Cantine italiane famose: le più belle da visitare

Dall’Abbazia di Novacella a Feudi San Gregorio: viaggio da nord a sud tra le più belle cantine d’Italia.

Si possono visitare tutto l’anno anche se è durante il periodo della vendemmia che riescono a trasmettere tutto il loro fascino: sono tante le cantine italiane famose che si possono visitare e sono disseminate lungo tutta la penisola. Dalla Toscana al Veneto, dalla Lombardia alla Sicilia: l’Italia da nord a sud vanta strutture di incredibile bellezza e, se anche voi da tempo sognate un tour in cantina alla scoperta dei vini e delle specialità del territorio, non vi resta che prenotare subito una visita guidata. Basta poco per immergersi in lunghe passeggiate tra i vigneti, visite guidate all’interno di strutture progettate da archistar e degustazioni di alcune tra le etichette più apprezzate: che siate o meno appassionati di vino, l’autunno è la stagione giusta per andare alla scoperta delle più belle cantine d’Italia, con un viaggio per staccare la spina lontano dalla città o un weekend romantico.

Pronte a immergervi nello straordinario universo del vino? Noi abbiamo scelto per voi 15 tra le più belle cantine d’Italia e del mondo. Ecco quali sono!

  1. Astemia Pentita. Considerata una cantina “dall’anima pop” per via della sua particolare architettura (due volumi sovrapposti che ricordano la forma delle casse di vino), la tenuta dell’Astemia Pentita è una delle più belle cantine d’Italia. Immersa nel verde della collina dei Cannubi, proprio nella zona in cui è nato il Barolo, questa cantina piemontese vanta oltre 30 ettari di terreno e ben 10 diverse etichette prodotte. Gli appassionati che vogliono visitare la cantina possono prenotare una visita: a guidarli l’enologo Mauro Daniele che li accompagnerà alla scoperta della cantina e dei vigneti e anche durante la degustazione dei vini che viene solitamente organizzata per gli ospiti. Via Crosia 40 – Barolo (CN) – Tel. +39 0173 56 05 01 – Email: [email protected] 

    La cantina Astemia Pentita – Foto: courtesy press office
  2. Antinori nel Chianti Classico. Affacciata sulla campagna toscana e circondata dai vigneti, Antinori la cantina dell’omonima famiglia che produce tra gli altri, il Sangiovese, il Canaiolo, il Colorino, il Mammolo e la Malvasia nera. Contraddistinta da una spettacolare scala elicoidale che collega i suoi tre piani, Antinori fa parte di “Toscana Wine Architecture” il circuito che riunisce cantine d’autore e di design, firmate dai più grandi maestri dell’architettura. Durante la visita, gli ospiti possono ammirare sia gli spazi interni che gli esterni della cantina e alla fine del tour viene proposto l’assaggio di alcuni vini. Via Cassia per Siena, 133  – Loc. Bargino – San Casciano Val di Pesa, Firenze –  Email: [email protected] – Prezzo: 32,00 € a persona. Ragazzi fino a 17 anni 8,00 € – Ingresso gratuito per bambini fino a 6 anni 

    La scala della cantina Antinori – Foto: Facebook
  3. Castello Banfi. Famoso soprattutto per la produzione di vini rossi, il Castello Banfi che produce etichette importanti come il Brunello, il Rosso e il Moscadello di Montalcino o il Chianti, il Bolgheri e il Chianti Classico. Nella tenuta, immersa nella campagna toscana, gli ospiti hanno la possibilità di visitare la cantina e, una volta concluso il tour, di provare alcuni dei vini più rappresentativi di Castello Banfi. Loc. Castello di Poggio alle Mura – Montalcino (SI) – Tel: 0577 877 505/877 514 – Email: [email protected] 

