Diredonna Storie

Mostra del Cinema di Venezia 2019

La Mostra Internazionale di Arte Cinematografica di Venezia è il più antico festival cinematografico del mondo, si tiene ogni anno dal 1932 in location di grande prestigio, come il Palazzo del Cinema, Sala Darsena, Palazzo del Casinò, Sala Giardino e Pala Biennale.

Il simbolo per eccellenza è il Leone d’Oro, il premio assegnato al vincitore del Festival e che rappresenta San Marco Apostolo, raffigurato nell’iconografia cristiana con il leone.

Scopri nella seguente raccolta di articoli DireDonna tutti i dettagli sull’ultima Mostra del Cinema di Venezia: le anteprime, i vincitori e il gossip sulle dieci giornate del Leone d’Oro.

Mostra del Cinema di Venezia 2019
Joker, la recensione

Giunge alla 76esima edizione la Mostra del Cinema di Venezia, tra le più importanti kermesse cinematografiche al mondo, che per 10 giorni richiama in Laguna autori e star internazionali. Un’occasione imperdibile non solo per gli amanti della settima arte, che possono vedere film in prima mondiale, ma anche per appassionate di red carpet. Sin dal 1932, infatti, divi di Hollywood e star europee, insieme a protagonisti del jet set internazionale, si alternano tra il tappeto rosso del Palazzo del Cinema e l’Hotel Excelsior, riempiendo le pagine patinate – e oggi anche web – dei rotocalchi di mezzo mondo.

Date del Festival del Cinema di Venezia

La Mostra del Cinema di Venezia 2019 si svolge da mercoledì 26 agosto a sabato 7 settembre. La rassegna sarà inaugurata sul palco della Sala Grande del Palazzo del Cinema al Lido e si chiuderà il 7 settembre con l’assegnazione dei premi.

Madrina della Mostra del cinema: Alessandra Mastronardi 

Tradizionalmente l’evento si svolge sotto la direzione artistica di una madrina. Solo nel 2017 e nel 2018 si è infranta questa regola perché la direzione dei lavori è stata assegnata rispettivamente ad Alessandro Borghi e a Michele Riondino, l’anno successivo. Ma quest’anno si torna alla tradizione.

Alessandra Mastronardi è la madrina di Venezia 76: sarà lei a guidare la cerimonia di inaugurazione e quella di chiusura, in occasione della quale saranno annunciati i Leoni e gli altri premi ufficiali.

Napoletana di nascita, ma romana d’adozioni, l’attrice trentatreenne ha iniziato la sua carriera artistica nel 1998 partecipando alla serie tv Amico mio.

Dopo un piccolo ruolo ne La bestia del cuore film di Cristina Comencini candidato agli Oscar come miglior film straniero nel 2006, partecipa per cinque stagioni a I Cesaroni. Da lì in poi la carriera è tutta in discesa: prende parte a Romanzo Criminale, nella quale è Roberta, la donna del Freddo, ed è la protagonista di Non smettere di sognare dove veste i panni di una giovane ballerina che sogna di sfondare nella danza.

In ambito internazionale, Woody Allen la sceglie per una parte in To Rome With Love, mentre per Anton Corbijn gira il bio-pic Life (2015) sull’amicizia tra James Dean e il fotografo Dennis Stock.

Arriva così la proposta di partecipare alla seconda stagione della nota serie di Netflix Master of None diretta, scritta e interpretata dal comico americano Aziz Ansari, di cui sarà la protagonista femminile. La serie americana porterà la Mastronardi agli Emmy Awards 2017 e successivamente ai Golden Globes e a una candidatura ai Critics Choice Awards 2018. In Italia, le viene affidata la parte da protagonista nella serie L’allieva e il ruolo di Lucrezia Donati nella serie TV I Medici, che arriva alla terza stagione nell’autunno 2019. Dal 2017 è ambassador Chanel.

Programma della Mostra del Cinema di Venezia

La rassegna  quest’anno propone 63 proiezioni di lungometraggi tra film in concorso

  • per il Leone d’Oro (21),
  • Fuori Concorso (17, ci sui 10 documentari) e
  • nelle sezioni Orizzonti (19),
  • Sconfini (4 di cui 1 documentario) e
  • Biennale College-Cinema (3).

Durante i giorni in Laguna saranno proiettati anche 18 cortometraggi (13 nella sezione Orizzonti, 2 nella sezione Orizzonti – Fuori Concorso e 3 nella sezione Fuori Concorso – Proiezioni Speciali) e due serie Tv nella sezione Fuori Concorso – Proiezioni Speciali. Saranno 20 i lungometraggi restaurati, proposti da Venezia Classici, e 9 i documentari sul Cinema; 36 le opere selezionate nella sezione Virtual Reality, di cui 26 in Concorso.

Omaggio a Stanley Kubrick

A vent’anni dalla sua morte, la Mostra del Cinema di Venezia 2019 celebra Stanley Kubrick con due proiezioni speciali fuori concorso, quella di Eyes Wide Shut, presentato in anteprima europea alla 56esima Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia il 1º settembre 1999, a sei mesi dalla sua scomparsa, e quella del mini-documentario di Matt Wells, Never just a dream: Stanley Kubrick and Eyes Wide Shut, otto minuti che raccontano la lavorazione del film e i problemi relativi alla censura che l’hanno accompagnato.

Proiezioni speciali e sezione Venezia Classici

Tra le proiezioni speciali, insieme a quelle delle serie tv di Stefano Sollima e Paolo Sorrentino, Zereozerozero e The New Pope, spicca anche la versione integrale di Irreversibile di Gaspar Noé, il film che scandalizzò Cannes nel 2002 con Monica Bellucci e Vincent Cassel.

