Meghan Markle e Harry tornano in pubblico smentendo il trasferimento in Canada

I Duchi di Sussex hanno trascorso sei settimane nello stato canadese e ieri sono tornati ai loro doveri a Londra

News

Il Palazzo ha smentito il trasferimento di Meghan Markle e del Principe Harry nei prossimi mesi in Canada. Le speculazioni, come vengono definite dai portavoce dei Duchi di Sussex, sono nate dopo le lunghe vacanze natalizie nello stato canadese di Meghan, Harry e il piccolo Archie.
La famiglia si è trattenuta in Canada per sei settimane, ma ieri sono tornati al lavoro con il loro primo impegno pubblico del 2020.

Meghan Markle e il Principe Harry hanno voluto ringraziare e omaggiare proprio il paese che li ha ospitati nelle ultime settimane, visitando la Canada House di Londra. La coppia ha percorso le sale della dimora, tra mostre e ospiti rappresentati del paese. I Duchi hanno poi incontrato l’alto commissario canadese, Janice Charette, ringraziandola per l’accogliente ospitalità.

Meghan e Harry tornano al lavoro
Meghan Markle e il Principe Harry alla Canada House di Londra (foto Getty Images)

Nessun commento da parte loro a riguardo di una nuova vita in Canada. Hanno lasciato che fossero i loro portavoci a smentire il gossip, preferendo parlare dell’affetto che li ha circondati nello stato del Commonwealth britannico.

Il look di Meghan Markle era costituito da un cappotto cammello Stella McCartney, un dolcevita marrone e una gonna di satin disegnata da Massimo Dutti. La Duchessa non si smentisce, portando ai piedi un paio di décolletée in raso bordò, le sue scarpe preferite. Un look semplice, e quanto pare low cost secondo i media inglesi.

La gonna di Massimo Dutti, tra i designer preferiti di Letizia Ortiz, costa sui 90 euro, mentre il cappotto e il dolcevita erano capi già presenti nell’armadio di Meghan.

In occasione del nuovo anno i Duchi di Sussex hanno rilasciato sui social un nuovo scatto del piccolo Archie, in braccio a papà Harry, durante le vacanze in Canada. La foto ha letteralmente conquistato il web e le prime pagine dei giornali.