Buon compleanno Mick Jagger: 77 anni da icona del rock

Il divo per eccellenza del rock spegne 77 candeline

Pubblicato il 26 luglio 2020

Mick Jagger è senza dubbio una delle star più importanti del panorama musicale. Grazie alla voce graffiante, la mimica inconfondibile sul palco e alla musica della sua band, i Rolling Stones, ha venduto milioni di dischi e infranto tantissimi record.

Ma non sono solo le classifiche a parlare per lui. Mick Jagger è un’icona culturale che, grazie allo stile camaleontico utilizzato per approcciare pubblico e a musica, ai look indimenticabili e all’impegno politico e sociale, ha scritto un pezzo di storia. Ha vissuto una vita al limite della sregolatezza ma, al tempo stesso sulla cresta dell’onda. A differenza di altri grandi artisti della sua epoca, è riuscito con i Rolling Stones a mantenere un successo indiscusso e a imporsi sul palco anche 50 anni dopo il debutto.

Un personaggio irriverente, che con furbizia e audacia, ha portato la musica a nuovi livelli influenzando intere generazioni di musicisti.

mick jagger contro paul mccartney
Mick Jagger (foto Getty Images)

I 77 anni di sir Mick Jagger

Mick Jagger compie 77 anni, potremmo dire sul palco, visto che è sempre in tour con i Rolling Stones. Un viaggio iniziato negli anni ’60: da una parte la band di Jagger, dall’altra i Beatles. Uno scontro (vero o presunto che sia) che ha aiutato solo l’inizio della loro carriera poiché i Rolling Stones hanno intrapreso una strada completamente opposta a quella di John Lennon e gli altri.

Una vita al limite, come piace ricordare a lui stesso, tra matrimoni (uno ufficiale e uno annullato), ben otto figli e oltre 70 singoli in classifica. Che cosa farà in futuro? Pare che l’indomabile Mick si voglia fermare, proprio in Italia, e trascorrerà del tempo in Toscana.

Keith Richards e Mick Jagger (foto Getty Images)

La biografia: i primi anni di Mick Jagger

Michael Phillip Jagger è nato a Dartford, nel Regno Unito, il 26 luglio 1943. Figlio di un insegnante e una attivista politica, fin da piccolo ha dimostrato la sua passione per il canto. Conosce Keith Richards, amico e co-fondatore dei Rolling Stones, a soli 7 anni nel 1950. Le prime esibizioni, con due compagni di scuola, risalgono al 1956 anche se non si è esibito di fronte a un vero pubblico fino all’estate 1960 (quando si cantò una canzone di Buddy Holly nella sala parrocchiale di Dartford). Nel 1961 rincontrò Keith: i due scoprirono di aver coltivato una passione comune negli anni, quella per il rhythm and blues.

Nel 1962 Jagger si trasferì a Londra, per studiare Economia. Il suo sogno non era la musica ma diventare un giornalista o, come sua madre, un politico. Fu proprio grazie alla spinta di Keith Richards che si convinse a continuare a suonare e a entrare con lui in una piccola band.

Mick Jagger (foto Getty Images)

Mick Jagger e i Rolling Stones

Si unisce ai musicisti Brian Jones, Bill Wyman e Charlie Watts, con i quali nascono i Rolling Stones, nome ispirato da un brano di Muddy Waters. La coppia Jagger-Richards è diventata subito il simbolo e il cuore del gruppo. Mick scriveva i testi, Keith componeva la musica, usanza che continua ancora oggi nel sodalizio artistico tra i due. I Rolling Stone si sono imposti come veri animali da palcoscenico, mescolando talento, carisma e sensualità.

Non sono mancati i problemi, nella vita sempre al limite dei componenti della band: nel 1967 Jagger e Richards furono arrestati per detenzione di stupefacenti, avvenimento seguito dalla tossicodipendenza di Keith e la morte, nel 1969, del chitarrista Brian Jones.

