Scatta l'allarme per una sparatoria a casa di Ariana Grande, ma è una bufala

La cantante per la seconda volta è stata vittima di questo scherzo di cattivo gusto

Pubblicato il 6 marzo 2020

Per la seconda volta Ariana Grande è stata vittima di uno scherzo di cattivo gusto che ha fatto addirittura allertare la polizia.

Mercoledì scorso intorno alle 17.00 uno sconosciuto ha contattato il 911 affermando che era in corso una sparatoria nell’abitazione dell’artista a Los Angeles. La polizia ha, così, inviato due volanti per accertarsi dell’accaduto nonostante qualche tempo fa fosse scattata una chiamata d’emergenza simile che poi era risultata falsa.

Secondo le dichiarazioni di alcune fonti a TMZ, gli agenti arrivati sul posto non hanno parlato con Ariana ma con il responsabile della proprietà che ha smentito la notizia della presunta sparatoria affermando che nell’abitazione tutto era tranquillo e regolare.

Pare che si sia trattato, quindi, di un secondo abuso del 911 a dispetto della popstar. La polizia questa volta si è dichiarata intransigente sulla questione tanto da avviare una serie di indagini per identificare lo sconosciuto che si nasconde dietro queste bufale. Scherzi del genere, infatti, non solo minano la serenità delle vittime ma sottraggono alla polizia risorse che in determinati momenti potrebbero essere più necessarie in emergenze vere.

Per adesso sono ancora ignoti i motivi per cui sia stata scelta proprio la cantante come vittima dello scherzo, ma c’è da ricordare che nel corso degli anni Ariana non è stata l’unica vip a cadere in trappole del genere. Ne sanno qualcosa Lil Wayne, Tom Cruise, Didd, Justin Timberlake, Rihanna, Selena Gomez e Pharrell.

Storia

  • Rihanna
  • Selena Gomez
  • Tom Cruise