Beyoncé e Jay-Z seduti durante l’inno al Super Bowl 2020

Il gesto simbolico di Beyoncé e Jay-Z fa pensare al caso Colin Kaepernick e punta i riflettori sulla comunità afroamericana.

News

Il Super Bowl 2020 si è aperto con il ricordo di Kobe Bryant e l’inno nazionale cantato da Demi Lovato, ma Beyoncé e il marito Jay-Z, in compagnia della piccola Blue Ivy, non sembrano essere stati trasportati dall’emozione generale e sono rimasti seduti durante tutto l’inno. La rivista TMZSports ha pubblicato un video in cui si vedeva la coppia ferma ai propri posti.

Jay-Z infatti è stato aspramente criticato per aver firmato un contratto da 15 miliardi di dollari con la National Football League, prendendo così in mano gli intrattenimenti di musica live della lega di football americano attraverso la sua agenzia Roc Nation. La cosa ha lasciato l’amaro in bocca alla comunità afroamericana, che vede nelle NFL il nemico, dopo aver messo in difficoltà Colin Kaepernick, il giocatore di football americano che non trova più un ingaggio da quando si è apertamente schierato contro le brutalità della polizia nei confronti dei neri.

Jay-Z h dichiarato al New York Times «Fintanto che le persone reali vengono ferite ed emarginate e perdono membri della famiglia, allora sì, posso fare un sopportare un po’ di stampa negativa». Chiudendo in questo modo le polemiche e decidendo di non alzarsi in piedi, forse per sottolineare la sua vicinanza a Kaepernick.

Jay-Z potrebbe riuscire a cambiare il volto della NFL, grazie alla sua notorietà infatti potrà dare un contributo importante al programma sociale della lega: Inspire Change, che punta a mettere in atto un cambiamento di mentalità nella comunità americana, attraverso un miglioramento della relazione tra polizia e comunità e la riforma della giustizia penale.

Credits foto:

  • Instagram Jay-Z