Intanto i Rolling Stones vendevano milioni di dischi, riempivano gli stadi e affermavano il proprio status di icone. Brani come Angie, Paint It Black e Satisfaction hanno fatto la storia della musica. Dal 1962 a oggi la band ha pubblicato quasi 40 album di inediti, tutti con la voce di Mick Jagger, che ha tentato anche la carriera da solista, durante le pause dei Rolling Stones.

Il suo album più acclamato senza il gruppo è Wandering Spirit del 1993. Jagger ha provato anche la recitazione in film come I fratelli Kelly, Sadismo e Freejack.

I Rolling Stones (foto Getty Images)

Mick Jagger: matrimoni, figli e compagna

Nel 1970 Mick Jagger è diventato papà per la prima volta, di Karis, nata dalla relazione con Marsha Hunt. La ricca vita sentimentale inizia a riempire le pagine dei rotocalchi rosa nel 1971 a causa del primo matrimonio, quello con l’attrice, modella e attivista nicaraguense Bianca Pérez-Mora Macias. La coppia si era conosciuta l’anno prima ed era convolata a nozze in meno di un anno, quando la donna era già incinta di quattro mesi della figlia Jade. La coppia ha divorziato nel 1978 quando Bianca ha scoperto la relazione tra Mick e Jerry Hall.

Il cantante e la modella hanno avuto ben quattro figli insieme: Elizabeth (1984), James (1985), Georgia (1992) e Gabriel (1997). La coppia decise di sposarsi nel 1990, dopo oltre dieci anni di relazione ma le nozze furono annullate nel 1999, quando la coppia si lasciò.

Nel 1999 è diventato per la settima volta. Infatti dalla relazione con la modella Luciana Gimenez è nato Lucas. Nel 2001 ha trovato colei che lui stesso ha definito l’amore della sua vita, L’Wren Scott. La loro storia d’amore è finita nel 2014 quando la stilista, afflitta da tempo da una forte depressione, si è tolta la vita.

Nel 2016 Mick e la compagna Melanie Hamrick hanno avuto l’ottavo figlio dell’artista, Deveraux Octavian Basil. Jagger è diventato cinque volte nonno e una volta bisnonno.

Jerry Hall e Mick Jagger (foto Getty Images)

L’impegno politico e ambientalista

Seguendo l’impronta di sua madre, Mick Jagger è sempre stato impegnato in ambito politico e ambientalista. Nonostante lo spirito ribelle, l’artista ha sempre dichiarato il suo sostegno al Partito Conservatore britannico e la sua stima nei confronti di Margaret Thatcher. Jagger è stato uno dei pochi personaggi noti ad appoggiare la Brexit.

Sul fronte della natura, Mick sostiene l’organizzazione per la conservazione della vita marina Sea Shepherd e la Soil Association, impegnata nell’agricoltura biologica nel Regno Unito.

Mick Jagger (foto Getty Images)

7 curiosità su Mick Jagger

La carriera di Mick Jagger è ricca di curiosità e aneddoti poco noti:

  • è alto 1,78 m;
  • il suo patrimonio si aggira intorno ai 260 milioni di dollari;
  • nel 2003, archiviati eccessi, droga e alcol, è stato insignito del titolo di baronetto, 40 anni dopo i rivali Beatles;
  • dal 2011 è un componente del supergruppo, SuperHeavy, composto anche da Joss Stone, dal produttore e polistrumentista Dave Stewart degli Eurythmics, da Damian Marley, figlio di Bob Marley e dal compositore di colonne sonore indiano A. R. Rahman;
  • nel 2011 i Maroon 5  e Christina Aguilera gli hanno dedicato la loro hit Moves Like Jagger, ispirata agli iconici movimenti del cantante sul palco;
  • Kristen Stewart è la protagonista del video di Ride ‘Em On Down dei Rolling Stones;
  • inguaribile rubacuori, aveva un’agenda in cui segnava le sue amanti. Ha deciso di andare in terapia per superare la sua dipendenza ma ha corteggiato anche la sua terapista.
Mick Jagger (foto Getty Images)
Seguici anche su Google News!

Storia

  • Vip