    Castello Banfi (foto Lucio Gelsi/Ufficio stampa)
  4. Abbazia di Novacella. È una delle più antiche cantine al mondo l’Abbazia di Novacella, in Alto Adige, i cui vini si contraddistinguono per la loro longevità e per un fantastico rapporto qualità-prezzo. Pezzo forte della cantina, i vini cru, vini molto particolari in grado di invecchiare per oltre dieci anni. Per i visitatori che giungono all’Abbazia per la visita guidata della cantina e dei vigneti viene organizzata anche una degustazione durante la quale i vini della cantina vengono abbinati a salumi e formaggi sudtirolesi. Via Abbazia 1 – Varna,  Alto Adige – Tel: +39 0472 836 189 

    I vigneti dell’Abbazia di Novacella – Foto: Facebook
  5. Donnafugata. Famosa in tutto il mondo per la sua ampia gamma di vini siciliani, Donnafugata, la cantina che ha vigneti sparsi in diverse zone dell’isola. Nella cantina di Marsala, aperta tutto l’anno, gli appassionati di vino e non solo hanno la possibilità di visitare la struttura e i vigneti e di assaggiare alcuni dei vini più importanti, abbinati sempre a specialità tipiche della cucina mediterranea. Via Sebastiano Lipari – Marsala – Tel. (+39) 0923 724 245/263 – Email: [email protected] 

    La cantina di Donnafugata – Foto: Facebook
  6. Planeta. Sempre in Sicilia, ma questa volta nella zona di Agrigento, c’è la cantina Planeta, che si trova a Menfi, un piccolo paesino dell’agrigentino. Proprio nella tenuta di Ulmo, lì dove sono stati piantati i primi vigneti, i visitatori vengono accolti e guidati alla scoperta dei vigneti, del bosco La Segreta e del Palmento Fenicio e accompagnati durante la degustazione delle etichette più importanti della cantina. Contrada Dispensa – Menfi (AG), ItaliaTel: (+39) 0925 1955465 – E-mail: [email protected] 

    I vigneti della cantina Planeta – Foto: Facebook
  7. Cantina Tramin. Può essere considerata la casa del Gewürztraminer, la Cantina Tramin che si trova a Termeno, in provincia di Bolzano. Inaugurata nel 2010, la cantina è stata ristrutturata dall’architetto Werner Tscholl, è oggi appare come una grande scultura la cui forma e i cui colori sono proprio un omaggio alle viti di Termeno. Per visitare la cantina, ammirare il frutto del restauro e assaggiare alcuni dei vini prodotti, basta prendere un appuntamento. Strada del Vino 144 – Termeno (BZ) – Telefono +39 0471 096634 – Email: [email protected] 

    La cantina Tramin – Foto: Facebook
  8. Villa Sandi. Circondata dalle colline della Marca Trevigiana, Villa Sandi, molto più di una semplice cantina, è uno dei tanti gioiellini del Veneto, una villa palladiana del 1622 di grande fascino che oggi è diventata la sede dell’azienda che produce tra gli altri, spumanti, vini frizzanti e distillati. Agli ospiti è consentito visitare le cantine e la villa dal lunedì al sabato ma è necessaria la prenotazione. Via Erizzo 113/A – Crocetta del Montello (TV) – Telefono 0423 8607 

    Villa Sandi – Foto: Facebook
  9. Tenuta Argentiera. Nel cuore della Maremma, ecco la Tenuta Argentiera, una cantina che grazie alla sua posizione strategica (tra l’entroterra e il mare) vanta un microclima che rende i suoi vini semplicemente unici. È in queste terre che crescono vigneti prestigiosi, come il Cabernet Sauvignon e il Syrah, e che nascono i vini rossi con denominazione DOC e i vini cru. Le visite guidate organizzate dall’azienda consentono ai visitatori di ammirare i vigneti, scoprire la cantina e degustare alcune delle etichette che vengono abbinate a prodotti tipici del territorio. Via Aurelia 410/A, Località I Pianali – Donoratico, Livorno – Tel (+39) 0565 774 581 – Email: [email protected] 

