Bruno Arena dei Fichi d'India è morto: l'annuncio commosso del figlio

Dopo una lunga malattia è morto Bruno Arena, storico componente del duo comico di Zelig Fichi d'India. L'annuncio arriva tramite un commosso post del figlio sui social.

Pubblicato il 28 settembre 2022

Bruno Arena, comico e attore del duo Fichi d’India, divenuto famoso all’inizio degli anni Duemila grazie alla trasmissione Zelig, è morto all’età di 65 anni dopo una lunga malattia. A dare l’annuncio della sua scomparsa il figlio Gianluca, che sui social in una storia ha scritto un ultimo saluto al padre: “Non ero pronto, ma tanto non lo sarei mai stato, buon viaggio papà, lasci un vuoto immenso”. Negli stessi minuti, sempre attraverso i social network, è arrivato anche il messaggio di cordoglio del cantautore emiliano Paolo Belli, amico da una vita di Bruno.

Nel 2013, mentre si trovava sul palco di Zelig, Bruno Arena fu colpito da un aneurisma, dopo il quale non riuscì più a recuperare l’uso del linguaggio e le sue capacità motorie. Da allora, il pubblico televisivo e alcuni celebri personaggi della tv italiana si sono stretti attorno ad Arena, nella speranza che un giorno potesse tornare di nuovo a una vita normale. Il destino ha però voluto diversamente, lo stesso destino che vent’anni prima dell’ictus mise a dura prova Bruno in seguito a uno spaventoso incidente stradale.

La notizia della morte di Bruno Arena è stata accolta questa mattina con profondo cordoglio da parte di chi aveva avuto il piacere di conoscerlo, in particolare grazie alla trasmissione Zelig in onda su Canale 5. Nato a Milano, inizia il suo percorso dapprima come animatore nel 1983. Cinque anni dopo, una volta ripresosi completamente da un terribile incidente automobilistico, entra a Radio Deejay. Qui incontra Marco Baldini, con cui avvia un fortunato sodalizio che porta entrambi a lavorare come cabarettisti in radio e in televisione. Ma il successo più grande lo ottiene a Zelig in coppia con Max Cavallari, insieme al quale fonda il duo comico dei Fichi d’India.

Seguici anche su Google News!