Dimostrare di essere una risorsa preziosa e produttiva sul lavoro non è sempre semplice. Per farci notare, infatti, è necessario focalizzare l’attenzione sulle qualità più apprezzate dal punto di vista professionale.

Ma quali sono le capacità che aiutano a fare carriera? Se l’obiettivo è rendersi indispensabili e stiamo perdendo terreno, bisogna rafforzare la propria strategia lavorativa, quotidianamente, a poco a poco, anche quando il lavoro non ci piace: prima di abbandonare un impiego, infatti, dobbiamo provare a renderlo migliore.

Prima di tutto bisogna essere propositivi, avanzando nuove idee, nuovi progetti e dedicando del tempo a essi magari prolungando anche solo di mezz’ora l’orario di lavoro, dimostrando quindi disponibilità. Anche quando ci vengono proposti corsi di aggiornamento mai tirarsi indietro: potrebbero senz’altro essere utili per migliorare la prestazione lavorativa.

Importante è anche parlarne con il direttore, il capo ufficio o con i colleghi di lavoro, sollevando anche problematiche e dubbi: la comunicazione deve essere chiara e intraprendente, una sorta di brainstorming sulle nuove idee che viene sicuramente ammirata. Altra qualità apprezzatissima è il problem solving: in base alle esperienze pregresse e all’intuizione, riuscire a risolvere problematiche lavorative anche inaspettate è un gran passo verso l’avanzamento della carriera.

Se si lavora in gruppo, mai escluderlo quando si parla di un problema affrontato e risolto: questo per non farsi odiare dai colleghi e chiudere un rapporto di socializzazione già di per sé difficile da instaurare e portare avanti. Inoltre, il fatto di essere onesti sulle proprie competenze, sulla propria produttività e carichi di lavoro non guasta: tale qualità è ben accolta soprattutto quando si lavora in team e, con il tempo, ripaga.

La creatività è apprezzata dal datore di lavoro che ama lavorare fuori dagli schemi: questa è una dote spesso gradita soprattutto in quei settori lavorativi che si occupano di pubblicità o vendita. Per di più la socializzazione con i colleghi, sia sul posto di lavoro che fuori dall’orario di ufficio, è vista come un elemento in più per giudicare l’integrazione di un impiegato in un team lavorativo. Una qualità che non deve mancare, pertanto è bene organizzare anche incontri extra lavorativi o gite fuori porta per conoscere meglio gli altri colleghi e farsi conoscere.

Inoltre, di fronte a un problema lavorativo il fatto di mantenere la calma e tenere a bada, così facendo, l’istinto, è ritenuto sinonimo di forza e gradito soprattutto al capo ufficio. In questo caso, invece di alzare un polverone è importante parlarne con lui dimostrandogli maturità e attitudine al problem solving. Altra qualità da non sottovalutare, infine, è il giusto equilibrio che il lavoratore deve avere tra impegni lavorativi e familiari: questo rende più felici in tutti gli ambiti.

Fonte: SavvySugar