L’acne, come quasi tutti sanno, non è un problema legato all’età. Può comparire durante l’adolescenza,il famoso acne giovanile, a causa degli ormoni in subbuglio e può guarire anche subito dopo questo difficile periodo, o fare capolino in età adulta, l’acne tardivo, anche se da giovani non si hanno mai avuto fastidi di questo tipo. Questo può essere motivato dalla familiarità, dallo stress, oltre che dall’inquinamento atmosferico e dall’igiene. In soggetti predisposti, anche l’uso del casco, di una sciarpa, di cosmetici non adatti o troppo aggressivi, possono dar origine all’acne. In attesa del tanto ‘vaccino tanto discusso, ecco alcuni consigli per tenere a bada questo antipatico inestetismo che per molti è un vero e proprio problema, fisico e psicologico.

In generale chi ne soffre non dovrebbe lavarsi spesso e strofinare il viso, poiché potrebbe manifestarsi l’effetto contrario, con un aumento della infiammazione della {#pelle} come accade anche a chi è solito stuzzicare brufoli e punti neri. Tra l’altro, nei casi acuti, sarebbe opportuno utilizzare una crema per il lavaggio del viso, più delicata dei normali detergenti, poiché il sapone potrebbe seccare troppo l’epidermide. Le cure contro l’acne sono diverse, ma vanno sempre iniziate con una pulizia delicata delle zone colpite da parte di una persona esperta.

La tecnica più sfruttata è senza dubbio quella del micro-peeling, che consiste nel frizionare ogni sera sulle zone affette da acne una lozione glicero-alcolica con acido glicolico e acido salicilico a bassa concentrazione, liberando così i follicoli dai comedoni. Inoltre è sempre una buona abitudine utilizzare una maschera antiacne, possibilmente ricca di minerali ed enzimi che eliminano le infiammazioni in profondità.

La maschera deve essere un prodotto naturale e senza additivi chimici: questo per evitare effetti collaterali e spiacevoli reazioni allergiche; per questo è sempre meglio leggere prima le composizioni indicate sulle confezioni. Oltre ai prodotti presenti sul mercato, si può provare a utilizzare anche quelli domestici, facilmente reperibili e possibilmente biologici. Ecco i trattamenti più semplici: impacchi alla camomilla, alla malva, alla calendula o al succo di limone, applicati sulle parti più provate, aiutano a far regredire l’infiammazione.

Inoltre, se è lo stress la causa principale dell’acne, molto consigliate sono le tisane alla passiflora, alla valeriana e al biancospino, utili soprattutto a eliminare la causa primaria. Anche lo zinco è un ottimo trattamento contro l’acne; infatti, dietro consiglio medico, si può assumere per cicli della durata di un mese, producendo effetti benefici e duraturi. Per prevenire l’acne, invece, è sempre utile tenere in considerazione due utilissimi escamotage: una maschera al cetriolo e una dieta a hoc.

Per quanto riguarda la prima, basta applicare delle fette di cetriolo sulle guance, sulla fronte e sugli occhi per circa 15 minuti: così facendo i pori torneranno a essere liberi, riducendo notevolmente la possibilità di veder insorgere punti neri e i brufoli. Per quanto riguarda la dieta, invece, il consiglio più utile e diffuso è quello di mangiare molta frutta e verdura ai pasti, evitando un’alimentazione troppo calorica e grassa.

Fonte: Realsimple