inaridire molto il capello. Le doppie punte sono un risultato di un utilizzo eccessivo di questi strumenti a temperature troppo elevate. Per contrastare le doppie punte è bene usare meno il phon, solamente quando necessario: se si fanno meno lavaggi settimanali, anche il phon sarà usato meno.

Inoltre, è bene tenerlo distante dalla testa, e variare la temperatura, usando molto anche l’aria tiepida o fresca. Quando possibile, meglio ancora far asciugare i capelli in modo naturale. Un discorso simile va fatto per la piastra: se si usa per abitudine ma se ne può fare a meno, meglio evitarla del tutto. Se invece fa parte della routine di preparazione e serve per ottenere la piega desiderata, sono da preferire le piastre professionali, realizzate in modo da non raggiungere mai temperature troppo elevate ed efficaci con una sola passata.

Per garantire una protezione ulteriore ai capelli, in modo da evitare la formazione di doppie punte, esistono dei prodotti che proteggono i capelli dal calore, non facendoli seccare, da applicare sui capelli prima di usare la piastra o il phon. Fondamentale è passare la piastra o l’arricciacapelli su capelli completamente asciutti, poiché se sono un po’ umidi, l’effetto di questi strumenti li fa bruciare.

doppie punte prevenzione rimedi

Rimedi e prodotti naturali per le doppie punte

Tra i rimedi che abbiamo visto, ci sono anche prodotti per capelli, ma non è necessario rivolgersi altrove, perché esistono rimedi e prodotti assolutamente naturali in grado di contrastare le doppie punte e prevenirne la formazione. Ad esempio, possono essere davvero efficaci maschere per capelli fai da te che contengono alcuni elementi naturali come burro di karitè, olio d’oliva, avocado e miele. Tutti ingredienti che rendono i capelli più lisci, morbidi e anche forti.

Ma anche altri oli vegetali come quello di cocco, jojoba e lino, yogurt bianco e un ingrediente a cui forse non abbiamo mai pensato: le uova. Vediamo 3 maschere fai da te per i capelli.

1. Maschera uovo e aceto di mele

Una maschera ottima per rendere i capelli più lucidi e districati è quella con uovo e aceto di mele.

Ingredienti:

  • un tuorlo d’uovo;
  • un cucchiaio di aceto di mele;
  • mezzo cucchiaio di miele;
  • un cucchiaio di acqua calda.

Procedimento:

  1. inserire in una ciotola tutti gli ingredienti lasciando l’acqua per ultima;
  2. mescolare tutto fino a formare un composto cremoso e morbido;
  3. applicare la maschera fai da te sui capelli bagnati, dopo lo shampoo;
  4. lasciare agire per 20 minuti;
  5. risciacquare con abbondante acqua.

2. Crema di avocado

Un ottimo rimedio per le doppie punte è la crema di avocado, ingrediente ideale non solo per il benessere dei capelli ma anche di tutto l’organismo, grazie alla sua azione antiossidante.

Ingredienti:

  • mezzo avocado;
  • due cucchiai di olio di mandorla;
  • in alternativa all’olio di mandorla, va bene anche l’olio di cocco, che dona una fragranza ancora più buona.

Procedimento:

  1. schiacciare la polpa dell’avocado finché non assume la consistenza di una purea;
  2. aggiungere l’olio di mandorla;
  3. mescolare per far amalgamare gli ingredienti;
  4. applicare la maschera sulle punte e sulle lunghezze dei capelli;
  5. lasciare agire per circa 30 minuti;
  6. risciacquare con abbondante acqua fredda.

3. Impacco allo yogurt

Con lo yogurt si può realizzare una maschera nutriente e ristrutturante, utile a ricostituire il capello e debellare le doppie punte.

Ingredienti:

  • 1 vasetto di yogurt naturale intero;
  • un cucchiaio di olio d’oliva;
  • un cucchiaio di olio di lino;
  • 8 gocce di essenza di rosmarino (facoltative)

Procedimento:

  1. mescolate tutti gli ingredienti in una ciotola;
  2. aggiungete, se le avete, le gocce di essenza di rosmarino, che rendono la maschera ancora più efficace;
  3. continuate ad amalgamare il composto finché non diventa cremoso e morbido;
  4. applicare la maschera su tutta la lunghezza dei capelli e distribuire bene sulle punte;
  5. lasciare agire per 45 minuti;
  6. sciacquare per bene e fare lo shampoo.

Articolo originale pubblicato il 13 luglio 2020

Seguici anche su Google News!

Credits foto: