Netflix e la pubblicità: ora anche qui

Netflix ha dato il via alla pubblicità commerciale durante lo streaming delle sue produzioni, mossa mediatica vincente o enorme fiasco? cosa cambia ora all'interno della piattaforma più discussa del web?

Pubblicato il 15 luglio 2022
Tempo Libero

Netflix e la pubblicità: come ha reagito il pubblico?
La notizia è stata battuta da poche ore, e già ha fatto il giro del mondo.
Una vera e propria doccia fredda per tutti gli appassionati di streaming, che ora, si trovano davanti a un vero e proprio dilemma: come reagire di fronte a questo comunicato così spiazzante, ma soprattutto inaspettato? Che fare: bloccare la propria iscrizione mensile o rimanere fedeli alle nuove politiche della piattaforma e scendere a compromessi?

Netflix, le preoccupazioni.
I fan hanno manifestato forte diniego a riguardo, e anche se sparsi in tutto il mondo, i toni sono stati pressoché inequivocabili: NIENTE PUBBLICITÀ.
Un grande e granitico NO a tutte quelle fastidiosissime inserzioni create ad hoc per la sponsorizzazione di prodotti o brand di punta, che inserendosi nello streaming della piattaforma, ne ostacolerebbero la visione completa.
Ma invece, cosa pensa Netflix a riguardo? Attuerà un significativo piano per riconquistare in fretta la fiducia dei propri utenti?

La difesa di Netflix: abbonamenti ribassati?
Ebbene sì, la piattaforma ha scelto di usare una contromossa vincente, volta a tamponare la situazione e salvare la faccia.
La contro-notizia del giorno è arrivata quasi alla velocità della luce, talmente rapida da spiazzare anche gli scettici.
Tutti gli abbonamenti in offerta e drasticamente ribassati.. per tutti.
Chi non desiderava una simile notizia da mesi?
Dopo l’aumento dei costi del servizio (avvenuto almeno due anni fa) a fronte di un maggior numero di iscritti, questa notizia cade proprio al momento giusto, mitigando gli animi e dando nuova luce alla piattaforma, che sembrava destinata al collasso.

Seguici anche su Google News!