Coronavirus: come visitare online i musei di Venezia

I musei dei della città lagunare si potranno visitare comodamente da casa

Pubblicato il 14 marzo 2020

I musei di Venezia chiudono al pubblico ma aprono ai visitatori online per l’emergenza Coronavirus. Dopo l’ultimo decreto del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, i musei hanno chiuso le porte ai visitatori. Per continuare la loro funzione di promozione della cultura e del territorio i musei civici di Venezia saranno visibili tramite internet. Basterà utilizzare un pc o un più comune smartphone per visitare questi luoghi. Così il MUVE cerca di portare nelle case degli italiani le opere d’arte e le bellezze dei musei della città lagunare.

L’iniziativa, già collaudata da altre strutture, permette ai cittadini di poter continuare ad ammirare le opere comodamente seduti sul proprio divano. L’idea nasce in sinergia con gli hastag #iorestoacasa e #larteresiste promossi dal Ministero della Cultura. Grazie alla collaborazione con Google Art Project i musei si potranno visitare come se si stessero percorrendo le strade della città di Venezia. Un tour itinerante per la città sulla laguna alla scoperta delle sue opere e del suo patrimonio artistico.

E’ un modo alternativo per visitare i musei” ha dichiarato alla stampa la presidente di MUVE Mariacristina Gribaudi. Perché la bellezza sia sempre al nostro fianco anche in un momento difficile. Offrendo la visita virtuale e con l’attività attaverso i social, vogliamo permettere a chi è a casa di trascorrere del tempo conoscendo il nostro patrimonio culturale in modo diverso.

Durante il 2020 il museo civico Correr avrebbe dovuto aprire al pubblico le Sale Reali per la prima volta. In questa parte hanno risieduto prima gli Asburgo fino al 1866 e poi i Savoia fino al 1920. Tra le stanze vistabili ci sarnno anche le undici stanze che furono abitate dalla principessa Sissi. Anche Palazzo Ducale e Palazzo Fortuny rientrano in questo progetto di Google.

Il museo Peggy Guggenheim mette a disposizione dei suoi canali social brevi presentazioni della propria collezione di opere d’arte. L’audio è fruibile sia in lingua italiana che in lingua inglese.

In merito alle mostre e al calendario di eventi la direttrice Gribaudi ha dichiarato che per il momento molte mostre in programma per i prossimi mesi potrebbero subire delle variazioni. A causa dell’emergenza Coronavirus non è possibile pianificare a lungo termine le attività.

Per il momento, l’unica mostra ancora calendarizzata con certezza è quella dedicata a Vittorio Carpaccio il 10 ottobre 2020. In questo momento molto musei e luoghi d’arte sono visitabili così, ma questo potrebbe essere un modo per pianificare al meglio un futuro viaggio a Venezia o alla scoperta delle bellezze del nostro Paese.

Seguici anche su Google News!