Nella sezione Venezia Classici, ci saranno anche La commare secca, esordio di Bernardo Bertolucci alla Mostra del 1962, e Strategia del ragno, presentato alla Mostra del 1970; il sorprendente esordio di Giuliano Montaldo, Tiro al piccione, che ebbe la sua prima alla Mostra del 1961; un grande film da riscoprire prodotto dalla Rai, Maria Zef (1981) di Vittorio Cottafavi; il capolavoro di Manoel de Oliveira, Francisca (1981); Out of the Blue (1980) di Dennis Hopper; New York, New York(1977) di Martin Scorsese, in una nuova copia 35mm appositamente stampata per la Mostra in occasione del 100° anniversario della United Artists. Al termine della proiezione di quest’ultimo film, seguirà una master class del celebre produttore Irvin Winkler.

Omaggio a Federico Fellini

Il prossimo centenario della nascita di Federico Fellini (nato a Rimini il 20 gennaio 1920) sarà ricordato con la proiezione, nell’ambito del progetto Fellini 100, del suo film del ’52 Lo sceicco bianco, tra le pellicole restaurate di Venezia classici e con Federico Fellini in frames: 18 pezzi d’archivio, piccoli film di poco più di un minuto, a cura dell’Istituto Luce, che accompagneranno alcuni film della Selezione ufficiale. Nella sezione Venezia Classic. Documentari sul Cinema, il regista sarà protagonista del documentario firmato da Eugenio Cappuccio, già suo assistente, Fellini Fine Mai, un titolo che fa riferimento proprio a quel grande schermo sul quale il regista non voleva mai vedere il “The End”.

Ospiti della Mostra del Cinema di Venezia

Come tutti gli eventi di rilevanza mondiale anche la Mostra del Cinema di Venezia richiama a convegno, ogni anno, le celebrità del mondo cinematografico più in vista di sempre. Si tratta di un evento davvero esclusivo perché per partecipare bisogna essere accreditati all’ingresso.

Attesi al Lido, Roman Polanski e il film sulle indagini sull’Affaire Dreyfus, J’accuse, con Jean Dujardin, Steve Soderbergh sui Panama Papers, The laundromat, con Meryl Streep, Gary Oldman e Antonio Banderas; James Gray, accompagnato da Brad Pitt, nel ruolo di un astronauta in un futuro distopico Ad Astra, Todd Phillips con Joaquin Phoenix e Robert De Niro, in concorso con Joker.

E ancora, sul fronte divistico, Catherine Deneuve e Juliette Binoche, Ethan Hawke, Kristen Stewart, Scarlett Johansson e Adam Driver, Johnny Depp e Robert Pattinson, Jude Law e John Malkovich, Lily Rose-Depp e Timothée Chalamet, Penélope Cruz e Antonio Banderas. Annunciata la presenza di Pedro Almodovar e di Julie Andrews, che saranno insignito del Leone alla Carriera; in forse Mick Jagger, nel cast del film di chiusura della mostra.

Poster Ufficiale della Mostra

Lorenzo Mattotti è per il secondo anno l’autore dell’immagine del manifesto ufficiale della 76esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia, che rappresenta un estratto della sigla che sarà svelata Lido in occasione delle proiezioni. Due innamorati viaggiano sul Bateaux-Mouche mentre un operatore riprende la realtà che si fa cinema.

Film in concorso alla Mostra del cinema di Venezia

Sono 21 i film in prima mondiale in concorso a Venezia 76. Il film d’apertura è La verité di Kore-Eda Hirokazu. Fuori concorso, il film di chiusura, i thriller The Burnt Orange Heresy diretto da Giuseppe Capotondi, con Claes Bang, Elizabeth Debicki, Donald Sutherland e Mick Jagger.

Leggi anche:

Mostra del Cinema di Venezia: Biglietti 2019

I biglietti danno la possibilità di accedere alle proiezioni nelle quattro sale del Palazzo del Cinema e in quelle del Palazzo del Casinò. Stampa e operatori del settore cinematografico devono richiedere l’accredito entro il 27 luglio 2019.

Leggi anche:

Sezioni e canditati della Mostra del Cinema di Venezia

La Selezione ufficiale della Mostra del Cinema di Venezia propone 63 lungometraggi, suddivisi in 5 sezioni: In concorso, Fuori Concorso, Orizzonti, Sconfini e Biennale College-Cinema. I film in concorso, candidati al Leone d’Oro, sono 21.

Premi assegnati

I 21 film della Selezione ufficiale gareggiano per l’assegnazione dei premi. I premi previsti dalla giuria del Cinema di Venezia sono tantissimi, di seguito vediamo solo i maggiori, cioè quelli capaci di far balzare agli onori della cronaca un film fino a quel momento quasi sconosciuto.

  • Leone d’oro al miglior film: è il primo premio assoluto;
  • Leone d’Argento: si divide in Premio speciale per la regia e Gran premio della giuria
  • Coppa Volpi: prevede due titoli, uno per la miglior interpretazione maschile e l’altro per quella femminile;
  • Premio Osella: per la migliore sceneggiatura;
  • Premio Marcello Mastroianni: dedicato al celebre attore italiano;

A questa sezione principale va poi aggiunta la sezione Premio Orizzonti, suddivisa in ambiti come: miglior film, regia, sceneggiatura, cortometraggio, interpretazione, ecc.