Schiaritura capelli: tecniche (vecchie e nuove) dal face framing alle mèches

Dagli “storici” colpi di sole allo shatush, nuovo classico, ecco le decolorazioni tra cui scegliere

Pubblicato il 17 novembre 2020
Bellezza

Se avete provato a chiedere almeno una volta nella vita al vostro parrucchiere una schiaritura capelli, avrete senz’altro scoperto che le tecniche, vecchie e nuove, sono tantissime, partendo dalle tradizionali mèches per arrivare al face framing, passando per il degradé.

Le tipologie più celebri in assoluto sono senz’altro quelle “storiche”, le mèches, appunto, insieme ai colpi di sole, mentre negli ultimi anni tra le più richieste c’è lo shatush. Tutti i tipi di schiariture hanno in comune una caratteristica, sottolineata proprio dal nome: servono a schiarire alcune ciocche o alcune zone delle chiome. Questo vuol dire far passare un biondo scuro al chiaro, un castano chiaro al biondo, ma anche un colore di capelli moro a una tonalità un po’ più chiara del naturale.

La schiaritura, naturalmente, non è fine a se stessa. Il suo scopo è illuminare il volto, valorizzando il taglio di capelli e creando giochi di luce e ombre sulle chiome, come con l’hair contouring.

Le tendenze

Quando si sceglie la schiaritura dei capelli, le tendenze giocano un ruolo davvero importate, sia nelle idee di chi va dall’hairstyler, influenzata da celebrities e social network, sia di quelle del professionista. I parrucchieri, infatti, seguono tutte le novità tramite accademie e brand e inseriscono le loro proposte all’interno di macro trend che dettano legge sul mercato.

Ogni anno spunta una nuova tendenza. Qualcuna dura di più, come lo shatush e il balayage, qualcuna di meno, finendo ben presto dimenticata. In generale, è possibile notare come, negli anni, i trend abbiano spinto in una sola direzione, quella di rendere la schiaritura il più naturale possibile, personalizzandola al massimo per un risultato ottimale e mai artefatto.

Col tempo, le tecniche si sono fatte sempre più particolari, richiedono spesso l’intervento a mano libera da parte del professionista e puntano su prodotti attenti alla salute del consumatore e dell’ambiente.

Schiaritura capelli: le tecniche

Hanno nomi a volte esotici e evocativi, altre capaci di rendere bene l’idea dell’effetto finale. Spesso le differenze risiedono nella tecnica, altre nel risultato, altre ancora nei prodotti utilizzati.

In ogni caso, è bene conoscerle per arrivare al prossimo appuntamento in salone con le idee chiare. Ecco le tecniche di schiaritura capelli più diffuse e in cosa consistono.

Mèches

Questa tecnica utilizza una decolorazione su ciocche sottili e regolari per tutta la lunghezza. Ideale per chi ha i capelli già abbastanza chiari (al massimo castano chiaro), è perfetta per regalare volume grazie al suo effetto ottico.

Colpi di sole

I colpi di sole sono adatti a tutte, in quanto schiariture delicate, di uno o al massimo due toni, su piccole ciocche.

Shatush

Lo shatush è una decolorazione che lascia i capelli vicino alle radici naturali (quindi più scuri) e li rende più chiari verso le punte. La sua caratteristica è quella di essere realizzata su ciuffi sfuggiti alle lunghezze cotonate, per questo assume un carattere sbarazzino di (apparente) casualità.

Balayage

Il balayage è una decolorazione delicata, morbida, che ha lo scopo di imitare l’effetto dei capelli che si schiariscono con il sole d’estate. Per questo il risultato è luminoso ma naturale.

Ombré

Un’altra proposta recente, che prevede un procedimento di schiaritura leggera solo sulle punte. Per questo è consigliabile con capelli medio-lunghi e ben curati.

Degradé

Come è facile immaginare, si tratta di un tipo di schiaritura che interessa tutta la lunghezza del capello, schiarendolo dalla radice alle punte con una gradazione regolare. Dà il massimo su capelli medio-lunghi o lunghi.

Face framing

Un nome, un programma: questa colorazione incornicia il volto ad arte con ciocche più luminose e chiare.

Questi sono i tipi di schiaritura più diffusi. Ognuno ha diverse varianti e le novità sono sempre dietro l’angolo. Il nostro consiglio è, in caso di colorazioni particolari, di evitare il fai da te e di rivolgersi al parrucchiere di fiducia.

 

Seguici anche su Google News!