    Le vigne di Tenuta Argentiera – Foto: Facebook
  10. Le Antiche Cantine Marchesi di Barolo. Immerse nelle Langhe, in Piemonte, le Antiche Cantine dei Marchesi di Barolo che vantano diversi vitigni autoctoni di grande pregio. Per gli appassionati di vino, la struttura organizza tour guidati alla scoperta delle cantine del 19° secolo dove sono conservate le oltre 36.000 bottiglie di Barolo e offre agli ospiti la possibilità di provare i vini della tenuta accompagnandoli alle specialità tipiche del territorio. Via Roma, 1 –  Barolo (CN)  – Tel: +39.0173.564419 – Email: [email protected] 

    Le Antiche Cantine Marchesi di Barolo – Foto: Facebook
  11. Feudi San Gregorio. È una tra le più importanti cantine del sud d’Italia, Feudi San Gregorio, una cantina nata con un obiettivo ben preciso: valorizzare al meglio i vitigni delle regioni meridionali come il Fiano di Avellino, l’Aglianico o il Greco di Tufo. La struttura, che dispone di una grande bottaia in cui sono conservati i vini rossi, è stata progettata dall’architetto giapponese Hikaru Mori e arredata dai designer Massimo e Lella Vignelli. Per conoscere tutte le fasi della produzione, visitare la cantina e degustare le etichette migliori, basta prenotare una visita. Località Cerza Grossa – Sorbo Serpico (AV) – Tel. +39 0825 986683 –  Visita della cantina + 1 calice di vino 20 € – Visita e degustazione di tre vini 25 € –  Visita, degustazione di tre vini e tagliere di salumi e formaggi 35 €

    Feudi San Gregorio – Foto: Facebook
  12. Tenuta Castelbuono. È stata progettata da uno dei più importanti scultori italiani, Arnaldo Pomodoro, ed è famosa soprattutto per il Sagrantino, vitigno autoctono coltivato esclusivamente in Umbria, la Tenuta Castelbuono è una vera è propria opera d’arte caratterizzata da una maestosa cupola ricoperta di rame, delle piccole crepe che rievocano i solchi della terra e una scultura rossa a forma di dardo piantata nel terreno. Una vera chicca da visitare! Vocabolo Castellaccio, 9 – Loc. Cantalupo – Bevagna (PG) – Tel: +39 0742 361670 – Email: [email protected] 

    La Tenuta Castelbuono – Foto: Facebook
  13. Cantina Petra. Bellissima anche la cantina Petra, disegnata dall’architetto Mario Botta, che si trova a due passi dall’antico borgo di Suvereto ed è circondata dal meraviglioso paesaggio maremmano. Chi vuole regalarsi una passeggiata tra i suoi vigneti e vuole prenotare una visita guidata alla cantina ha anche l’opportunità di scegliere tra 3 diversi pacchetti di degustazione. Località San Lorenzo Alto, 131– Suvereto (LI) – Tel: O565 845308 – Email: [email protected] 

    La cantina Petra – Foto: Facebook
  14. Cantina Bellavista. Tra le più belle cantine d’Italia non poteva mancare anche Bellavista, una cantina di Erbusco, in provincia di Brescia, dalla quale si può scorgere un panorama unico sul lago d’Iseo e sulle Alpi. Immersa nella Pianura Padana, la tenuta conta oltre 190 ettari di vigneti ed è famosa per la produzione di vini Franciacorta. La visita in cantina, che dura circa un’ora e mezza, prevede anche una degustazione di 2 Franciacorta. Via Bellavista 5 – Erbusco (BS) – Tel. 030.77.62.000 – Email: [email protected] – Prezzo 35 € 

    La cantina Bellavista – Foto: Facebook
  15. Les Crêtes. Con le sue 170.000 bottiglie di vino prodotte ogni anno, Les Crêtes ha il titolo di più grande azienda vinicola della regione. Situata in un piccolo paesino in provincia di Aosta, la cantina è nota per il suo “Rifugio del Vino” un vero e proprio rifugio di montagna, realizzato dall’architetto Domenico Mazza. Per ammirare sia la cantina che il rifugio basta prenotare una visita guidata che solitamente include anche un percorso di degustazione. SR20, 50 11010 Aymavilles (AO) – Tel.: (+39) 0165 / 90 22 74 – E-mail: [email protected] 

    Le vigne della cantina Les Cretes – Foto: Facebook

Credits foto: